k pancreas

taniroby
Membro
Messaggi: 7
Iscritto il: mer 1 ott 2014, 16:02

Re: k pancreas

Messaggio da taniroby »

maddalena ha scritto:Ciao taniroby grazie pure a te. Anche per noi ogni giorno è un incognita... si va un pò bene e un pò male ,certi giorni gli prendono dolori al torace , si mette le mani sul petto e si massaggia e il suo viso è triste. Io mi allarmo subito e dico ai figli di portarlo al p.s. ma lui non vuole dicendo che poi passa ma io non concordo con lui e mi prende angoscia e nervosismo. Anche ieri mattino alle ore 8.00 accusava dolori al petto e si sentiva stringere la gola , allora io subito a chiamare la figlia a letto e io a mettere qualcosa in borsa per andare al p. s. scendo dalle scale delle camere e lui mi dice di aspettare insistendo che non vuole saperne di ospedali e pronto soccorso e ancora a massaggiarsi il petto e io col cuore in gola sperando che non succedesse nulla e nel frattempo insistendo con lui di andare via subito , ma purtroppo niente è cocciuto e gli dicevo che è importante andare a fare un controllo e mai sottovalutare nulla. Ma non posso insistere di più perché lui si irrita parecchio e poi è peggio per tutti e due. per fortuna più tardi è stato meglio ma io cosi non è che sto tanto bene e continuo con ansiolitici e antidepressivi e so che è lui che è più malato vedi ogni giorno che passa è così per noi poi con tutti i medicinali che deve buttare giù. Tuo padre che farmaci usa ? dimmeli tutti
Ciao Maddi mio padre non prende nessun tipo di medicina neanche il freno vuole prendere figurati...prende solo aloe arborescens e la mattina acqua e limone...poi ovvio segue una dieta totalmente vegana e niente Zucchero neanche quello di canna..,usiamo la stevia che è naturale..,pasta e pane poca è rigorosamente integrale...tante centrifughe di verdura quello si :) peccato che nonostante nn sgarri mai dalla dieta nn ha smesso di fumare :(( come procede la situazione per te? Baci Tany
taniroby
Membro
Messaggi: 7
Iscritto il: mer 1 ott 2014, 16:02

Re: k pancreas

Messaggio da taniroby »

carmen ha scritto:Ciao a tutti, da 4 mesi anche sul mio papà e sulla nostra famiglia è piombata purtroppo q-uesta pesantissima condanna...oltre al fatto di averla già conosciuta qualche anno fa attraverso mia nonna ho anche la sfortuna di essere un medico e questo mi ha gettato nel piu profondo sconforto sin dal primo secondo che si è profilato questo terribile sospetto...Io ho deciso di far seguire mio padre a Verona, perché credo che in Italia sia il centro migliore...mio padre ha una forma localmente avanzata di k pancreas con metastasi epatiche senza coinvolgimento linfonodale e dei vasi. Una piccola merda che sembrava essere solo li invece pare abbia raggiunto il fegato dandogli tante minuscole metastasi che hanno pregiudicato la fattibilità dell'intervento chirurgico. Purtroppo principalmente x una questione di età (73 aa) non hanno voluto fargli una chemio particolarmente aggressiva e quindi ha appena terminato 6 cicli GEMOX...ora siamo in attesa di rivalutazione Tc per capire se è operabile...qualcuno che ha fatto il mio stesso iter?
Ciao Carmen mi dispiace tanto per quello che stai passando solo non posso fare a meno di dirti, come ripeto a tutti coloro che hanno un tumore togliete le proteine animali o Almmeno provateci. Purtroppo le terapie attuali non ci aiutano molto in questi casi tentare non costa nulla! Un bacione!
maddalena
Membro
Messaggi: 1077
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05

Re: k pancreas

Messaggio da maddalena »

