Ciao Papy

ladyrainbowarrior
Membro
Messaggi: 27
Iscritto il: gio 4 apr 2013, 21:29

Ciao Papy

Messaggio da ladyrainbowarrior »

Ciao a tutti, è da un po che non scrivo in questo forum, ero convinta che ormai purtroppo non mi servisse più. Il mio papà se n'è andato il 28 febbraio, purtroppo ero presente durante la sua morte. Ho visto morire mio padre!!!!!! Quando sei piccolo, o prima di conoscere il grande male, non vai a pensare che vedrai morire i tuoi genitori. Certo si presuppone che i figli sopravvivano ad essi, e si spera che se ne vadano sempre il più tardi possibile. La vita però non sempre va come credi, non pensi di poter vedere morire una persona, per giunta tuo padre dopo un agonia di una settimana. Ricordo i suoi occhi spenti senza anima senza quella luce che caratterizza chi spera. Chi spera di farcela. chi spera di non far soffrire la sua famiglia, quella luce se n'è andata quasi 4 mesi fa. Sono una figlia che dopo 4 mesi sembra si sia svegliata da un sogno... anzi dopo un anno e mezzo di sofferenza e 3 mesi di immobile indolore, la disperazione è arrivata. Tutta in una volta, quello che credevo di aver superato, mi tormenta. Non riesco a dormire, vivere sta iniziando a diventare difficile. Dovrei reagire e ci provo, esco con gli amici, vado a trovarlo in cimitero, cerco di fare di tutto per rimettermi in piedi, ma per ora sembra tutto inutile. Ho bisogno di sapere che qsto dolore lancinante passerà, mi manca troppo, la sua morte ha cambiato la vita di 3 persone in tutto il mondo. Sicuramente la vita di tutti continuerà come se nulla fosse, ma la nostra non è rimasta invariata. Il suo passaggio si è fatto sentire e un mondo senza lui non mi piace...

Rivoglio il mio papà, non ho l'esclusiva del dolore, capita purtroppo a troppe persone, ma io lo rivoglio. Ho 30 anni e mi sento una bambina che rivuole solo il suo papà.
milord17
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: dom 18 ago 2013, 23:17

Re: Ciao Papy

Messaggio da milord17 »

Mi dispiace veramente molto.anche la mia mamma se ne è andata il 4 maggio.e da allora niente e più come prima,arriverà il giorno che troveremo il nostro equilibrio.ora. E ancora troppo presto.vedere morire davanti a noi i ns.genitori e la cosa peggiore che esista al mondo. Ci vuole tempo ma dobbiamo farci forza loro vorrebbero questo.
romana218
Membro
Messaggi: 136
Iscritto il: lun 14 ott 2013, 4:43

Re: Ciao Papy

Messaggio da romana218 »

