Ansia per lei

Zimmer
Membro
Messaggi: 90
Iscritto il: ven 8 ago 2014, 12:42

Re: Ansia per lei

Messaggio da Zimmer »

Ciao Massimo, sono Zimmer, e frequento il forum da questa estate come figlia di un'ammalata.
Io sin dall'inizio ho deciso di NON raccontare tutta la verità a mia madre per proteggerla ho pensato che sarebbe stato inutile spiegarle la gravità del suo quadro clinico e i pareri dei medici. Sono contenta di aver preso questa decisione perché oggi vedo mia madre ancora fiduciosa e combattiva.
Posso però raccontarti quanto è successo ad una famiglia di cari amici dei miei genitori che hanno saputo della grave malattia della loro figlia, solo due giorni prima della sua morte, quando non era più in grado nemmeno di parlare. Tramite il genero, marito della figlia, hanno poi saputo che la decisione di non metterli al corrente della malattia era stata presa dalla figlia stessa sin dall'inizio del suo calvario per proteggerli.
I genitori amano i propri figli più di loro stessi e per loro è stato straziante scoprire tutta la verità in quel modo.
Io penso che magari raccontare delle mezze verità possa tornare sempre utile.
Un abbraccio fortissimo e tieni duro.
Zimmer
Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: Ansia per lei

Messaggio da Erika76 »

Ciao Massimo, intanto tutta la mia stima, scelte coraggiose e grandi domande... quando mio marito si è ammalato ho detto a sua mamma la situazione, che all'epoca tuttavia non era grave. Il risultato è stato un atteggiamento ossessivo da parte sua e di poco aiuto, nel senso che era lei a cercare da lui, e soprattutto da me, continue rassicurazioni tanto che ho rischiato un esaurimento nervoso perché come sai i pensieri erano già tanti. A quel punto ho scelto di dire il meno possibile, sia per non essere oggetto di continue richieste di rassicurazioni alle quali, non per cattiva volontà, non potevo rispondere, sia per evitare a Dani sguardi tristi che l'avrebbero ulteriormente depresso. La sola differenza, che non è da poco, è che lei stava a pochi chilometri e quindi nascondere i cambiamenti fisici era impossibile. Aggiungi il fatto che avevano un pessimo rapporto e per quasi un anno è sparita, facendo ritorno un paio di mesi prima che Dani morisse.
Concordo con Paola che considerata la distanza, il fatto di conoscere la situazione nel suo complesso farebbe soffrire tua mamma senza darle la possibilità di esserti di supporto. Da mamma però di un figlio ancora piccolo, posso dirti che sarebbe per me intollerabile venire a conoscenza delle condizioni di mio figlio solo alla fine. Io so che non è il tuo caso, perché la chemio darà i suoi effetti e probabilmente la malattia si cronicizzerà a botte di chemio, ma la testimonianza di Zimmer qui sopra mi spinge a credere che farei il possibile e l'impossibile per stare accanto a mio figlio... come ti dicevo la tua è una grande domanda. Da figlia farei come te, da madre vorrei sapere....
maddalena
Membro
Messaggi: 1077
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05

Re: Ansia per lei

Messaggio da maddalena »

Ciao Massimo .Vedi , io credo che tu potrai trovare la risposta, alla domanda che ti poni, solo conoscendo i lati del carattere della tua mamma , ovvero se ha un carattere forte e nella vita ha affrontato con coraggio i problemi che ha incontrato anche ora capirà anche se più doloroso e serio , apprezzerà che con lei ti sei confidato ,ti aiuterà in tutto senza farti pesare nulla e con te insieme meglio affronterete . Se invece è una persona con carattere ansioso e fragile questo non ti sarà di aiuto anzi avrà più bisogno per le paure che avrà e a te non sarà d'aiuto e ti chiederai continuamente " Il perchè glie l'ho detto" e non starai bene nemmeno tu,. Io sono sincera è questo che penso , capire come l'altro potrebbe reagire , ma conoscendo il carattere si può capire qual è la migliore scelta . Scusa non vorrei averti offeso per qualcosa . Un abbraccio Maddalena, a presto.
massimo1964
Membro
Messaggi: 25
Iscritto il: gio 5 feb 2015, 23:20

Re: Ansia per lei

Messaggio da massimo1964 »

Buonasera a tutti
Il post chemio è stato molto pesante. Ancora oggi continuo ad avere disturbi che certo non mi fanno stare tranquillo. Sono talmente numerosi che non so da dove iniziare anche se indubbiamente i problemi di digestione e i dolori articolari sono quelli più significativi. Soprattutto non riesco a capire il confine fra i problemi legati alla chemio e quelli connessi al decorso della malattia. Contattato gli oncologi, dicono che è tutto nella norma.
Già, ma quale norma?
Preferisco non cercare una risposta che però sembra molto ovvia.

