Overdose di morfina

In questo spazio è possibile raccontare e pubblicare le storie di coloro che sono riusciti, anche attraverso il dolore e la sofferenza, a sconfiggere la malattia.
Rispondi
ladyrainbowarrior
Membro
Messaggi: 27
Iscritto il: gio 4 apr 2013, 21:29

Overdose di morfina

Messaggio da ladyrainbowarrior » ven 13 nov 2015, 1:03

Ciao a tutti, ormai é da molto che nn entro o scrivo su qsto forum, qndo mio padre era malato entravo ogni gg per trovare conforto e sfogarmi, poi cn il passare del tempo (ormai un anno e mezzo) ho smesso di entrarci, fino ad oggi. Ohgi un pensiero mi tormenta, prima di morire il mio papà aveva la morfina attaccata, e se il dolore era troppo forte poteva prendere dellle gocce o fare le iniezioni. Un giorno, quasi una settimana prima di morire si é fatto fare una puntura di morfina, e poi la notte ha bevuto tutta la boccetta di morfina. Da quella notte nn é stato più lucido, non connetteva più, ha passato una settimana a letto come vegetale con sprazzi di lucidità fino quando poi é peggiorato talmente tnt che l'abbiam portato in ospedale, nel giro di 2 ore é morto. Mi sn sempre chiesta se la sua sia stata una forma di eutanasia, cosa avrà pensato proma di ingerire l'intero flaconcino di morfina? Vi giuro ultimamente mi stava capitando meno spesso di pensare a qlla settimana, ma oggi un semplice gesto di scendere di notte a prendere una bottigli di acqua ha risvegliato tt qsto.

Ringrazio chiunque sappia rispondermi, la domanda naturalmente nn é cosa ha pensato mio padre prima di morire, ma se la morfina può uccidere se uaata in grandi quantità. Se nn l'avesse presa sarebbe morto lo dtesso dopo una settimana?

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3142
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Overdose di morfina

Messaggio da Franco953 » ven 13 nov 2015, 9:18

Io non ti so risponde ma nello stesso tempo non riesco a capire perchè ti devi torturare
lady cosa cambierebbe per te se fosse un si o se fosse un no?
E se fosse stata una libera scelta ? Che faresti ?
In entrambe i casi il tuo comportamento è stato del tutto normale. Credo che tu abbia assistito tuo padre con tutto l'amore che avevi in corpo
Sono convinto che lui ha capito il tuo amore e quanto gli sei stata vicino nei momenti difficili
Poi, come dici tu, cosa passa nella testa di una persona quando la sofferenza è forte, non lo sappiamo
Credo, a mio avviso, che non valga la pena torturare la tua mente per cercare di capire un comportamento che , come hai detto, è stato comunque libero e non sapendo, tra l'altro se è stato quel gesto che ha determinato la morte di papà.
Ricorda papà com'era e dimentica , se puoi, un solo particolare che non può comunque essere spiegato.
Qualcuno potrebbe dirti che la morfina ha determinati effetti se presa in una determinata quantità (naturalmente stò inventando). E allora cosa fai ? Ti informi sulla quantità e poi vai a ripescare il flaconcino per vedere quanta ne conteneva? E poi ? Ti nascono i rimorsi di coscienza perchè se non lasciavi il flaconcino sul comodino non avrebbe potuto fare il gesto che ha fatto?
A che pro lady ?
Lo sai meglio di me papà era purtroppo destinato a morire . Se anche fosse stata la morfina deve consolarti il fatto che ha sofferto di meno di quanto avrebbe dovuto

Una abbraccio

Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

whitechapel
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: dom 11 ott 2015, 16:52

Re: Overdose di morfina

Messaggio da whitechapel » ven 13 nov 2015, 16:00

Ciao lady, proprio ieri ho avuto il colloquio con l'oncologa che si occuperà di impostare la terapia palliativa per mia madre. E' stato un colloquio molto umano, impostato proprio sul tema dell'alleviare il dolore, contro ogni accanimento terapeutico quando questo è inutile. Proprio perchè oltre a prolungare la sofferenza della persona prolunghiamo anche la nostra e ci sono immagini, esperienze che poi sono difficili da metabolizzare. Questa dottoressa mi ha raccontato una sua esperienza personale, molto simile alla tua, che negli anni successivi aveva suscitato la stessa questione che ti stai ponendo. E la risposta è una sola: non si fà del male a nessuno, in queste condizioni, se si accellera (o si consente di far accellerare) di un ora, di una settimana o anche di un mese la fine delle proprie sofferenze.
Piuttosto è un atto di amore. Anche verso noi stessi, che dobbiamo continuare evitando di tormentarci sapendo di aver fatto tutto ciò che andava fatto.
Il tema del fine vita, della palliazione e dell'eutanasia e uno dei più importanti traguardi di civiltà che una società sana dovrebbe raggiungere.
Anche se la tua domanda era più o meno capire quale sia la dose letale di morfina capisci che ciò non ha molta importanza.
Un saluto.

