Mia mamma è malata e io non so se partire...

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
LunaP
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: mar 16 set 2014, 13:54

Mia mamma è malata e io non so se partire...

Messaggio da LunaP »

Salve a tutti,
vi scrivo per raccontarvi la mia storia e avere qualche consiglio da chi, purtroppo, può capire la mia situazione.

Mia madre si ammalò di tumore al seno una ventina d'anni fa. La operarono, fece un ciclo di chemio e sembrò essere guarita.
Ma ahimè, un paio di anni fa, la malattia ha deciso di tornare a interferire nella nostra tranquillità, e così eccolo lì: cancro al fegato. Ha iniziato con vari cicli di chemio, accompagnati da una cura alternativa (in accordo con entrambi i medici che la seguono) e tutto sommato sembra stare relativamente bene, se non per via di alcuni effetti collaterali della chemio. Lei è una donna forte e sta lottando con impegno e ottimismo, e l'ammiro veramente tanto.
E ora veniamo a me. Ho 30 anni e da sempre una grande voglia di scoprire, conoscere e fare qualcosa non perché "devo lavorare" ma perché mi piace. Purtroppo, però, per un motivo o per l'altro sono sempre finita a fare lavoretti saltuari senza mai trovare ciò che davvero volevo fare nella vita. Un paio di anni fa ho trovato un lavoro (che sembrava dovesse diventare fisso, ma al terzo possibile rinnovo di contratto mi hanno lasciata a casa). Era un lavoro che non mi piaceva, per il quale non ero nemmeno portata, e in un ambiente a me poco affine. L'anno e mezzo nel quale ho fatto quel lavoro per me è stato un incubo: vedevo i miei amici felici, realizzati, mentre io mi sentivo una persona inutile e incapace. Sono stati mesi di forte stress e depressione, ero sempre nervosa, piangevo e urlavo per ogni cosa, non sopportavo più la presenza del mio ragazzo e lui probabilmente non sopportava me. Ma a qualcosa è anche servito: ho finalmente capito cosa so realmente fare e cosa voglio fare nella mia vita. Non è stata una scelta avventata, come tutte le precedenti, ci ho pensato a lungo e, un anno fa, ho deciso di tornare all'università. Non mi ritengo vecchia, ma non sono nemmeno più giovanissima e sono consapevole che questa è l'unica e l'ultima possibilità che mi rimane per potermi realizzare nella vita e non sentire più una perdente. Mi sono impegnata come mai in vita mia, cercando di tirare avanti senza più uno stipendio e conseguendo risultati eccellenti, e adesso ho la possibilità di recarmi in America per dieci mesi per studiare l'argomento sul quale voglio specializzarmi (che purtroppo nella mia università non è affrontato da nessun professore). Parto dopodomani mattina, e proprio oggi sono giunti gli esiti della tac: il tumore principale è leggermente diminuito, le metastasi al fegato sparito, in compenso ne sono comparse altre piccine nel fegato e una alle ossa.

E ora io non so più cosa fare.
L'istinto mi direbbe di mollare tutto e restare con lei. D'altra parte, lei mi ha sempre incoraggiato in questa mia "battaglia" e ho paura che anche rinunciare, a meno di due giorni dalla partenza e dopo aver fatto tanti sforzi e sacrificato così tanto tempo e denaro, possa farla sentire in colpa; ho paura che equivalga a dirle che sta perdendo la sua di battaglia. Anche in Italia non vivo con lei e ci vediamo mediamente una volta al mese, a volte ogni due mesi. So che dieci mesi non sono un'infinità, possiamo sentirci e vederci tutti i giorni su skype, le ho promesso che tornerò a casa per un paio di settimane passati i primi cinque mesi, e comunque (cosa che mi auguro con tutto il cuore non avvenga) se mai dovesse succedere qualcosa potrei comunque salire sul primo aereo e precipitarmi a casa. Rinunciare vorrebbe dire starle relativamente vicino (visto che la vedrei comunque una volta al mese), ma anche rimanere qui, senza lavoro e senza soldi (in America riceverei una somma di circa 800 dollari al mese che poi potrei integrare con qualche ora di lavoro extra nei weekend), buttando all'aria tutti gli sforzi fatti e soldi spesi e perdendo per sempre la possibilità di trovare la mia strada nella vita.
Il mio ragazzo continua a dirmi che dovrei partire, che posso tornare in qualunque momento. Io non so che fare, vorrei starle accanto in ogni momento ma non so se sono pronta a rinunciare al mio futuro, sono terrorizzata al pensiero di sentirmi ancora come qualche mese fa, sapendo di aver perso ogni occasione per uscirne. So che mia madre vorrebbe solo vedermi felice, ma io vorrei veder felice lei, mentre ho paura di starmi solo comportando da egoista...
Milena66
Membro
Messaggi: 265
Iscritto il: mer 29 gen 2014, 20:49

Re: Mia mamma è malata e io non so se partire...

