e intanto la chirurgia fa miracoli!

In questo spazio è possibile confrontarsi sulle procedure diagnostiche, sui trattamenti e sui loro effetti collaterali, sui centri oncologici e sulle terapie palliative e del dolore, sempre attenendosi al regolamento del forum e in particolare agli articoli 2 e 3.
paola51
Membro
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 15:08

Messaggio da paola51 »

Salute: operato al fegato con robot, 73enne a casa dopo 4 giorni =

Napoli, 4 nov. - Una operazione al fegato eseguita da

un robot, primo intervento di questo tipo nel Sud Italia.

Accade all'Istituto tumori Pascale di Napoli, dove il paziente,

ultrasettantenne, torna a casa dopo 4 giorni. L'asportazione di

un nodulo di epatocarcinoma di 2 centimetri e mezzo tra il

secondo e il terzo segmento epatico e' stata effettuata

mediante l'utilizzo del robot Da Vinci dai medici..................)

Lil (Segue)

040951 NOV 13

piccolina84
Membro
Messaggi: 137
Iscritto il: ven 28 giu 2013, 16:24

Messaggio da piccolina84 »

Ciao paola, grazie mille per questo messaggio pieno di speranza.

Anche se non intervengo molto ultimamente presa da tante preoccupazioni per il mio papà,

vi leggo sempre e mi emozianate continuamente....

Per chi già lo sapesse, il mio papà ha 63 anni ed è affetto da carcinoma alla prostata non operabile, nel 2007 scopriamo il male, è stato curato con radioterapia ed ormonoterapia....Il male fu bruciato e il psa ritorno' nella norma...

GIUGNO 2013 : psa in rialzo, esami, risultato : il male si sta risvegliando, panico totale....Riparte l'ormonoterapia, per chi non lo sapesse, è una siringa al mese a base di ormoni per abbattere il testosterone che alimenta il tumore.....

A gennaio 2014 seguiranno nuovi esami, con controllo mensile del psa e visita dall'oncologo con i nuovi risultati....

Il nodo della questione è un altro, il ns.oncologo disse vicino a mio padre che doveva essere affiancato da un urologo, così ando' a visita da un urologo-oncologo dell'istituto tumori Pascale di Napoli che visitandolo e guardando gli ultimi esami gli disse che potrebbero esserci metastasi intorno alla prostata e che tra un paio di mesi dovrebbe fare la PET che il ns. oncologo non ci ha mai prescritto...e gli ha dato una cura totalmente diversa da quella del ns. oncologo....Mio padre che purtroppo andò solo, preso dallo spavento non gli disse che sta già facendo una cura ed è piombato, insieme a noi figli, nello sconforto piu' totale perchè non sappiamo cosa fare...Ora abbiamo telefonato il ns. oncologo stamattina e abbiamo preso un appuntamento per sabato 9 novembre perchè siamo del parere che dovrà conoscere cio' che l'urologo gli ha prescritto...

Siamo a un bivio, non sappiamo quale strada seguire, abbiamo fiducia nel ns. medico

ma abbiamo anche qualche "ma e se" nella testa e temiamo sempre piu' per ns. padre.......Qualche parere, consiglio?

Ringrazio tutti, soprattutto chi mi leggerà e vorrà rispondere, scusate se mi sono dilungata...Sapete tutti che calvario affrontiamo oggi giorno nel combattere questo mostro...sono disperata...sento che stiamo perdendo ns. padre....che il male stia vincendo....

paola51
Membro
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 15:08

Messaggio da paola51 »

Lulli cara, ognuno ha il suo destino. So com'e' il tuo dolore. Stai sott'acqua e ogni cosa arriva attutita, le voci, i richiami, gli odori, le sensazioni. E' una specie di anestesia che pero' non toglie il dolore. I primi giorni sono terribili. Aggrappati a tutto e a tutti per non soccombere. Devi avere pazienza. Questo dolore dopo sara' piu' sopportabile. Lo so che ora non ci credi ma..fidati. Un consiglio che ho sperimentato su me stessa e ho dato a tanti amici del forum: scrivi tutto, scrivi tanto (oltretutto scrivi bene, in maniera asciutta, moderna), i tuoi pensieri, le tue giornate. E' una grande terapia contro il desiderio di solitudine interiore che ci prende in questi casi. Sfogati insomma. Ti abbraccio

piccolina84
Membro
Messaggi: 137
Iscritto il: ven 28 giu 2013, 16:24

Messaggio da piccolina84 »

un abbraccio anche a te Lulli (ke simpatico nomignolo) ...si il fumo fa male, malissimo e andrebbe vietato sono d'accordo, io ne sono anche allergica, mi fa venire mal di testa....Ma mio padre non ha mai fumato in vita sua eppure si è ammalato e lotta contro questo male maledetto....bhò non so cosa pensare....

Tutto questo dolore, mio e vostro mi angoscia....

Speriamo in un futuro migliore...daniela

Torna a “Affrontare i tumori: trattamenti e riabilitazione”