AMJANTO
Membro
Messaggi: 317
Iscritto il: gio 8 gen 2015, 22:23

Re: Overdose di morfina

Messaggio da AMJANTO » ven 13 nov 2015, 21:19

Ciao lady. Una volta su questo forum ho letto che la morfina accellera il processo della morte. Io non lo so se è vero e spero di no anche perche mio papa aveva la pompa elastometrica ed eravamo arrivati a 120 boccette di morfina. So anche che spesso ce ne vogliono molte di piu.
Non so se è accaduto lo stesso cn mio papa. La sera in cui hli attaccarono la morfina aveva 250 mg di cerotti alla schiena. Quella sera mio padre si lamentava. Mi chiedeva di aiutarlo perche non stava bene. Non aveva forze e tutto intorno girava. Io proposi a mio padre di stendersi ma anche con il capo sul cuscino stava male quindi capii che la morfina era troppa in circolo... cosi iniziai a scalare i cerotti e dopo un oretta si senti meglio... da li a 10 giorni mio padre finì. In quei 10 gg abbiamo visto e sentito cose assurde fino all ultimo giorno dove fece il suo ultimo grande spettacolo e fu lucido fino al suo ultimo respiro. Io non so se la morfina ha accellerato. So solo che per 10 giorni non sentii mio padre urlare di dolore per quella maledetta tosse che lo sventrava ad ogni colpo. Non so come sarebbero stati quei giorni senza la morfina e anche se avesse accellerato di un giorno o di un ora anche se mio padre mi manca terribilmente io in tutta sincerita preferisco non saperlo. Non avrei sopportato un lamento in piu niente nemmeno una smorfia di dolore mio padre per me aveva gia patito troppo per quella bestia.

Ho letto che vari studi dicono che i pazienti curati con la morfina vivono piu a lugo di quello che non si sottopongono alle palliative. Non so nemmeno se questo è vero però da una parte hai un corpo straziato dal cancro quindi un corpo che combatte e che non ne può piu e si lascia andare. .. dall altro hai la morfina che "ti toglie la paura" che rilassa ogni singolo muscolo del corpo ... in un modo o nell altro.... i nostri cari che lo vogliamo o no sono andati via quando non hanno potuto far altro che questo. ... lo so, perche ho visto mio padre esalare l ultimo respiro con le lacrime agli occhi... non voleva lasciarci forse ma... non ne poteva piu. Mio padre, il suo cancro, la sera in cui fini restano ad ora il mio piu grande tornento. Sono tante le domande che mi pongo ogni giorno sempre le stesse. Non avro mai una risposta e spero chr con il tempo io riesca a ricordare tante cose belle di mio padre e non la sua tosse i suoi occhi la sua magrezza e quei fazzoletti pieni di sangue. Io ti capisco quando e se vuoi parlarne io sono qui. Ti abbraccio e scusa ae mi sono dilungata troppo.
" In piedi o seduto combatto la morte con rispetto ed onore. "

walterwhite
Membro
Messaggi: 78
Iscritto il: dom 4 ott 2015, 11:12

Re: Overdose di morfina

Messaggio da walterwhite » sab 14 nov 2015, 15:34

la morfina non "accelera" di norma la morte se ben usata. toglie solo il dolore.

Un'altra cosa è l'overdose che, come un'avvelenamento di altro tipo, può uccidere per arresto respiratorio (lo fa molto velocemente, non in una settimana; a meno che non si dia al paziente un'antidoto)

veronicaf
Membro
Messaggi: 402
Iscritto il: gio 19 giu 2014, 19:19

Re: Overdose di morfina

Messaggio da veronicaf » sab 14 nov 2015, 21:31

Ciao lady. Il mio papà è morto da 2 mesi e mezzo. Anche io mi faccio tante domande. Penso che la morfina abbia accelerato la sua morte. Io ho deciso di dargliela perché gli antidolorifici più blandi non gli facevano più niente. Lui mi ha pure ringraziato ma poi era sempre meno lucido e alla fine era in uno stato quasi di coma. Mi ha lasciato dopo pochi giorni dalla somministrazione della morfina ed egoisticamente avrei preferito che vivesse di più ma poi cerco di utilizzare la mia parte razionale e credo sia stato meglio così perché quella di papà negli ultimi 2 mesi non era più vita e lui soffriva molto per la sua non autosufficienza. Io sto ancora tanto male perché mi manca molto. Mi consola solo il fatto che è morto senza dolori e senza paura perché io ero accanto a lui. Tu cerca di pensare ai momenti belli trascorsi con il tuo papà e vivi cercando di fare quello che ti ha insegnato. Scrivi quando vuoi.
Quando curi una malattia puoi vincere o perdere. Quando ti prendi cura di una persona vinci sempre.

anac66
Membro
Messaggi: 24
Iscritto il: mer 5 dic 2012, 17:35

Re: Overdose di morfina

Messaggio da anac66 » gio 3 dic 2015, 10:52

Buongiorno a tutti

che vi scrive e' un fortunato che 5 anni fa ne e' uscito fortunatamente vincitore...

Il mio parere e' che se c'e' anche un solo piccolo spiraglio di guarigione... la persona coinvolta deve lottare e i parenti/famigliri lo devono incentinvare a lottare ....
ma se nel caso non ci fossero speranze e' giusto aiutare il malato a non soffrire piu, e' inutile riempirlo di medicinali/morfina per cosa..... per farlo vivere qualche giorno in piu in quelle condizioni? sicuramente condizioni di forte disagio e forte malessere.....

Saluti a tutti

Paolo

Rispondi

Torna a “Il cancro e poi... la vita! (Le nostre storie)”