La sofferenza e Dio per un credente

In questa sezione si possono pubblicare tutte quelle discussioni che non trovano collocazione nelle altre stanze.
Elegra
Membro
Messaggi: 771
Iscritto il: dom 2 apr 2017, 14:13

Re: La sofferenza e Dio per un credente

Messaggio da Elegra »

ErikaVal ha scritto:
mer 30 ott 2019, 10:24
Sì ecco io la vedo come una scelta personale... credo che i valori di un buon cristiano si possano rintracciare senza problemi anche in tanti non credenti. Si tratta appunto di coerenza, responsabilità, supporto... poi studiando ho maturato una visione diversa delle cose... credo piuttosto che la morte sia parte della vita e che non si muoia davvero mai. Ognuno di noi è fatto di energia e quell'energia non si disperde con la morte, resta e si trasforma, per quello ci troviamo spesso a dire cose loro avrebbero detto, o riusciamo in rari momenti a stabilire quelle che chiamo "connessioni" che non sono semplici sogni, ma una sorta di contatto lucido. A me è successo... e mi ha cambiato profondamente. Non sto parlando di magia, né di contatti sensitivi, parlo di rari sogni che a differenza dei sogni classici senza capo né coda, hanno la sembianza di un reale contatto con una dimensione diversa dove chi abbiamo perso continua a esistere... prendetemi per pazza... non sono l'unica persona a cui è successo....
Anch'io faccio sogni molto vividi...ma le persone che incontro (i miei cari che non ci sono più) sono arrabbiati o nella migliore dei casi malati e sofferenti
E questa cosa mi angoscia molto!
Vivi ogni giorno come se fosse ogni giorno
Ne' il primo ne' l'ultimo
L'unico

thegoodguy
Membro
Messaggi: 137
Iscritto il: lun 22 apr 2019, 19:27

Re: La sofferenza e Dio per un credente

Messaggio da thegoodguy »

Franco953 ha scritto:
mer 30 ott 2019, 15:49
thegoodguy ciao.
Bello il desiderio di riabbracciare tua madre. Un desiderio che hanno un po' tutti che hanno perso la mamma. Però, chi lo sa ......mai dare nulla per scontato
Franco
Hai ragione Franco, l’unica cosa è che io dico è: perchè tutta questa sofferenza se esistesse davvero un dio? perchè tutto questo? perchè il dolore? perchè è la vita? Io questa cosa non l’accetto.
Mamma ti amo, ti sento sempre vicina a me.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3257
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: La sofferenza e Dio per un credente

Messaggio da Franco953 »

Non lo so thegoodguy. E non sono neppure così fervido credente da dire senza alcun dubbio che : "i programmi di Dio sono imperscrutabili".
A volte mi perdo , ho dubbi, perplessità, insicurezze accompagnate da paure, ma poi torno lì, nella fede e mi sento bene , mi sento rinascere.
Penso di essere stato aiutato dal Signore con mio suocero, mio padre, mia moglie e il mio piccolo nipotino.
Quando ho chiesto il Suo sostegno, sento di averlo avuto.
E' vero ? Non è vero ? Io penso che lo sia ma, anche se non fosse così ,il crederci mi fa bene, mi fa stare meglio, mi aiuta ad affrontare e superare le difficoltà e ... in fondo ,nella mia vita, ciò che conta è proprio questo.
Io non devo convincere nessuno . Ognuno crede in cio' che ritiene più opportuno. E' bello confrontarsi, sapere come la pensano gli altri ,ma solo con persone che non hanno la presunzione di essere gli unici "proprietari della verità".Non capisco, tuttavia, coloro che rispondono ai post premettendo di "non volerti offendere", ma che poi lo fanno con la scusa di essere sinceri e schietti.
La sofferenza e il dolore ? Penso facciano parte di questa vita. Se esistesse un Dio non soffriremmo ? Perchè, se persino Cristo, il figlio di Dio è venuto sulla terra per essere crocefisso e quindi soffrire ?
A mio avviso sarebbe fin troppo facile ridurre il discorso della morte, della sofferenza e del dolore, alla presenza o meno di un essere superiore. In realtà il male riusciamo a farcelo molto bene da soli (inquinamenti vari) senza il contributo di nessun Dio, Buddha o Allah che dir si voglia.
Un abbraccio
Franco
Ultima modifica di Franco953 il mer 30 ott 2019, 21:37, modificato 6 volte in totale.
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Solidea
Membro
Messaggi: 914
Iscritto il: gio 31 ago 2017, 18:04

Re: La sofferenza e Dio per un credente

Messaggio da Solidea »

A mio avviso sarebbe fin troppo facile ridurre la morte, sofferenza e il dolore all'esistenza o meno di un essere superiore. In realtà il male riusciamo a farcelo molto bene da soli (inquinamenti vari) senza il contributo di nessun essere superiore.

Concordo
Noi siamo come farfalle che battono le ali per un giorno pensando che sia l’eternità.

Elena3
Membro
Messaggi: 116
Iscritto il: dom 2 set 2018, 14:59

Re: La sofferenza e Dio per un credente

Messaggio da Elena3 »

Cara Elegra, anche per me è esattamente così...

moni1
Membro
Messaggi: 1314
Iscritto il: mar 25 nov 2014, 10:55

Re: La sofferenza e Dio per un credente

Messaggio da moni1 »

concordo pienamente con Solidea.....

mary10
Membro
Messaggi: 15
Iscritto il: lun 9 set 2019, 18:38

Re: La sofferenza e Dio per un credente

Messaggio da mary10 »

oddio che argomento!!!!!
Per me molto spinoso. Sono cattolica e CI CREDO........magari non fervente. Ricordo, pero', dopo la morte di papa' una grande rabbia verso Dio. Adesso siamo in via di riconciliazione...piano piano......se dovessi descrivere i miei sentimenti attuali verso Dio direi che mi sento delusa perche' ho pregato tanto ma alla fine lui mi ha lasciata sola a combattere il demone. D'altra parte questo mio sentimento mi fa capire che in realta' sono più cattolica di quanto creda!!!

framila
Membro
Messaggi: 131
Iscritto il: lun 15 ago 2016, 20:50

Re: La sofferenza e Dio per un credente

Messaggio da framila »

Elegra i sogni che si fanno, soprattutto in una carta fase notturna, non sono rappresentaziono di altri... Ma del tuo profindi inconscio. Come se la parte più profonda di te, nelle mille sfacettatture che sei, si vestisse delle persone che conosci o non conosci e ti riproponesse una sorta di spettacolo. All'interno di ciò ci sono comunicazioni, segnali, indicazioni... Rappresentazioni di ciò che nel tuo più intimo inconscio stai provando. Anche se non sembra apparentemente.
Non necessariamente un sogno che definiremmo brutto o angosciante è così davvero. Uno dei peggiori che io abbia mai fatto, una volta sviscerato con persone competenti (quindi psicoterapeuta) conteneva in sé simbolicamente segnali di crescita personale... Eppure a raccontarlo sembrava veramente terribile! Nel ns profondo e nemmeno tanto profondo a volte, ferite come quelle che tutti noi qui dentro portiamo, ognuno a suo modo, ognuno con il proprio dio, vanno gestite. E a volte fermarsi ed ascoltare... E mi permetto, attraversare questo dolore, apre porte nuove.

framila
Membro
Messaggi: 131
Iscritto il: lun 15 ago 2016, 20:50

Re: La sofferenza e Dio per un credente

Messaggio da framila »

Ok mi scuso per l'ortografia😵la scrittura intuitiva è un disastro 😳

Torna a “Off topic: pensieri sparsi”