k pancreas

taniroby
Membro
Messaggi: 7
Iscritto il: mer 1 ott 2014, 16:02

k pancreas

Messaggio da taniroby »

Buonasera a tutti...è così tanto tempo che leggo in silenzio le vostre discussioni...tutto per me è iniziato a marzo di questo anno...mia mamma il 28 di febbraio è stata operata alla cistifellea...tre giorni prima entrò mio papà :( era solo una settimana che nn lo vedevo eppure quando sono uscita dalla sua camera sono scoppiata a piangere...
Sapevo che c' era qualcosa che non andava. Per due settimane ho fatto la doppietta tutte le notti da chirurgia a Medicina. ..fino a che,quando mamma degenza a casa (dopo l intervento alla cistifellea) il dottore mi prese da una parte e mi disse: signorina suo padre ha una grave malattia...per il momento crediamo al duodeno. È stato operato l' 8 marzo di adenocarcinoma al pancreas. Non so dove ho trovato la forza di dirlo a Mamma.... Fino ad ora si era occupata sempre lei di tutto ( premetto mio padre ha avuto 5 infarti). Invece stavolta, per la prima volta in tutta la mia vita è toccato a me prendermi cura di loro. Ad ogni modo siamo ancora qui, mio papà per ora sta benone direi...non abbiamo fatto chemio né radio però abbiamo l aloe il limone e un Alimentazione vegana (subentrata dopo la scoperta del tumore). Mi scuso se vi ho annoiato ma avevo voglia di condividere il mio stato d animo cn voi che lo capite meglio di tutte le "amiche"che si sono dileguate nel nulla. Un abbraccio a tutti! Tania
maddalena
Membro
Messaggi: 1077
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05

Re: k pancreas

Messaggio da maddalena »

Ciao Tania , credo che per il tuo babbo se non serve chemio o radioterapia sia un aspetto positivo altrimenti il medico l' avrebbe detto. per quanto riguarda l' alimentazione bisogna crederci per seguirla correttamente. Ti dico che mio marito operato nell' aprile 2011 giorno 7 a Verona, quando c' era ancora Prof....ora prof... con cui feci visita privata da lui a Verona, non si sapeva ben di preciso dove arrivava fino l'intervento e quale zona asportare stando alle immagini diagnostiche. Comunque tolsero, una volta aperto, corpo, coda poi tolgono la milza che ormai non serve. Il tumore ADK mucoide che alla pet (tomografia ad emissione di positroni) non veniva rilevato. Essendo mucinoso rilascia la mucina che ricopre il tessuto delle cellule tumorali e passa inosservato .Il glucosio radioattivo viene iniettato in vena e quando è in circolo le cellule tumorali aggrediscono velocemente gli zuccheri e visto che con essi ci sono dosi di isotopi che hanno breve durata dell' effetto, vengono captati dallo strumento diagnostico con immagini delle zone dove ,se vi sono, stadiano le lesioni neo plastiche ( metastasi). Poi dipende dal tipo di tumore. Se qualche esperto legge mi dica se ho errato qualcosa.Tania stai tranquilla e trasmetti serenità ai tuoi genitori so che è dura ma ce la devi mettere. CIAO
taniroby
Membro
Messaggi: 7
Iscritto il: mer 1 ott 2014, 16:02

Re: k pancreas

Messaggio da taniroby »

Ciao Maddalena grazie per il conforto! Ci sono giorni in cui sento mi sento una leonessa altri un po' meno...cmq quando lo hanno dimesso l'oncologo ha proposto la chemio. Mio padre ha firmato per non farla... sai non sai mai quale sia la scelta giusta in questi casi. Da marzo abbiamo fatto due tac e una pet (aveva un linfonodo ingrossato) e ovviamente antitumorali fino ad ora tutto negativo. Adesso abbiamo il controllo a fine ottobre. Siamo stati già fortunati che si sia potuto fare l'intervento e che non ci siano state complicazioni quindi viviamo giorno per giorno come tutti... Forse stiamo un Po più vicini e ci facciamo forza a vicenda (unica nota positiva in questa brutta eperienza). Tu e tuo marito come state? Un abbraccio!
maddalena
Membro
Messaggi: 1077
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05

Re: k pancreas

Messaggio da maddalena »