ladyrainbowarrior sono una ragazza di ormai 20 anni e il 12 Febbraio ho perso mia madre per un adenocarcinoma polmonare. Oggi sono sei mesi da quando se ne è andata. Ho visto esalare il suo ultimo respiro, ho visto la contrazione nel suo volto, ho visto il passaggio da vita a morte. Era mia madre. Era la mia vita. Ho visto morire una persona davanti ai miei occhi e a maggior ragione era l'unica persona che per me contava veramente. Era la mia mamma, la persona che mi conosceva meglio di chiunque altro, l'unica persona che mi capiva, l'unica persona che per me avrebbe fatto di tutto. La mia vita è cambiata completamente da un anno a questa parte quando ha iniziato ad ammalarsi. Il veloce decorso della malattia, è difficile ricordare come era prima.
Sai, a volte la sogno spesso, ma non sono sogni felici. L'ultima volta ho sognato di camminare per strada e incontrare una persona con lo stesso volto di mia mamma, il fisico mingherlino, quasi spaventoso. i suoi occhi con delle borse pazzesche. Era un volto impaurito che scappava alle mie urla "Mamma mamma!". Era qualcuno che scappava per non farsi vedere in certe condizioni. Piango ancora tutti i giorni. A volte credo di stare bene ma poi mi rendo conto che il tempo passa e che la mia mamma non la rivedrò più. Sai, mi chiedo spesso che cosa le potesse passare per la testa. spesso piangevo vicino a lei sul letto, e lei spesso piangeva con me o si limitava a dirmi di non piangere.. Non abbiamo mai parlato della morte. E' successo solo una volta quando, esausta per la malattia e tutto, le ho risposto male.. Poi sono andata da lei chiedendole scusa e piangendo le ho detto che avevo paura di perderla.. E lei mi ha risposto "non mi perderai, non è uno di quei tumori aggressivi". Ma le sue parole erano piene di bugia. Lo sapevamo entrambe. Lei sapeva che stava andando via, ma nonostante questo cercava sempre di non scaricare sugli altri il suo dolore, le sue preoccupazioni. credo che nonostante tutte le persone che possano avere vicini i malati di cancro, questi si sentano profondamente soli. Non oso immaginare cosa avrà pensato la mia mamma il & Febbraio dopo essersi risvegliata dallo stato comatoso ed aver passato 24h con la sua famiglia.. Quel lunedì che ci ha aspettato sveglia, immobile, un ultimo saluto prima di chiudere gli occhi, restare altri 2 giorni in coma e poi andarsene. Ricordi i suoi occhi pieni di paura. "mamma proteggimi, ti voglio bene grazie". I suoi occhi con un velo di lacrime, il suo movimento con la testa per dire "si". il mio "mamma", il suo girarsi, verso di me, provare a farmi una carezza con la sua mano che però non le è riuscita.. Il suo aspettare sveglia, immobile, in silenzio i suoi genitori per salutarli ed andarsene..
Ho ancora i brividi e le lacrime.. Dovrei imparare da questo.. dovrei imparare da ciò che ha fatto la mia mamma per non arrendermi mai.. Ma ogni giorno è una lotta continua.. MI chiedo se mai passerà questo dolore.
La mancanza è qualcosa che non si riempirà mai; la quotidianità, il silenzio, la sua voce, i suoi abbracci. Mancheranno sempre.. E tra qualche settimana mi preparo al mio 20esimo compleanno. Un compleanno senza un suo abbraccio e un suo "Tanti Auguri". Un giorno che vorrei non arrivasse mai.
Ti abbraccio, so quello che provi. E' sempre tutto così triste, sempre.
ladyrainbowarrior
Membro
Messaggi: 27
Iscritto il: gio 4 apr 2013, 21:29

Re: Ciao Papy

Messaggio da ladyrainbowarrior »

non riesco ad affrontare tutto questo dolore, mi sento debole, tutti mi dicono che devo reagire che bisogna non farsi sopraffare dalla depressione, ma io non ci riesco. Sono stata per un anno e mezzo l'ombra di mio padre, uscivo quasi tutti i giorni, cercavo di passare più tempo con lui possibile. Durante la sua malattia non ho mai speso una lacrima, ho ascoltato impassibile i medici che mi dicevano quando la chemio non riusciva più a sortire il suo effetto, impassibile quando mi disse che non sarebbe tornato più come prima, che non avrebbe più camminato. Nonostante tutto ero "felice" non mi importava che non avrebbe più camminato, l'avrei portato in giro per la città, avremo riso perchè avrem scherzato sulla sua situazione tutto il tempo. Invece nulla. A pasqua era felice nonostante avesse la pompetta di morfina. Ha mangiato, ha riso, ha partecipato al pranzo con i parenti. Poi il martedì successivo è cambiato tutto, ha preso una dose eccessiva di morfina che l'ha mandato in uno stato di semi - coscienza. Non parlava più guardava tutti con quegli occhi.... occhi vuoti, senza anima si può dire. non ci riconosceva, non parlava, non ci guardava, solo quando doveva andare in bagno veniva preso da dolori lancinanti. Gli hanno aumentato la dose di morfina, che l'ha reso ancora più incosciente.... l'ultima settimana non era più il mio papà sarcastico che rideva e scherzava. Mi sono resa conto che stava morendo solo perchè ho cercato i sintomi su internet... esatto!!!! ho cercato su internet come si muore, come una persona esala l'ultimo respiro, e non sempre lo fa in un secondo. Delle volte ci vuole del tempo, giorni addirittura, dove il mio papà rantolava, aveva le pupille dilatate, le estremità degli arti freddi. Solo così mi sono resa che stava morendo, perchè altrimenti nel mio stato forse scioccato. Anche la mia vita è cambiata, ero una studentessa universitaria, ho abbandonato gli studi perchè non riesco più a concentrarmi, ho deciso di partire a londra perchè il vivere ancora in questa casa, mi risulta impossibile. Spero di riprendermi anche se ora sembra impossibile. Penso anche io alle nuove feste che arriveranno e lui non ci sarà... penso ai natali felici che passavamo con un suo amico, penso a tutto quello che non ci sarà più e non sono pronta. Ero molto attaccata a mio padre, come lo sono a mia madre, figura portante e fondamentale della famiglia. Se non ci fosse lei a spronarmi ad incoraggiarmi e a darmi la forza non riuscirei ad andare avanti. Posso dire che ho avuto quando c'era lui una famiglia perfetta per me, e ancora ce l'ho!
chiarotta
Membro
Messaggi: 303
Iscritto il: gio 7 nov 2013, 21:41

