Il diritto di sperare

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Lina
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: lun 6 gen 2014, 1:07

Messaggio da Lina »

é proprio vero, solo chi conosce questa malattia e tutto l'insieme di sensazioni e sconvolgimenti che comporta, può davvero, profondamente, capire...gli altri vedono tutto da dietro un vetro e sono inesorabilmente distanti. Per questo le vostre parole le sento così piene e sincere, mentre quelle degli amici o dei parenti non bastano, non bastano mai...chiarotta, france74, hinagiku, romana218, Erika76, rigoletto, vi ringrazio, spero e prego anche per voi, per ciò che avete vissuto o per ciò ho che state vivendo.

chiarotta
Membro
Messaggi: 303
Iscritto il: gio 7 nov 2013, 21:41

Messaggio da chiarotta »

Cara Lina,vedrai che piano piano troverai la forza e la speranza che occorrono per andare avanti,verranno da sole senza sapere come e riuscirete ad affrontare quello che verrà e ad apprezzare i momenti belli che cmq ci saranno.fino a che c'è vita c'è speranza ricordarlo sempre,per disperarsi c è tempo dopo,per ora combattete.

france74
Membro
Messaggi: 87
Iscritto il: sab 14 dic 2013, 20:18

Messaggio da france74 »

Vero...finché c'è vita c'è speranza! Per il mio papà ci hanno detto subito che non c'era niente da fare e che se ne sarebbe andato a breve eppure non abbiamo mai spesso di sperare in un qualche miracolo o in una piccola ripresa. Lo abbiamo sempre incoraggiato nonostante tutto.

Lina come te credo che chi non ci è passato non si renda bene conto di quello che si vive quando una persona cara viene colpita da un tumore. La sofferenza e l'ansia che si provano sono enormi...eppure è vero, la forza di cui abbiamo bisogno viene fuori da sola... Coraggio, lotta e stai vicina al tuo papà!

Francesca
Lina
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: lun 6 gen 2014, 1:07

Messaggio da Lina »

Ciao a tutti...Il terzo stadio era un quarto stadio, la speranza piccola è diventata un filo invisibile. E' un incubo confuso, in cui tutto accade senza controllo e il tempo non esiste più.

Cerco di curarlo, cerco di dargli conforto, gli do il mio tempo, gli do le mie energie, gli do il braccio quando deve camminare e non ce la fa.

E poi, dopo avere dato tutto, dentro di me non resta niente, è come se non esistessi più. La mia vita di prima, i miei studi, le mie ambizioni.. cerco di non farle sfuggire, di andare avanti, di coniugare vita e morte. Ma è davvero possibile?

Le mie giornate sono un contiunuo arrancare affannoso, tra cure per il mio papà, sostegno per la mia mamma che proprio non è capace di gestire tutto questo, esami, scadenze, casa. Tutto sfugge dalle mie mani, non sono più la persona razionale e forte che ero qualche mese fa..Papà mi chiama dicendomi che vuole solo me vicino, che vuole la sua bambina a stringergli la mano, a stare seduta accanto a lui sul divano,a cucinare e farlo mangiare..perchè ci capiamo, ci siamo sempre capiti io e lui. E io starei li tutta la mia vita a curalo e amarlo, solo la metà di quanto lui ha amato me. Ma alla fine di tutto questo affanno, di questo dolore immenso che attraversa il tuo passato, il tuo presente e si impossessa anche del tuo futuro, soffocandoti, c'è sempre la morte, comunque. Come si può sopravvivere a questo? Aiutatemi a capire, mi sento persa

Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Messaggio da Erika76 »

Lina, quello che stai attraversando purtroppo non è dissimile da quello che tutti noi qui abbiamo passato o stiamo passando.

E' vero, il tuo cuore, il tuo tempo, le tue emozioni e tutto il tuo essere sono volti a un unico grande obiettivo, regalare attimi sereni a chi ami di più al mondo. Credimi, non è cosa da poco e dopo? Dopo saprai di esserci stata per lui, dopo saprai di averlo curato e amato fino all'ultimo respiro, dopo sarai diversa da oggi. Ti sentirai arrabbiata, triste, sola e malinconica, fino a quando un raggio di sole illuminerà di nuovo il tuo viso e quel raggio di sole sarà il suo eterno grazie per l'amore che hai dimostrato, per i progetti temporaneamente sospesi, per aver dato la tua vita per lui. Perché, come ho detto e scritto, dare la vita non significa morire al posto di qualcun altro, significa annullare se stessi per il tempo che Dio ci concede in nome di un amore più grande, che non lascia spazio ad altro, se non a cure, dedizione e condivisione. Dopo lui sarà sempre con te, in ogni scelta che farai, nelle parole che dirai, nei gesti e negli sguardi, nella pioggia o tra le nuvole, in una canzone o nel silenzio più profondo perché nulla è più eterno ed immortale dell'amore.