Messaggio da Milena66 »

Ti rispondo da due punti di vista: da madre e da figlia.
Da madre: ti dico parti e porta avanti i tuoi progetti, perchè così facendo costruirai il tuo futuro e tua mamma non si sentirà in colpa di essersi ri-ammalata proprio quando stavi per partire.
Da figlia che ha perso la madre, ti direi di stare con lei e non una volta al mese, ma tutti i giorni perchè di tempo potrebbe non essercene più.
Ovviamente la scelta dipende da te e basta.
Valuta bene la situazione e considera la gravità della malattia di tua mamma che non mi pare in stadio avanzato e se hai fratlelli o sorelle.

Da sconosciuta mi pare di capire che hai già preso la tua decisione: partirai.
LunaP
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: mar 16 set 2014, 13:54

Re: Mia mamma è malata e io non so se partire...

Messaggio da LunaP »

In realtà sono qui con il telefono in mano, indecisa se chiamare l'università e disdire tutto o meno. Non so nemmeno cosa ne penserebbe mia madre, e questa è la cosa che mi fa più male.
E no, non ho fratelli né sorelle.
Danielina
Membro
Messaggi: 41
Iscritto il: sab 28 giu 2014, 15:36

Re: Mia mamma è malata e io non so se partire...

Messaggio da Danielina »

Ciao Luna.

Premetto che nel mio caso è papà ad essere malato e anche in maniera grave. Il cancro lo ha per ora reso disabile. Secondo i medici rimane poco tempo.
Ho un fratello, sono sposata ma vivo a 8 km da casa dei miei, e ogni giorno passo almeno 2 ore con loro aiutandoli anche materialmente nelle faccende quotidiane che papà non riesce piu a svolgere e che mamma si accumula giorno dopo giorno.

Ti premetto anche che io mi sto facendo dei problemi per iscrivermi in palestra e seguire le lezioni un'ora a settimana, perchè da una parte penso "è tempo sprecato" anche se dall'altra penso mi servirebbe a staccare un attimo la spina e a scaricare le tensioni, senza nulla togliere a papà.

Ma qui non stai parlando di uno svago, ma della tua formazione lavorativa.

Io fossi in te parlerei con mamma molto tranquillamente, e anche con l'oncologo: hai diritto di sapere (anche se solo tramite fredde statistiche) cosa vi aspetterà e decidere di conseguenza.

E' una situazione delicata, secondo me non puoi decidere da sola lasciando fuori tua mamma che alla fine è l'unica persona per la quale non partiresti.

Fà in modo di non avere mai rimpianti.

Buona fortuna,
Daniela.
Daniela
Milena66
Membro
Messaggi: 265
Iscritto il: mer 29 gen 2014, 20:49

Re: Mia mamma è malata e io non so se partire...

Messaggio da Milena66 »

Si, concordo pienamente con Danielina. Parla con l'oncologo e cerca di capire bene come stanno le cose. Se la tua mamma è ancora in relativa buona salute e le statistiche parlano di anni di sopravvivenza, parti e costruisci il tuo futuro.
Se così non è, ascolta il tuo cuore e la tua coscienza.
Per quanto ne so io, le metastasi ossee e le piccolissime lesioni al fegato possono garantire anche una buonissima lunga convivenza col cancro e in questo caso, se così fosse, tu sprecheresti una buonissima opportunità.
Io ho sacrificato, senza avere rimpianti, sei anni della mia vita per stare vicina a mia madre, aspettando che lei morisse.....e alla fine è vissuta sei anni, sei lunghi e tormentati anni che avrebbero potuto anche essere migliori se il mio sistema riproduttivo avesse funzionato e io l'avessi resa nonna quando era in vita. Invece tutto era bloccato in me e sono rimasta incinta un anno dopo che lei se n'era già andata.....
johnjoe
Membro
Messaggi: 174
Iscritto il: mar 15 lug 2014, 8:10

Re: Mia mamma è malata e io non so se partire...

