Mio papà

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
chiarotta
Membro
Messaggi: 303
Iscritto il: gio 7 nov 2013, 21:41

Messaggio da chiarotta »

In bocca a lupo Davide, facci sapere!! dita incrociate per voi!

MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi »

Ciao Davide, speriamo tutti, insieme al tuo papà che ci siano buone notizie...

Sara Udine
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: gio 6 mar 2014, 16:12

Messaggio da Sara Udine »

Ciao a tutti,

mi sono appena iscritta.

trovarmi a scrivere queste righe è la cosa più simile ad un incubo che io possa immaginare.

Due giorni fa abbiamo ricevuto la diagnosi di un tumore maligno al cervello di mio padre, 60 anni. E' stato operato ma era infiltrato e non c'è niente da fare tranne rallentarlo con le cure.

ancora non sappiamo quali di preciso, ma la situazione è molto chiara, cioè scura.

In balia alla più grande ansia, sconforto, paralisi del pensiero, sto cercando qualche sollievo che magari trovo fra chi condivide questi momenti.

spero che a tutti voi vada meglio e non volevo dire niente altro, solo scrivere.

Ma magari voi potete sapere una cosa, dopo un pò passa questa disperazione e si riprende anche a vivere e a fare le cose semplici del quotidiano?

ciao
Sara

MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi »

Ciao Sara Udine, benvenuta, purtroppo su questo forum. Mi dispiace tanto per il tuo papà. E' una brutta botta quando arriva una diagnosi tanto dura.

Ci chiedi se la disperazione passa! Domanda difficile. Certo, col tempo, parlando con i medici e iniziando una nuova quotidianità molto diversa, come ben immagini, da quella di prima, le idee ti si schiariranno un pò. Sarai in grado di pensare, dovrai prendere decisioni ecc. Non ci si abitua al dolore, purtroppo. Inutile che io ti dica di si per confortarti, però in qualche modo riuscirai ad affrontare tutto quello che servirà a tuo papà per stare meglio. Le cose che devi fare tutti i giorni: lavoro, commissioni ecc ti aiuteranno ad essere un pochino più attiva. Adesso è presto, troppo presto. Quella che è scoppiata in casa tua è una vera e propria bomba e ci vuole tempo per assestarsi dopo.

Comunque qui troverai tante persone che vivono o hanno vissuto il tuo dolore e potrai sia confrontarti che ricevere conforto. Ti abbraccio forte. Facci sapere cos'hanno deciso per le cure del tuo papà.

Persempre
Membro
Messaggi: 39
Iscritto il: lun 24 feb 2014, 6:24

Messaggio da Persempre »

Buongiorno cara sara, sicuramente sarai giovane come me, per questo forse ti capisco benissimo, il male mio padre ce l'ha al polmone, ma non credo che cambi molto, lo stato d'animo rimane quello, ci si sente vuoti, intorno a noi sembra tutto così ovattato..ma noi dobbiamo farcela, col passare del tempo sono sicuro che ci uscirà tanta di quella forza che nemmeno noi sappiamo di avere, sono con te sara in qualsiasi momento.

Buona giornata e tienici aggiornati

iside26
Membro
Messaggi: 118
Iscritto il: mer 17 lug 2013, 7:48

Messaggio da iside26 »

Cara Sara,benvenuta tra noi(tuo malgrado), mi spiace tanto per la situazione in cui ti trovi.

Più leggo le storie di ognuno di voi,più mi rendo conto che le sensazioni che si provano son sempre le

stesse..passerà certo la "paralisi" iniziale e comincerai a vivere di nuovo,ma sara tutto diverso,tu stessa lo sarai" ! Il cancro sconvolge tutto e in un certo senso "forma".

In bocca al lupo per il tuo papà... un grosso abbraccio

Sara Udine
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: gio 6 mar 2014, 16:12

Messaggio da Sara Udine »

E' il 7 marzo, Udine scoppia di fiori, io ho le maniche corte e faccio i conti con l'idea della morte di mio padre, e non mi sembra giusto.
In questi giorni rallentanti da un'angoscia mai conosciuta, ho trovato un sollievo proprio nei vostri tre saluti :) grazie!