Re: Ciao Papy

Messaggio da chiarotta »

Ragazze forza!!!!!
ci sono passata e so che al momento non c'è conforto. Posso solo dire che prima o poi si sta meglio. Per me ad ottobre saranno due anni..avevo 32 anni. Ho fatto due natali e due compleanni...una tesi di specializzazione senza di lui. Non è più niente come prima e non ci si abitua. Ci si convive e si va avanti..a giorni alterni. Io il mio babbo lo adoravo, ne sono innamorata persa da sempre e per sempre. Coraggio.
irene90
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: ven 24 ott 2014, 12:15

Re: Ciao Papy

Messaggio da irene90 »

romana218 ha scritto:ladyrainbowarrior sono una ragazza di ormai 20 anni e il 12 Febbraio ho perso mia madre per un adenocarcinoma polmonare. Oggi sono sei mesi da quando se ne è andata. Ho visto esalare il suo ultimo respiro, ho visto la contrazione nel suo volto, ho visto il passaggio da vita a morte. Era mia madre. Era la mia vita. Ho visto morire una persona davanti ai miei occhi e a maggior ragione era l'unica persona che per me contava veramente. Era la mia mamma, la persona che mi conosceva meglio di chiunque altro, l'unica persona che mi capiva, l'unica persona che per me avrebbe fatto di tutto. La mia vita è cambiata completamente da un anno a questa parte quando ha iniziato ad ammalarsi. Il veloce decorso della malattia, è difficile ricordare come era prima.
Sai, a volte la sogno spesso, ma non sono sogni felici. L'ultima volta ho sognato di camminare per strada e incontrare una persona con lo stesso volto di mia mamma, il fisico mingherlino, quasi spaventoso. i suoi occhi con delle borse pazzesche. Era un volto impaurito che scappava alle mie urla "Mamma mamma!". Era qualcuno che scappava per non farsi vedere in certe condizioni. Piango ancora tutti i giorni. A volte credo di stare bene ma poi mi rendo conto che il tempo passa e che la mia mamma non la rivedrò più. Sai, mi chiedo spesso che cosa le potesse passare per la testa. spesso piangevo vicino a lei sul letto, e lei spesso piangeva con me o si limitava a dirmi di non piangere.. Non abbiamo mai parlato della morte. E' successo solo una volta quando, esausta per la malattia e tutto, le ho risposto male.. Poi sono andata da lei chiedendole scusa e piangendo le ho detto che avevo paura di perderla.. E lei mi ha risposto "non mi perderai, non è uno di quei tumori aggressivi". Ma le sue parole erano piene di bugia. Lo sapevamo entrambe. Lei sapeva che stava andando via, ma nonostante questo cercava sempre di non scaricare sugli altri il suo dolore, le sue preoccupazioni. credo che nonostante tutte le persone che possano avere vicini i malati di cancro, questi si sentano profondamente soli. Non oso immaginare cosa avrà pensato la mia mamma il & Febbraio dopo essersi risvegliata dallo stato comatoso ed aver passato 24h con la sua famiglia.. Quel lunedì che ci ha aspettato sveglia, immobile, un ultimo saluto prima di chiudere gli occhi, restare altri 2 giorni in coma e poi andarsene. Ricordi i suoi occhi pieni di paura. "mamma proteggimi, ti voglio bene grazie". I suoi occhi con un velo di lacrime, il suo movimento con la testa per dire "si". il mio "mamma", il suo girarsi, verso di me, provare a farmi una carezza con la sua mano che però non le è riuscita.. Il suo aspettare sveglia, immobile, in silenzio i suoi genitori per salutarli ed andarsene..
Ho ancora i brividi e le lacrime.. Dovrei imparare da questo.. dovrei imparare da ciò che ha fatto la mia mamma per non arrendermi mai.. Ma ogni giorno è una lotta continua.. MI chiedo se mai passerà questo dolore.
La mancanza è qualcosa che non si riempirà mai; la quotidianità, il silenzio, la sua voce, i suoi abbracci. Mancheranno sempre.. E tra qualche settimana mi preparo al mio 20esimo compleanno. Un compleanno senza un suo abbraccio e un suo "Tanti Auguri". Un giorno che vorrei non arrivasse mai.
Ti abbraccio, so quello che provi. E' sempre tutto così triste, sempre.

