cancro al colon: perchè??????

In questo spazio è possibile confrontarsi sulle procedure diagnostiche, sui trattamenti e sui loro effetti collaterali, sui centri oncologici e sulle terapie palliative e del dolore, sempre attenendosi al regolamento del forum e in particolare agli articoli 2 e 3.
gio31
Membro
Messaggi: 24
Iscritto il: dom 3 mag 2015, 15:21

cancro al colon: perchè??????

Messaggio da gio31 »

ciao a tutti! sono nuova nel forum e purtroppo ho potuto constatare in quanti siate. in realtà non so se sia un bene o un male...in questo momento credo sia un bene avere qualcuno con cui parlare di questi terribili tumori. ho 23 anni e studio biologia medica, guardate un pò dove mi ha portato il destino... sono 3 anni quasi che mio papà combatte con il tumore al colon (stadio 3) inizialmente senza metastasi. dopo diversi errori medici alla pet di marzo 2015 sono saltate fuori due metastasi polmonari bilaterali e ha cominciato da poco la chemioterapia. per quanto possa capire mutazioni, processi molecolari e alterazioni cellulari, non riesco a capacitarmi di come questo sia possibile. Mio papà sapendo quanto possa capire la situazione so che cerca di dirmi lo stretto necessario, per cui oggi non so se sta lottando soltanto per prolungare la sopravvivenza (di quanto tempo poi????) o se c'è una minima speranza che tutto questo possa passare. la speranza è l'ultima a morire....cosi mi dicono tutti, ma io proprio non ci riesco. tutti i giorni è una fatica alzarsi e dover affrontare un'altra giornata, è difficile anche addormentarsi dopo aver fatto finta di stare bene e sapendo che il giorno dopo sarà identico, fatto di ansia, tristezza e dubbi...
spero di trovare appoggio, buone notizie e poter essere, per quanto possibile, d'aiuto.
grazie, anche solo per avermi ascoltata
AMJANTO
Membro
Messaggi: 317
Iscritto il: gio 8 gen 2015, 22:23

Re: cancro al colon: perchè??????

Messaggio da AMJANTO »

Ti ho risposto in pvt gio.
" In piedi o seduto combatto la morte con rispetto ed onore. "
Laura85
Membro
Messaggi: 345
Iscritto il: sab 21 lug 2012, 23:57

Re: cancro al colon: perchè??????

Messaggio da Laura85 »

Ciao gio, forza forza.
Anche io mi arrabbio quando le persone mi dicono "forza"... Ma dobbiamo davvero trovarla.
Vi hanno prospettato delle terapie?
Un abbraccio
gio31
Membro
Messaggi: 24
Iscritto il: dom 3 mag 2015, 15:21

Re: cancro al colon: perchè??????

Messaggio da gio31 »

Ciao Laura85,
Si sta facendo chemio con bevacizumab e folfiri. Ma questa settimana ha dovuto saltare a causa di un gonfiore dove gli hanno messo il cateterino intravenoso. Ogni volta ce n'è una. Pensi di aver toccato il fondo e invece no, c'è dell'altro che ti attende al varco. Ora sono preoccupata per questo salto del ciclo. Spero non danneggi.
Qualsiasi parola da ognuno di voi è una forza in più.
Un abbraccio
Laura85
Membro
Messaggi: 345
Iscritto il: sab 21 lug 2012, 23:57

Re: cancro al colon: perchè??????

Messaggio da Laura85 »

Ci sta rimandare qualche ciclo, anche mio papà ne ha rimandati alcuni e ridotti altri.
Come va il morale? Bisogna cercare di tenerlo alto, è importante.
Un abbraccio
gio31
Membro
Messaggi: 24
Iscritto il: dom 3 mag 2015, 15:21

Re: cancro al colon: perchè??????

Messaggio da gio31 »

Ho alti e bassi. Come sta notte che non dormo! La vita è ingiusta. Qual'è lo scopo di punire una persona che non ha mai fatto niente di male nella vita? Ecco mi isolo e mi blocco completamente quando inizio a pensare alla paura che mio papà sta provando...solo a pensarci mi viene la nausea. È come se avessimo messo in pausa le nostre vite...A 23 e 56 anni! Troppo presto per pensare alla morte...eppure tutti i giorni è la mia angoscia peggiore. Sorrido quando mi capita di pensare che fino a qualche anno fa avevo paura ad andare a fare un esame in università...ecco ora vorrei avere quella paura anche per il resto della mia vita piuttosto che avere la paura costante di perdere mio papà.
Laura85
Membro
Messaggi: 345
Iscritto il: sab 21 lug 2012, 23:57

Re: cancro al colon: perchè??????

Messaggio da Laura85 »

Quando mio papà si è ammalato la prima volta avevo 26 anni, lui 54..
Siamo profondamente cambiati in questi 4 anni, sono cambiate le prospettive, le priorità e in particolare il modo di gestire queste priorità.
Spesso ho pensato che avrei voluto non cambiare, continuare a esasperarmi per i problemi di prima, che poi veri problemi non erano..
In questi anni ho elaborato che l'unico cambiamento positivo portato dal cancro è averci fatto capire cosa è davvero importante... Certo, la paura è sempre costante, i programmi di vita sono scanditi dai controlli... È snervante, ma allo stesso tempo mi aiuta a concentrarmi solo su quello che vale, solo sulle persone che davvero sono importanti...
Una brava psicologa mi ha detto che il dolore mi ha portato saggezza e molta consapevolezza. Forse è solo una magra consolazione, ma mi aiuta pensare che questa terribile esperienza mi ha resa migliore, ci ha unito ancora di più.
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Affrontare i tumori: trattamenti e riabilitazione”