Oggi sono tornata al lavoro dopo qualche giorno in cui non riuscivo nemmeno a ragionare, mi sembra che almeno mi aiuti a distrarmi e pensare ad altro.

Mia mamma sta crollando giorno per giorno ed io devo farmi i muscoli, ma credo voi mi capiate molto bene, leggo effettivamente che i nostri sentimenti sono simili. Chissà se la nostra natura sa cosa fare gia d'istinto!
Grazie dei saluti, Sara

paola51
Membro
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 15:08

Messaggio da paola51 »

Cara Sara, intanto un saluto alla tua bella Udine piena di fiori. E poi si, hai indovinato: la natura conosce per istinto l'atteggiamento da tenere quando ci capitano in testa queste tegole. Noi tutti lo scopriamo solo in quel momento; prima, quando qualcuno ce lo racconta, pensiamo di non essere in grado, di non essere capaci, di non poter sopravvivere. Invece ci si fa...Perche' la natura umana, il nostro cervello e il nostro cuore hanno risorse immense che vengono fuori..quando occorre. Naturalmente devi avere dei punti d'appoggio: famiglia, amici, il forum di Aimac.. Se ti mostri coraggiosa gli altri diventeranno coraggiosi a loro volta. Forte nell'animo e pronta a tutto. Ci saranno giorni in cui crollerai e altri in cui avrai fiducia. E' come un viaggio non sappiamo se breve o lungo. E' come restituire amore a chi ci ama e ora ha bisogno di noi. A 60 il tuo papa'..e' un giovincello!! Se ti riesce sii con lui sorridente e serena ; riserva lo sconforto ai momenti in cui sarai sola. E non rinunciare del tutto alla tua vita, che sia studio lavoro amici amore: tutto ti aiutera' a dividere il peso. Intanto ti abbraccio forte

MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi »

Cara Sara, le tue domande sono state anche le nostre. A primo acchito pensiamo anzi, siamo certi che no riusciremo a far fronte a tutto quello che ci sta capitando, ma forse hai ragione quando dici che la nostra mente sa già di istinto come procedere.

Hai fatto molto bene a tornare a lavoro. Anche per me è stato un vero toccasana. Certo, poi, appena pensavo alla situazione che mi attendeva a casa mi sentivo morire. Ma io credo che si abbia bisogno di uno "svago", per permettere al cervello di ricaricare le pile.

Scrivi che tua mamma sta crollando... povera donna, per lei è l'uomo che si è scelta, quello con cui ha costruito e basato l'intera vita e la vostra famiglia. Magari, ha solo più bisogno di te per metabolizzare, magari, nel corso degli avvenimenti riuscirà anche lei a tirare fuori il coraggio che serve ma nel frattempo, aimè, si, toccherà a te tenere in piedi la baracca. Sono muscoli che non vorremmo mai farci ma che la vita ci impone. Stalle vicina, prova magari a parlarle e a farle tirare fuori ciò che ha ne cuore, chissà che serva.

Guardavo fuori questa mattina e ho avuto i tuoi stessi pensieri: un'altra primavera è dietro l'angolo, un'altra estate la susseguirà... ma per molti non sarà primavera; per chi porta un dolore così grande nel cuore non arriva nemmeno l'estate a scaldarla.

Fatti forza, adesso ne hai davvero tanto, tanto bisogno. La tua famiglia ha bisogno di te, ma quando senti di aver bisogno di aiuto, noi saremo qui per te. Un abbraccio

Sara Udine
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: gio 6 mar 2014, 16:12

Messaggio da Sara Udine »

Che sollievo leggervi. Piango come una fontana ma sento che è giusto così.

Ora provo a ricordare il buonumore del weekend, grazie ancora, buona giornata a tutti.
Sara

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”