Ciao taniroby grazie pure a te. Anche per noi ogni giorno è un incognita... si va un pò bene e un pò male ,certi giorni gli prendono dolori al torace , si mette le mani sul petto e si massaggia e il suo viso è triste. Io mi allarmo subito e dico ai figli di portarlo al p.s. ma lui non vuole dicendo che poi passa ma io non concordo con lui e mi prende angoscia e nervosismo. Anche ieri mattino alle ore 8.00 accusava dolori al petto e si sentiva stringere la gola , allora io subito a chiamare la figlia a letto e io a mettere qualcosa in borsa per andare al p. s. scendo dalle scale delle camere e lui mi dice di aspettare insistendo che non vuole saperne di ospedali e pronto soccorso e ancora a massaggiarsi il petto e io col cuore in gola sperando che non succedesse nulla e nel frattempo insistendo con lui di andare via subito , ma purtroppo niente è cocciuto e gli dicevo che è importante andare a fare un controllo e mai sottovalutare nulla. Ma non posso insistere di più perché lui si irrita parecchio e poi è peggio per tutti e due. per fortuna più tardi è stato meglio ma io cosi non è che sto tanto bene e continuo con ansiolitici e antidepressivi e so che è lui che è più malato vedi ogni giorno che passa è così per noi poi con tutti i medicinali che deve buttare giù. Tuo padre che farmaci usa ? dimmeli tutti
carmen
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: sab 11 ott 2014, 19:01

Re: k pancreas

Messaggio da carmen »

Ciao a tutti, da 4 mesi anche sul mio papà e sulla nostra famiglia è piombata purtroppo questa pesantissima condanna...oltre al fatto di averla già conosciuta qualche anno fa attraverso mia nonna ho anche la sfortuna di essere un medico e questo mi ha gettato nel piu profondo sconforto sin dal primo secondo che si è profilato questo terribile sospetto...Io ho deciso di far seguire mio padre a Verona, perché credo che in Italia sia il centro migliore...mio padre ha una forma localmente avanzata di k pancreas con metastasi epatiche senza coinvolgimento linfonodale e dei vasi. Una piccola merda che sembrava essere solo li invece pare abbia raggiunto il fegato dandogli tante minuscole metastasi che hanno pregiudicato la fattibilità dell'intervento chirurgico. Purtroppo principalmente x una questione di età (73 aa) non hanno voluto fargli una chemio particolarmente aggressiva e quindi ha appena terminato 6 cicli GEMOX...ora siamo in attesa di rivalutazione Tc per capire se è operabile...qualcuno che ha fatto il mio stesso iter?
Luca975
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: ven 28 mar 2014, 22:20

Re: k pancreas

Messaggio da Luca975 »

Cara Carmen, mi dispiace molto per il tuo papa.
Non sono medico, ma conosco molto bene l'evolversi della malattia.
Sarò sincero, difficile che, avendo tante piccole metastasi al fegato, diventi operabile, in più bisogna valutare se il tumore principale coinvolge vene o arterie vitali... A Verona sono certamente i migliori, ma i miracoli non li fa nessuno.
Per mia esperienza o ti operano subito e allora hai buone speranze di vivere ancora qualche anno e piccole di guarire, oppure anche se ti operano dopo mesi di chemio le speranze sono praticamente inesistenti. Ogni caso è a se è vero, ma conosco solo sopravvissuti che sono stati operati immediatamente alla diagnosi... tutti gli altri ci hanno lasciato nel giro di mesi o max 1 anno e mezzo.
Dei casi da me conosciuti o sentiti in rete, chi ce la fa (nel senso che vive ancora diversi anni dalla diagnosi) aveva un tumore alla coda del pancreas, se è alla testa, non c'è speranza.
Stai vicino al tuo papa, non puoi fare altro... è una malattia tremenda, per la quale non esiste ad oggi una vera cura, ti possono solo allungare la vita di mesi/anni.
Davide77
Membro
Messaggi: 4
Iscritto il: sab 20 set 2014, 15:20

Re: k pancreas

Messaggio da Davide77 »

carmen ha scritto:Ciao a tutti, da 4 mesi anche sul mio papà e sulla nostra famiglia è piombata purtroppo questa pesantissima condanna...oltre al fatto di averla già conosciuta qualche anno fa attraverso mia nonna ho anche la sfortuna di essere un medico e questo mi ha gettato nel piu profondo sconforto sin dal primo secondo che si è profilato questo terribile sospetto...Io ho deciso di far seguire mio padre a Verona, perché credo che in Italia sia il centro migliore...mio padre ha una forma localmente avanzata di k pancreas con metastasi epatiche senza coinvolgimento linfonodale e dei vasi. Una piccola merda che sembrava essere solo li invece pare abbia raggiunto il fegato dandogli tante minuscole metastasi che hanno pregiudicato la fattibilità dell'intervento chirurgico. Purtroppo principalmente x una questione di età (73 aa) non hanno voluto fargli una chemio particolarmente aggressiva e quindi ha appena terminato 6 cicli GEMOX...ora siamo in attesa di rivalutazione Tc per capire se è operabile...qualcuno che ha fatto il mio stesso iter?
Ciao,
Se sei un medico allora conosci in linea di massima il nemico.Il consiglio che ti posso dare:stagli vicino,fallo lottare il più possibile e cerca di trasmettergli fiducia nei medici curanti e nella terapia che dovrà affrontare.Non fate calcoli,non servono a niente credimi,vivi ogni giorno tuo padre il più possibile.
Davide
maddalena
Membro
Messaggi: 1077
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05