Vi ringrazio per il vostro parere sulla domanda che vi ho proposto nel mio ultimo messaggio dove volutamente non ho dato indicazioni sul carattere di mia madre ne sul tipo di rapporto che abbiamo, proprio per capire a prescindere i vari punti di vista.
In ogni caso stavo riflettendo sul fatto che comunque abbastanza presto dovrò comunicarle la realtà delle cose. Non riuscendo quasi più a lavorare, e quindi ad avere delle entrate, a breve dovrò sospendere l'invio del contributo economico che le passo ogni mese. A quel punto saro' "costretto" a dirle tutto.

Approfitto di questo messaggio per augurare a voi ed ai vostri cari buona pasqua

P.s. dolcecasa: come va tua mamma?
P.s.2 maddalena: perche' mai dovresti avermi offeso. Credo di essere, per dirla all'inglese, molto easy... Quindi nessun problema
dolcecasa
Membro
Messaggi: 148
Iscritto il: lun 12 gen 2015, 18:54

Re: Ansia per lei

Messaggio da dolcecasa »

Ciao Massimo, io al contrario di quel che leggo nelle tue parole, sono molto fiduciosa sulla chemio... sono convinta che hai un carattere forte e che NON DEVI ASSOLUTAMENTE abbatterti ora. Non dargliela vinta. Lhai vinta una volta, perché la seconda no!?
spiegamelo.

Mia mamma continua ad essere una persona assssolutamente NORMALE. A parte la caduta dei capelli (non tutti pero gran parte) per la quale ha risolto benissimo fisicamente sta bene. Nessuna perdita di peso tantomeno di appetito.
Va a cena fuori con gli amici e lunedì parte per la Croazia. È costretta a tornare gia giovedì purtroppo in quanto venerdì ha la tac.
ha fatto 4 chemio ed ora già la tac. Si vedrà qualche risultato!?
tu dopo quanto hai fatto la tac?
massimo1964
Membro
Messaggi: 25
Iscritto il: gio 5 feb 2015, 23:20

Re: Ansia per lei

Messaggio da massimo1964 »

Bene, mi fa molto piacere che tua mamma stia bene e che stia sopportando le chemio nel migliore dei modi.
Durante i cicli fatti in precedenza mi facevano fare TAC alla fine di ogni ciclo, cioè dopo 6 terapie. Però questa volta anche a me hanno prospettato TAC dopo 4 terapie anche se ora del 4 maggio, data di prenotazione del controllo, ci sarà tempo per fare anche la quinta terapia. I risultati si possono vedere anche dopo solo 4 terapie che è il minimo per poter valutare progressi.
E' proprio vero comunque che ogni ospedale gestisce le cose in modo diverso. Durante le chemio a me hanno sempre proibito spostamenti anche abbastanza vicini (tipo andare in Liguria a trovare mia madre), mentre la tua va in Croazia...

La mia sfiducia nasce dal fatto che non sono mai stato cosi male. Se a questo aggiungi che ho perso 8kg in 2 settimane, che non riesco quasi più a mangiare (sia per mancanza di appetito sia per problemi digestivi), che faccio fatica anche a bere, che ho dolori articolari tali da compromettere la deambulazione, che nonostante gli antidolorifici continui a sentire dolore, che feci e urine non sono dei colori canonici che...potrei andare avanti...
Capisci anche tu che essere fiduciosi sarebbe da irrealisti.

Alla prossima
dolcecasa
Membro
Messaggi: 148
Iscritto il: lun 12 gen 2015, 18:54

Re: Ansia per lei

Messaggio da dolcecasa »

Guarda... devo essere sincera che non so nemmeno se mia mamma abbia comunicato al medici che va 4 giorni in Croazia... personalmente. Chiederò dopo!
Nel suo caso ci starebbe una quinta chemio ma non la fa... dovrebbe farla mercoledì prossimo ma essendo che venerdì ha la tac non gliela fanno fare e la fa la settimana dopo...
non fa la chemio la stessa settimana dopo la rac.

Mi chiedo se si vedrà qualcosa... se già dopo 4 chemio questa bestia stia diminuendo... a me basterebbe che non cresca...
tu hai visto risultati durante la prima tac dopo 6 cicli?
Mikeone
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: sab 17 gen 2015, 18:02

Re: Ansia per lei

Messaggio da Mikeone »

Dolcecasa hai provato con l'arte issa annua mi hanno. Detto che è efficace. Presa ogni mattina come un tè in acqua calda.
Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: Ansia per lei

Messaggio da Erika76 »

Massimo, è indubbio che un fisico debilitato avverta maggiormente gli effetti della chemio. Per quella che fu la mia esperienza, ti posso dire che la chemio a dosaggio elevato dà quasi tutti i disturbi che hai elencato, mancanza di appetito, problemi digestivi, dolori articolari, colore di urine e feci anomali, dimagrimento legato alle problematiche di cui sopra. Poi concordo che il confine tra gli effetti della chemio e quelli della malattia è spesso labile e difficile da individuare. Hai scelto di combattere e lo stai facendo davvero con tutta la forza che hai, grande Massimo.
moni1
Membro
Messaggi: 1315
Iscritto il: mar 25 nov 2014, 10:55

Re: Ansia per lei

Messaggio da moni1 »

forza massimo sono con te!!!

Torna a “Tumore al pancreas”