ESAME ISTOLOGICO DOPO INTERVENTO

domenico1975
Membro
Messaggi: 12
Iscritto il: dom 4 nov 2018, 4:49

ESAME ISTOLOGICO DOPO INTERVENTO

Messaggio da domenico1975 »

Ciao a tutti,
mio Padre si e' operato il 01 febbraio 2019 tumore alla prostata grado combinato 7 (3+4) a 72 anni
Leggo l' istologica risulta tutto assente tranne questo nell' ultimo rigo:la neoplasia e' presente sul margine di exeresi apicale per 2 mm
Cosa significa?
Cosa indicano queste sigle? pT2 R1 sec. AJCC 8th ed pT2 c R1 sec. UICC 2017 ?
Sono preoccupato aspetto vostre in merito vi ringrazione di vero cuore anticipatamente.

Domenico
Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3257
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: ESAME ISTOLOGICO DOPO INTERVENTO

Messaggio da Franco953 »

Domenico ciao
vedo che purtroppo fino ad ora nessuno ti ha risposto anche perché, a mio avviso, la risposta non è facile.
Bisognerebbe essere anzitutto dei medici per dare delle indicazioni esaustive e non delle indicazioni superficiali che potrebbero aumentare le tue preoccupazioni.
Per cui, se non ci saranno risposte al tuo quesito , non è certo per mancanza di volontà ma solo perché sarebbe bene che fossero degli specialisti a risponderti.
Il mio consiglio quindi è di rivolgerti all' oncologo che sta seguendo papà.
Un abbraccio
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”
Stefano2018
Membro
Messaggi: 216
Iscritto il: ven 9 ott 2015, 15:46

Re: ESAME ISTOLOGICO DOPO INTERVENTO

Messaggio da Stefano2018 »

pT2* Tumore limitato alla prostata
pT2a Tumore monolaterale, che interessa la metà o meno di un lobo
pT2b Tumore monolaterale, che interessa più della metà di un lobo ma non entrambi i lobi
pT2c Tumore che interessa entrambi i lobi
pT3 Estensione extraprostatica
pT3a Estensione extraprostatica**
pT3b Infiltrazione della(e) vescichetta(e) seminale(i)
pT4 Invasione della vescica o del retto
* non esiste classificazione patologica T1.
** la positività dei margini deve essere indicata dal suffisso R1 (malattia residua microscopica).


linee guida associazione italiana di oncologia medica

https://www.aiom.it/wp-content/uploads/ ... ostata.pdf
domenico1975
Membro
Messaggi: 12
Iscritto il: dom 4 nov 2018, 4:49

Re: ESAME ISTOLOGICO DOPO INTERVENTO

Messaggio da domenico1975 »

Grazie mille per le risposte,

comprendo Franco953 ( Franco ) la difficolta' di dare un parere tecnico-medico ma in linea generale so, per averlo letto nel forum e grazie a Stefano sempre gentile, che se i valori del PSA entro 90 giorni dovesse aumentare sarebbe auspicabile la radioterapia chiamata adiuvante utile a bruciare eventuali e probabili cellule tumorali presenti in loco per avitare problemi futuri. Ho letto anche che non e' esente da controidicazioni e di risoluzione assoluta, ma a livello psicologico ti dici almeno ho fatto tutto quello che potevo fare.
Franco a mio Padre non lo segue un oncologo abbiamo fatto l' intervento da un mese in un'altra Regione...adesso la mia domanda e' ed e' rivolta a tutti del forum se potete aiutarmi a capire: DEVO RIVOLGERMI AD UN UROLOGO, UN ONCOLOGO O UN RADIOTERAPISTA?? O prima ad una figura e poi ad un' alltra? Sempre che il valore del psa sia maggiore di 0 e in crescita...

Grazie mille attendo vostre risposte preziosissime.
Domenico.
Titore
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: mer 27 feb 2019, 11:09

Re: ESAME ISTOLOGICO DOPO INTERVENTO

Messaggio da Titore »

ciao
che tipo di operazione ha fatto tuo padre.
Convivo con un umore dal 2013
Ho la stessa età di tuo padre.
domenico1975
Membro
Messaggi: 12
Iscritto il: dom 4 nov 2018, 4:49

Re: ESAME ISTOLOGICO DOPO INTERVENTO

Messaggio da domenico1975 »

Si ciao,

mio padre e' stato operato con il robot Da Vinci gli e' stata tolta la prostata e le vescicole seminali
raccontami pure la tua storia e consigliami pure.
Grazie
salvo64
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: mar 12 mar 2019, 11:52

Re: ESAME ISTOLOGICO DOPO INTERVENTO

Messaggio da salvo64 »

Si ciao Domenico,io ho una situazione quasi identica a tuo padre con la differenza che a me e' venuto fuori un gleason molto(ahime'...) piu' brutto(4+5). Mi sono operato il 24 gennaio 2019 a cielo aperto, tanti problemi post intervento che dopo,ormai, un mese 1/2 cominciano a calare(incontinenza..ferita chirurgica...DE...ect..). Sai ,il mio urologo ,visto il margine positivo mi ha fatto dosare il Psa a 30gg che(almeno per ora...) va bene,lo dovro' ripetere al terzo mese dall'intervento sperando che non rialzi,poiche' solo se ci sara' un incremento rispetto al primo valore(0,05 e speriamo di no...) mi fara' sottoporre a radioterapia adiuvante sulla loggia ,poiche' quest'ultimo(rialzo del psa) indicherebbe ancora presenza di malattia e quindi di ripresa della stessa.

Torna a “Tumore alla prostata”