Quando le parole feriscono i malati di cancro come coltelli

Caro navigatore, per il corretto utilizzo di questo spazio , ti invitiamo a leggere in ogni sua parte il nostro regolamento e ad applicarlo interamente.
Rispondi
Avatar utente
Staff AIMaC
Moderatore
Messaggi: 260
Iscritto il: ven 9 apr 2010, 20:02
Contatta:

Messaggio da Staff AIMaC » mar 19 feb 2013, 23:13

Cari navigatori,
vi segnaliamo l'articolo "Quando le parole feriscono i malati di cancro come coltelli" di Elisabetta Iannelli, segretario della Federazione italiana delle Associazione di Volontariato in Oncologia (FAVO – www.favo.it), in cui l'autrice racconta e descrive gli atteggiamenti, le frasi e le credenze che irritano o addirittura feriscono i malati di tumore.
Nelle sue parole ci sembra di ritrovare tanti dei discorsi che facciamo su questo forum e soprattutto un’indicazione preziosa:

“Tutto questo non significa che l'unica comunicazione possibile sia il silenzio, ma la spontaneità e la disponibilità all'ascolto sono le chiavi per entrare nel cuore della persona che si ammala di tumore per esserle vicino e sostenerla nell'affrontare ed elaborare l'esperienza che si trova a vivere. E allora, e solo allora, insieme si potrà anche ridere, riflettere, arrabbiarsi, sfogarsi e riprendersi la vita!”
http://www.sanita.ilsole24ore.com/art/d ... 120935.php
Un abbraccio a tutti!

Lo staff di AIMaC

Per maggiori informazioni e orientamento gratuito, contatta l'help-line di AIMaC:
- numero verde 840 503579
- numero fisso 06 4825107
- e-mail info@aimac.it
- sito www.aimac.it

Dino 57
Membro
Messaggi: 9
Iscritto il: sab 2 feb 2013, 15:44

Messaggio da Dino 57 » mer 20 feb 2013, 1:17

una panoramica interessante sulle cose da dire e non dire.L'ho messo sulla mia bacheca FB
e su quella della pagina del tumore con cui allegramente convivo.E' ovvio che in quanto
singoli ognuno di noi può reagire in maniera differente alla stessa domanda o
affermazione.


paolo60
Membro
Messaggi: 242
Iscritto il: ven 5 ott 2012, 16:34

Messaggio da paolo60 » mer 20 feb 2013, 3:27

Ho letto interamente l'articolo e in linea di massima sono perfettamente d'accordo su quello che non si dovrebbe dire molto ben descritto dall'autrice. Aggiungo che anche le descrizioni troppo accurate di come si comporta un malato oncologico fanno altrettanto male. Non sono invece per nulla d'accordo sul perché i guariti si fanno poco sentire : so sentono poco perché sono pochi !! Tra quelli che si dice vengono curati e quelli che a cinque anni sono qui ci sta una bella differenza. Se nel tumore della prostata siamo arrivati al 90% di guarigioni in quello al polmone siamo a delle percentuali redicole sopratutto tra i vari tipi istologici. La signora che ha scritto l'articolo credo non abbia una visuale del tutto completa del problema cancro.

Aggiungo che la cosa che un malato oncologico non vorebbe mai ma mai sentirsi dire è. ...mi spiace ma non ci sta più nulla da fare.


rosapinanicolettaanna
Membro
Messaggi: 372
Iscritto il: mar 25 set 2012, 17:53

Messaggio da rosapinanicolettaanna » mer 20 feb 2013, 3:50

Paolo ai ragione io da quando mi sono amalata o cercato in vanno qualcuno che sia guarrita dalla stessa mia patologia ,x un breve periodo cè una fase di stasi ma poi nexun puo garantire che non tornera mai!è impedisce di stare tranquilli ,tanti nemeno guarriscono è non ce la fanno! Io non vorrei allarmarmi però è cosi io dopo tanti attimi di speranza ora non so cosa pensare mi tocca aspetta questi prossimi esami x saper ogni volta cosi finisce mai è una guerra senza fine ora vado saluto é devo scapare ciao paolo a presto


ritalorenza
Membro
Messaggi: 145
Iscritto il: mer 30 gen 2013, 16:21

Messaggio da ritalorenza » mer 20 feb 2013, 21:34

ciao Pina ,PAOLO 60.

Ciao Aimac.

io non so cosa dire in proposito.

Ne vengo ora da fare la penultima terapia di mio marito.

Quella prima è stata lasciata da finire,questa mattina anche.

Si è sentito male,febbre ,vomito.

Sembrerebbe"l'oxaliplatino"

Domani non andiamo più.

Guardiamo un pò come si mettono le cose.

Anche io l'ho messo sulla mia bacheca.

saluti Rita


GIUSEPPE
Membro
Messaggi: 734
Iscritto il: gio 14 ott 2010, 20:26

Messaggio da GIUSEPPE » gio 21 feb 2013, 2:50

Ciao Rita,

leggi il mio PM.

Giuseppe


GIORNOPERGIORNO
Membro
Messaggi: 1152
Iscritto il: lun 18 ott 2010, 16:08

Messaggio da GIORNOPERGIORNO » gio 21 feb 2013, 5:22

ho postato anch'io l'articolo su FB.
Mi sembra un argomento interessante da far girare.
Grazie aimac per la segnalazione


Wasp
Membro
Messaggi: 314
Iscritto il: gio 25 ott 2012, 18:32

Messaggio da Wasp » lun 25 feb 2013, 4:28

Un articolo che descrive perfettamente ciò che prova un paziente. Mia madre evita le persone che la guardano con pietà o che parlano esclusivamente della malattia ( anche se lo fanno in buona fede per incoraggiarla).


Rispondi

Torna a “Notizie e comunicazioni dallo staff”