Persempre
Membro
Messaggi: 39
Iscritto il: lun 24 feb 2014, 6:24

Messaggio da Persempre »

Cara Lina,ti scrivo queste parole con le lacrime agli occhio..io ho 26 anni, siamo quasi coetanei,so cosa stai provando, so che basta una parola un oggetto, una frase, per scoppiare in lacrime, se il buon dio ha scelto noi per tutto questo vuol dire che sa bene che siamo forti e abbiamo le spalle larghe per affrontare queste situazioni, ci saranno dei momenti di crollo, ma ti verrà una forza dentro che nemmeno tu credevi di avere, non aver paura di piangere..noi siamo sempre qui pronti a darci forza... forza Lina. ..e aggiornami.

art
Membro
Messaggi: 520
Iscritto il: mer 15 mag 2013, 17:26

Messaggio da art »

Lina , mi permetto di dirti (per aver vissuto una esperienza simile con mia moglie e della stessa diagnosi ) di aver tanta forza e stare insieme a tuo padre, come stai facendo, in questo momento particolare e di dolore che la malattia gli sta provocando e lui sarà sereno a vederti accanto.....

Quello che tu hai scritto qui sopra è quello che avremmo scritto tutti qui sul forum e comprendo e comprendiamo le tue angosce ,le tue ansie ed anche la tua rabbia ed amarezza che spesso ti affiora.

Forza e coraggio ed un abbraccio forte a te ed al tuo carissimo padre . FORZA
Art

azzulice
Membro
Messaggi: 57
Iscritto il: ven 21 feb 2014, 23:46

Messaggio da azzulice »

Ciao Lina...mi unisco all'abbraccio di tutti qui sperando di darti un po di conforto ...é vero siamo tutti barchette in mezzo al mare...vedi, da quando anche io mi trovo indirettamente in questa tempesta ho capito tante cose...come cambiano le priorità ...se x una persona sana la speranza é NON avere mai un tumore, x chi ce l'ha diventa altro...avere un terzo invece di un quarto stadio...averlo di 15 mm invece di 16 senno sarebbe inoperabile...non avere metastasi e essere contenti di avere solo una bestia maligna...capire che purtroppo ha vinto il male e sperare ancora che la sofferenza fisica sia alleviata il più possibile...non so se riesco a spiegarmi...

Dopo ogni speranza andata in frantumi ne arriva SEMPRE un altra. Hai il diritto di continuare a sperare...non é illudersi, é sopravvive re

Forza ...tanta tanta forza ...un abbraccio.

romana218
Membro
Messaggi: 136
Iscritto il: lun 14 ott 2013, 4:43

Messaggio da romana218 »

Ciao cara Lina.. Ho perso la mia mamma quasi due settimane fa per un adenocarcinoma polmonare IV stadio. Ho 19 anni perciò siamo coetanee.. Quello che posso dirti è che ti capisco benissimo e l'unica cosa che posso dirti non è quella di farti forza ed andare avanti perchè sarebbe scontata.. Posso dirti però con il cuore in mano - e credimi, te lo dico davvero - di passare il più tempo possibile con il tuo papà. Lascia stare l'università, gli esami; concentrati solo sul tuo papo perchè questa purtroppo è una malattia che ci porta via i nostri cari da un momento all'altro.. Ti dico questo in base alla mia esperienza (se hai letto la mia storia saprai..). l'8 Febbraio, dopo quattro giorni dalla sentenza (qualche settimana e la mia mamy se ne sarebbe andata) la mia mamma è entrata in coma e 4 giorni dopo se ne è andata. Ti dico che l'8 Febbraio l'avrebbero dovuta dimettere.. e invece non è stato così.

ti prego di non prendere le mie parole con angoscia o paura. Ogni caso è a se, ma tutto questo per dirti che purtroppo la vita è un sospiro e che oggi ci siamo, domani chissà.. La mia mamy se ne è andata via da un giorno all'altro. Così, bum. Non c'era più.

Veramente dedica tutto il tempo a tuo padre! Io la mia adorata mamma l'ho riempita di tanto amore ma se potessi tornare indietro avrei fatto sicuramente di più.

Un abbraccio.

Quando vuoi puoi scrivermi

Lina
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: lun 6 gen 2014, 1:07

Messaggio da Lina »

Vi dico grazie, perchè le vostre parole valgono tanto e mi fanno sentire compresa.

Sapete i miei "amici" sono spariti, quasi tutti. Hanno deciso che in questo momento ho bisogno di stare sola..io invece avrei bisogno di abbracci forti, di carezze e conforto.La malattia spaventa e allontana, ti isola per scelta degli altri però. Solo pochi restano a stringerti ancora la mano. Oggi gli effetti della chemio sono acuti e mio padre non riesce proprio a stare sveglio...Vi abbraccio tutti

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”