Messaggio da johnjoe »

Ciao Luna,

ti capisco perfettamente e non nascondo che io mi sono trovato in una situazione identica. Quando mia sorella si è ammalata stavo facendo un anno di studi in Asia.

Abbiamo scoperto della malattia mentre ero in vacanza a casa in Italia e alla fine ho deciso di non ripartire. Ho parlato bene con mia sorella e con i miei genitori e tutti mi hanno esortato a partire in tutti i modi ma per quanto mi riguarda il problema era solo ed esclusivamente mio: non avrei avuto la tranquillità necessaria per affrontare gli studi sapendo che mia sorella lottava per la vita. Con il senno di poi non mi sono pentito della mia scelta.

Credo che come tutte le scelte anche questa sia assolutamente personale e purtroppo nessuno potrà dirti cosa dovresti o cosa potresti fare. Parlare con la mamma (che sono sicurissimo ti dirà di partire) e con l'oncologo ti aiuterà sicuramente ma ricordati che la scelta dovrai farla tu e in qualsiasi caso sarà la scelta giusta perchè TUA.

Ti saluto,

J
chiarotta
Membro
Messaggi: 303
Iscritto il: gio 7 nov 2013, 21:41

Re: Mia mamma è malata e io non so se partire...

Messaggio da chiarotta »

Io mi sono pentita di essere stata 10 giorni al mare a settembre..quando mio padre iniziava già a stare male..e morì ad ottobre. Ero cmq vicina e sempre col telefono in mano...e so che si sarebbe arrabbiato e allarmato se non andavo...ma penso sempre che 10 giorni con lui sarebbero stati impagabili.
LunaP
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: mar 16 set 2014, 13:54

Re: Mia mamma è malata e io non so se partire...

Messaggio da LunaP »

Vi ringrazio per i consigli. Sì, la condizione di mia madre non è critica, inoltre sembrerebbe essere stabile e sotto controllo (anche nella tac precedente erano uscite nuove metastasi che in quella attuale sono completamente scomparse), ma ovviamente la preoccupazione resta.
Ho parlato con lei e ovviamente la risposta era scontata. Domani proverò a parlare con il suo oncologo. Non riesco a pensare ad altro :(
Laura85
Membro
Messaggi: 345
Iscritto il: sab 21 lug 2012, 23:57

Re: Mia mamma è malata e io non so se partire...

Messaggio da Laura85 »

Cara Luna,

Ho vissuto un'esperienza simile alla tua. Sono stata all'estero per due anni per motivi di studio, e dopo un anno dal mio rientro a casa mio papà si è ammalato. Per tanto tempo mi sono spaccata la testa nel pensare che se fossi stata a casa magari mi sarei potuta accorgere prima della sua malattia.. Poi tutto è andato bene e quest'anno mi ero battuta per poter andare all'estero x lavoro x 6 mesi.. Sul più bello, quando ormai era fatta, quando mi immaginavo in quella bella città europea, quando pensavo a che bel salto sarebbe stato per me.. Mio papà ha avuto una ricaduta.
Ho appreso la notizia di sera, la mattina dopo ho annunciato al mio capo che rinunciavo, che non sarei più partita.
Non sono pentita. Ho preso la decisione giusta per me, non sarei stata in grado di concentrarmi su una nuova situazione lavorativa. Ai miei ho sempre detto che era sfumato tutto per motivi aziendali. Mio papà si sarebbe sentito troppo in colpa.
La decisione è molto difficile, io nel mio caso non avrei perso molto, una bella occasione, ma niente di più. Mi sembra di capire che nel tuo caso c'è in ballo di più.
Le cure di mio papà continueranno fino alla fine di quest'anno.. Ma credo che non partirò comunque neanche il prossimo anno. Ho capito che tutto quello che mi rende felice è qui.

In bocca al lupo!
Milena66
Membro
Messaggi: 265
Iscritto il: mer 29 gen 2014, 20:49

Re: Mia mamma è malata e io non so se partire...

Messaggio da Milena66 »

Luna sei partita? Non ci hai fatto sapere più niente.
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”