Ciao Francesca, stamattina, dopo aver ricevuto la tragica notizia che mia zia è affetta da tumore al polmone con metastasi a fegato e spina dorsale, ho cercato su internet la malattia e le sue complicazioni. Mi sono imbattuta nel tuo post e non sono riuscita a fare a meno di leggere tra le lacrime la storia di tua madre. A un certo punto avevi smesso di scrivere e volevo contattarti per sapere l'evoluzione. Poi mi sono iscritta al forum e spulciando tra gli altri post ho scoperto che la tua mamma non ce l'ha fatta. Ad ogni messaggio speravo che la situazione migliorasse, che la tua mamma stesse meglio. Sono rimasta profondamente colpita dalla tua forza e anche dalla nuda e cruda verità: si sta fottutamente male, si soffre troppo e chi non lo vive non può capire. La vita cambia, completamente. La mia mamma se ne è andata ad aprile per un melanoma e sto vivendo questi mesi anestetizzata, quasi assente. Sembro normale, la vita va avanti, gli esami, le faccende domestiche, ma mi manca il respiro quando penso a lei e pensare che tra poco mi laureo senza di lei mi sento mancare.
Adesso toccherà a mia zia affrontare il dolore e il non poter combattere contro l'Alieno, che ormai si è impossessato di lei rivoluzionandole la vita. Non ci sono parole.. Spero in una tua risposta, anche per avere conforto, perchè nonostante abbia una famiglia unita e una sorella gemella a cui sono legatissima, non ho la forza di parlare della mamma, anche per non fare addolorare gli altri. La mamma era tutto e senza di lei la famiglia è spezzata, mi manca l'affetto, l'amore smisurato, incondizionato e le piccole grandi premure quotidiane che solo da lei ricevevo. Nel frattempo ti mando un fortissimo abbraccio,
Irene
jeyjey
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: lun 27 ott 2014, 19:54

Re: Ciao Papy

Messaggio da jeyjey »

Leggere i vostri post mi da tanto dolore, io oggi son davvero disperata sapendo che il mio papà non é operabile. Soffro di attacchi di panico e ho tanta paura di non farcela... ha solo 60 anni.
sentire che é gravissima la situazione oggi mi ha demolita totalmente non riesco a ragionare ma solo piangere. Ho sofferto gia tanto nella vita non so dove troveró le forze anche per questo.
Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: Ciao Papy

Messaggio da Erika76 »

Ciao Jey, ci siamo passati in tanti. Ciascuno di noi deve aver creduto di non farcela. Ciascuno ha sofferto le pene dell'inferno combattendo a fianco di chi sapeva avrebbe prima o poi perso. La forza è energia che nasce dall'amore, come acqua che sgorga da una fonte che non credevi di avere in te, ma ce l'hai. Sai, tuo padre è giovane, come lo era Dani che aveva 38 anni quando si è ammalato e ne aveva appena compiuti 41 quando è volato via. Anche io, come te, mi sentivo dire parole terribili, parole che mi rimbombavano nel cervello come in un incubo ricorrente. Ma non ero del tutto impotente, una cosa la potevo fare ed è la stessa che farai tu, che hanno fatto molti di quelli che qui scrivono, accompagnare chi ami lungo un percorso difficile, tenendolo per mano, trasmettendogli forza, amore e supporto. Può sembrarti poco, ma è tantissimo per chi soffre, tantissimo.
nuvoletta
Membro
Messaggi: 109
Iscritto il: dom 24 mar 2013, 15:48

Re: Ciao Papy

Messaggio da nuvoletta »

Eccomi
Una delle tante...
Una donna di 43 anni che ha perso il suo papà di 68.... il mio dolce papà. ...
Il dolore non si placa. .. oggi come quel maledetto 19 luglio 2013 mi manca da morire. ...
Posso solo lasciarvi un dolce abbraccio
Sluk79
Membro
Messaggi: 159
Iscritto il: mer 2 lug 2014, 17:38

Re: Ciao Papy

Messaggio da Sluk79 »

Anche mio papà ci ha lasciato a Febbraio 2014 dopo una malattia che me l'ha trascinato via nel giro di sette mesi.

Non mi manca mio papà, di più, darei la mia vita stessa per far tornare a vivere lui, perchè era troppo buono e non meritava di lasciarci così presto a 66 anni.
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Tumore al polmone”