Amici e amiche come state? Mi domando spesso, e ne parlo anche quando vado mensilmente dalla psicologa di supporto day hosp. oncol. dove è seguito mio marito, come mai tutto questo aumento di tumori , tanti persone giovani cavolo troppo giovani . Si, si sa come il fumo, inquinamento, familiarità, alimentazione ma diamine ma queste brutte malattie sono in continuo aumento spaventoso anche per la superficialità di certi Medici ,lo dico non tanto per parlare ma per esperienza. Se a mio marito dopo aver scoperto il diabete oltre agli esami ematici avessero eseguito una ecografia zona pancreas ,avrebbero visto qualcosa che non andava. Si sono limitati ai prelievi e Stop e noi a digiuno su questo non essendo medici abbiamo proceduto con farmaci e dieta del caso da luglio fino al prossimo controllo di dicembre con calo ponderale di 15 kg immaginando normale seguendo dieta ipocalorica da diabete. Penso avrebbero preso in anticipo il tumore al pancreas ,facendo prevenzione. Ciao
Luca975
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: ven 28 mar 2014, 22:20

Re: k pancreas

Messaggio da Luca975 »

Cara Maddalena, concordo con quello che dici, però una semplice eco addome non permette di vedere un tumore al pancreas quando è ancora di pochi millimetri e non da sintomi. Pochi lo sanno, però oggi esistono in italia alcune rinonanze magnetiche in grado di individuare tumori ancora di pochi millimetri per diagnosi precoci e screening su asintomatici. Purtroppo non vengono ancora usate e forse mai lo saranno (per ovvi motivi di costi e di numeri) per la prevenzione sulla popolazione come la mammografia... però se uno vuole, privatamente e pagando 500-600€ può farsi questo controllo.
In bocca al lupo a tuo marito!!!
maddalena
Membro
Messaggi: 1077
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05

Re: k pancreas

Messaggio da maddalena »

Grazie Luca ,ho letto ora. Io però non ne sono molto convinta. Ora non posso restare . Stasera. CIAO
lelin
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: mer 15 ott 2014, 22:07

Re: k pancreas

Messaggio da lelin »

Scusate, credevo fosse un forum dove ci si potesse fare coraggio a vicenda. Caro Luca975, ti auguro di non provare mai un dolore grande come quello che sto provando io. 20 o 86 anni, se una persona a cui vuoi bene muore, è un dolore grande comunque. Altrimenti significa che non te ne importa. Tolgo il disturbo
Luca975
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: ven 28 mar 2014, 22:20

Re: k pancreas

Messaggio da Luca975 »

Ielin scusami non era mia intenzione che tu te la prendessi così... volevo provare a farti ragionare che sei stata/o fortunata/o a goderdi tuo padre fino ad 86 anni .... c'è (e ti assicuro sono tanti) chi non è così fortunato. Poi ognuno la pensa come vuole, il mio pensiero rimane quello, tra 20 e 86 anni c'è una differenza enorme, indipendentemente da qual è la causa che ti porta via. Ad 86 anni è giusto che si muoia, a 20 anni no!!!
Ogni dolore è personale, ma ti assicuro che se scrivo qui il mio dolore l'ho avuto anch'io e continuo ad averlo ogni giorno. Avrei scambiato volentieri la vita dei miei genitori (che hanno 65anni) con la sua, affinchè potesse continuare a vivere e crescere i suoi figli piccoli!!! Ma il cancro non guarda in faccia a niente, tanto meno all'età!!! In bocca al lupo per il tuo papà.
Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: k pancreas

Messaggio da Erika76 »

A costo di sembrare cinica concordo con Luca. C'è un'enorme differenza tra 86 anni e 20, o 40 o 38. Credo che sugli 84 anni molti dei nostri amori ci avrebbero messo la firma a occhi chiusi. Che il dolore sia grande è inequivocabile e normale. Il cancro è quanto di peggio possa capitare perché uccide lentamente e inesorabilmente. Ma quando muori ragazzo, con figli piccoli che non potrai veder crescere e lasci a chi ami quella grande, enorme responsabilità di farlo al tuo posto, tentando di dare loro serenità pur coltivando il ricordo di un papà che non c'è più se non nelle foto è diverso, tremendamente diverso e ingiusto. Quando muori adolescente senza aver assaporato se non per un breve tratto la vita, quando i genitori devono seppellire i loro figli è diverso eccome. Non è cattiveria, non è egocentrismo di chi vuole stilare una classifica del dolore, è realtà cruda, dura, di chi ci deve fare i conti ogni singolo giorno.
Hermin
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: dom 19 gen 2014, 17:26