Re: k pancreas

Messaggio da maddalena »

Cara Carmen , quello che scrive Luca975 è esatto e lo è pure quello di Davide e anch' io mi associo.
lelin
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: mer 15 ott 2014, 22:07

Re: k pancreas

Messaggio da lelin »

Cara Carmen e cari tutti,
mi sono appena iscritta al forum perché ho bisogno di conforto. Anche a mio padre hanno diagnosticato un adenocarcinoma al pancreas con metastasi al fegato. Anzi, prima gli hanno visto le metastasi e poi hanno scoperto il tumore. Mio padre ha 86 anni, sinora ben portati, 10 anni fa aveva subito l'asportazione di un adenocarcinoma prostatico e da allora ha tenuto la situazione sotto controllo con farmaci vari e un controllo semestrale (esame del sangue ed ecografia dell'addome). Ad ogni controllo l'ecografista praticamente lo cacciava via, dicendogli "ma perché viene da me, Lei che sta benone?". Tutto questo fino a sette mesi fa. Un mese fa, la "solita" ecografia ha rilevato la presenza di metastasi al fegato. Tre giorni dopo, una Tac ha confermato la presenza delle metastasi al fegato e di un possibile tumore primario al pancreas. Gli è stato, perciò, eseguito un esame endoscopico con biopsia, di cui abbiamo avuto l'esito proprio ieri: adenocarcinoma, appunto. L'oncologo ha suggerito una chemioterapia (altro non so dire, non essendo stata presente alla visita) a suo dire "blanda", perché l'intervento è impossibile e, data l'età di mio padre (86 anni, appunto), non c'è molto altro da fare. Sono disperata perché non riesco ad accettare l'idea che mio padre, al quale sono legatissima e che mi vuole un bene dell'anima, stia per andarsene. Non riesco ad accettare l'idea che un uomo all'apparenza sano e lucido (guida ancora la macchina, legge libri, risolve cruciverba, risponde correttamente ai quiz televisivi) possa morire nel giro di breve tempo. Mi pare impossibile e passo le notti a piangere. Ad oggi mio padre non ha segni visibili della malattia, non presenta ittero, mangia regolarmente, appare solo stanco la sera quando si addormenta sulla poltrona davanti alla TV, ma credo sia una cosa comune a tutti gli anziani... Ma se le metastasi sette mesi fa non c'erano e ora ci sono, significa che il tumore sta progredendo rapidamente. Vi prego, aiutatemi, se qualcuno ha avuto esperienze simili mi dica quanto è sopravvissuta la persona cara alla diagnosi... vorrei sapere quanto potrò godere ancora della presenza di mio padre.... lo so, è molto anziano e al grande passo bisogna essere preparati, ma mio padre è mio padre e non voglio che faccia una fine orribile e dolorosa. Scusate lo sfogo ma spero possiate capire, Un abbraccio solidale a tutti
Luca975
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: ven 28 mar 2014, 22:20

Re: k pancreas

Messaggio da Luca975 »

Mi dispiace molto per tuo papà, ogni notizia di diagnosi di questo tumore bastardo mi rattrista sempre.
Però, per quanto tu possa essere legata/o al tuo papà, non perdere mai di vista l’età… tuo papà ha 86 anni ben portati da quello che ho capito. Beh puoi solo dire grazie a Dio o il destino che sia arrivato ad una età così importante in buona salute. Scusa la franchezza, ma tutti prima o poi si deve morire.
Ti potrei fare un elenco molto lungo di persone di 20, 30, 40 anni portati via da tumori… persone con figli piccoli o peggio ancora bambini e adolescenti... queste sono tragedie, non un tumore (per quanto il più bastardo di tutti) ad 86 anni.
Fattene una ragione, stagli vicino, fagli sentire il tuo amore e accompagnalo più serenamente e con meno dolore possibile al termine della strada che prima o poi aspetta ognuno di noi. Poi preghiamo che un giorno possiamo in qualche modo rincontrare tutti i nostri cari.
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Tumore al pancreas”