Malattia dell'età avanzata?

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: Malattia dell'età avanzata?

Messaggio da Erika76 »

Fa paura... tanta paura. Eppure questa è la prova che qualcosa rispetto anche solo a 50 anni fa è cambiato. Se davvero intervenire sull'alimentazione, lo stile di vita e le abitudini lavorative avesse un peso per marginare questo fenomeno allora avrebbe senso che al di là dei messaggi allarmistici sulla portata del fenomeno cancro, i media, le associazioni e chi è impegnato attivamente su questo fronte adottassero gli strumenti per una campagna seria. Non screening dopo i 50 o i 60 anni, dal momento che è evidente che la malattia tende a fare la sua comparsa ben prima, ma campagne divulgative su quali alimenti prediligere, dando a tutti la possibilità di tutelarsi e prevenire, con i soli mezzi che abbiamo, questo orribile mostro.
Forse per la nostra generazione di 40enni e 50enni è tardi, ma non lo è per i nostri figli. Io credo fermamente che il cancro derivi da uno scompenso del metabolismo, da abitudini che alla lunga minano il fisico rendendo facile preda della malattia. Anche i farmaci somministrati con leggerezza ormai da anni, sonniferi, ansiolitici i cui effetti vengono tamponati con gastroprotettori (altri farmaci) fanno la loro parte.
Poi c'è la dimensione genetica e ovviamente, come dice Vale, la sfiga, perché c'è chi pur conducendo una vita di sregolatezza campa fino a 100 anni senza acciacchi. Ma per me prevenzione non significa screening, significa mangiare sano, stare all'aria aperta e forse incrociare le dita.
Milena66
Membro
Messaggi: 265
Iscritto il: mer 29 gen 2014, 20:49

Re: Malattia dell'età avanzata?

Messaggio da Milena66 »

Brava Erika.....che ci dicessero precisamente quale stile di vita adottare, quali alimenti privilegiare, ma che si facesse una campagna informativa seria e non dire di mangiare sano e poi trovare al supermercato verdura coltivata con acque inquinate.....
Insomma, secondo me serve di più incrociare le dita!!!!
Ma 1 su 2.....è veramente allarmate!
Leggere questa notizia mi ha rovinato il venerdì! Mannaggia....
Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: Malattia dell'età avanzata?

Messaggio da Erika76 »

C'è da dire che se la malattia si diffonde maggiormente, forse le case farmaceutiche potrebbe riscoprire l'interesse economico di un qualche tipo di vaccino o trattamento preventivo. Basta pensare a cosa è successo per l'HIV. Fino a 50 anni fa manco se ne parlava e la gente moriva, adesso che è diventato pandemico e che si è capito che tutti sono a rischio, perché è sufficiente una trasfusione storta, ecco che sono comparse terapie mirate che ti permettono di vivere e a lungo, non qualche mese, ma anni e anni.
Io sono ottimista di natura e anche se stanotte ho sognato di essere divorata da una tigre, penso che il diffondersi di una patologia presenti poi l'altra faccia della medaglia. Del resto, il nostro sistema sanitario non gode a dare invalidità e accompagnamenti a 40enni o pensioni di riversibilità, seppur minime, a figli di 40enni, quindi qualcosa si farà, non per un santo desiderio di salvare l'umanità da un flagello, ma per spendere meno soldi dopo.
Alla fine, anche ste campagne di screening servono a quello, spendere meno in trattamenti, ricoveri e assistenza. Sarà cinico, ma io dico che è così.
E se non ci pensa il nostro bel sistema, dovremo farlo noi, nel nostro piccolo. Al posto delle merendine, una torta fatta in casa, se hai un amico contadino e sai dove coltiva la sua verdura e dove razzolano le sue galline, boicottiamo i supermercati. Oppure un mini orticello in balcone come diceva Paola. Io conto di farlo in giardino. Se non serve a niente, almeno non potranno dire che non ci abbiamo provato!
Luca975
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: ven 28 mar 2014, 22:20

Re: Malattia dell'età avanzata?

Messaggio da Luca975 »

Si sono convinto al 100% che è cosi. Lasciando stare la genetica, è assolutamente indubbio che i casi di cancro sono continuamente in aumento e l'età di diagnosi si sta abbassando. Tutto ciò dipende solo ed esclusivamente dal nostro stile di vita.
Ma non aspettiamoci che qualcuno ce lo dirà mai a grande scala, troppi sono gli interessi economici dietro allo stile di vita occidentale, e poi diciamoci la verità quanti vorrebbero tornare indietro?
L'unico modo per non morire di cancro è non ammalarsi di cancro (sto generalizzando ovviamente, non tutti i cancri sono mortali), e tolta la genetica (o sfiga come preferite), sta solo a noi scegliere lo "stile di vita" che possa minimizzare il rischio (annullarlo è impossibile).
paola51
Membro
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 15:08

Re: Malattia dell'età avanzata?

Messaggio da paola51 »

Ognuno ha le sue fonti: famiglie colpite a tutte le eta', nonni novantenni in buona salute di nipoti giovani malati.. A tutto questo non c'e' che una risposta: i soldi devono essere impiegati per la ricerca! Ricerca significa trovare un senso, un filo, un percorso , studiando i geni, le cellule, modificandole se occorre. Soldi, tanti soldi ai nostri ricercatori! che significa salvare tante vite umane e dare lavoro a giovani studiosi. Perche' con il cancro i parametri e i paragoni non si possono fare. E' veramente, tragicamente trasversale!
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”