Re: k pancreas

Messaggio da Hermin »

Buonasera a tutti,condivido la mia esperienza,accanto a mia madre ormai sotto sedativi da un giorno,ma come sempre accanto a lei,accarezzandole il viso,ricordandole tutte le cose fatte assieme e ringraziandola di tutto ciò che mi ha dato.
Per lei la diagnosi è arrivata a gennaio 2014 ma dopo essere stata ricoverata per ittero nel dicembre 2013 già sospettavamo qualcosa. Da metà gennaio si è sottoposta a cicli di Gemox ed Abraxane, li ho sopportati molto bene e hanno fatto il loro dato che dalle TAC il tumore è lievemente regredito. Purtroppo ha avuto problemi con lo stent alle vie biliari, il primo dislocato il secondo ostruito da cellule neoplastiche, in entrambi i casi febbre, ittero e stop alla terapia. La situazione è peggiorata a fine agosto, per 3 settimane l'ittero è stato preso alla leggera e così durante l'ultimo intervento hanno notato un interessamento al duodeno... ora è ricoverata in hospice da 6 settimane e le ultime 2 davvero pesanti ma state sempre accanto ai vostri cari,lottate con loro e non lasciateli mai soli,rispettando sempre le loro volontà.Un abbraccio a tutti.
vittoriapaj
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: mer 3 dic 2014, 9:21

Re: k pancreas

Messaggio da vittoriapaj »

buongiorno a tutti.
mi sono appena registrata perchè ho il bisogno in questo momento di trovare un po' di conforto.
Il mio papà, 66 anni appena compiuti, ha un adenocarcinoma alla testa del pancreas, ora con metastasi al costato. Questa è stata la sua storia:
- maggio '13: in un'ecografia viene evidenziata una zona "opaca" del pancreas. Seguono accertamenti e si appura che non ci sono problemi
- febbraio '14: nessuna patologia conclamata, subisce un intervento di asportazione calcoli alla cistifellea, un calcolo viene (mi esprimo come posso, non sono un medico) "spinto" e transita se ho capito bene per vie intestinali, l'altro è stato tolto con laparoscopia.
- marzo-maggio '14: inizia ad accusare dolori all'addome e alla schiena, che peggiorano nei mesi seguenti. Il gastroenterologo gli fa fare esami su esami, alla fine di tutto (!) gli fa fare anche una TAC, e da qui emerge il problema (situato in tutt'altra zona rispetto a dove l'anno prima si era manifestata l'opacità di cui scrivevo prima). Il k, seppure piccolo e senza metastasi, è annidato intorno all'arteria mesenterica, e quindi la sua operabilità è giudicata "border-line"
- giugno-luglio-agosto: cicli di chemioterapia (non saprei il nome esatto della cura).
- metà settembre: nuova TAC: il tumore, nonostante la chemioterapia, ha guadagnato 7 mm per parte, passando da 2,1x2,4 a 2,8x3,1 cm. Questo ha reso la situazione inoperabile.
- primi ottobre: PET evidenzia qualcosa di strano al costato, quindi ossa, i medici giudicano la cosa improbabile e molto rara, ma dopo intervento in cui è stata chirurgicamente asportata una porzione di tessuto si conferma: metastasi. Questo invece ha reso non fattibile la radioterapia, in cui speravamo.

Da quel momento a ora mio padre viene curato con l'Abraxane: molto stanco 2-3 giorni dopo la terapia, che fa a settimane alterne, in generale mi sembra che - osservandolo dall'esterno - si stia stabilizzando. Non ha appetito ma mangia abbastanza, e, da questa estate, ha ripreso 3 o 4 kg. Il dolore addome-schiena è tenuto abbastanza a bada, ma soffre molto spesso dopo i pasti di episodi di colite e diverticolite.
tra un paio di settimane sono previste una nuova TAC e una nuova PET. Sono molto spaventata rispetto al futuro, e a tutto ciò che il mio papà dovrà affrontare.
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Tumore al pancreas”