Mio papà

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
france74
Membro
Messaggi: 87
Iscritto il: sab 14 dic 2013, 20:18

Messaggio da france74 »

A Davide, Sara e tutti coloro che purtroppo stanno iniziando questo brutto percorso vorrei confermare che la forza che non pensiamo di avere arriverà e ci aiuterà a sopportare il dolore. Si pensa sempre che questi mali non colpiranno mai i nostri cari, che i nostri genitori li vedremo morire di vecchiaia. Invece arriva il giorno in cui ci si ritrova catapultati in un mondo orribile. Per il mio papà la diagnosi è arrivata troppo tardi, non ha avuto il tempo di lottare, dopo un solo mese il tumore se lo è portato via. Eppure...durante quel mese io e la mia famiglia abbiamo cercato di farlo stare su di morale, è assurdo no? Mio padre aveva i minuti contati (lui non sapeva quanto era grave la sua situazione) e noi ci preoccupavamo di farlo ridere, di parlare di cose futili ma che a lui facevano piacere, di programmare il menu del cenone di Natale, il Natale piu' triste della mia vita perché papà se ne era già andato. Forse si, è spirito di sopravvivenza, perché è vero che finchè c'è vita c'è speranza. Nonostante la diagnosi infausta in cuor mio ho sempre sperato in un miracolo che purtroppo non c'è stato. Ma ho sperato fino alla fine, e la mia famiglia con me. E dopo arriva la parte più brutta, il dover accettare che una persona amata non ci sia più, il dover imparare a convivere con un dolore che toglie il respiro.

Francesca
Persempre
Membro
Messaggi: 39
Iscritto il: lun 24 feb 2014, 6:24

Messaggio da Persempre »

Buonasera a tutti, mi scuso se sono stato assente in questi giorni, ma i miei impegni familiari e lavorativi mi hanno portato via per un pò. Mio padre ha fatto la pet tac e da come dice il referto sembra sia un fattore flogistico, quindi un infiammazione, ora è stato messo in terapia per 3 mesi, poi deve rifare la tac con il mezzo di contrasto.

I medici questa volta hanno toppato,mio padre resta qui con me e spero ancora per molto.

Il buon dio sembra non avermi abbandonato. Comunque i medici dicono di restare ancora cauti in quanto non possiamo sapere ancora di cosa si tratta..Vi abbraccio tutti, voi come state?

Sara Udine
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: gio 6 mar 2014, 16:12

Messaggio da Sara Udine »

Ciao amici,
ancora non riesco a riprendermi dallo shock. Non so se è un bene o un male ma ho iniziato a prendere un leggero antidepressivo, non faccio altro che piangere e poi fare scenette comiche quando c'è mio padre in modo da farlo stare sereno.

E' veramente un incubo.

Ma tutti dite che poi la forza in qualche modo arriva....ma è proprio sicuro?

quando??? quando inizia uno spiraglio di respiro?

So che non sarò mai più felice come prima ma ho una terribile voglia di un'ora di serenità, anche finta!

Forse è troppo presto...inoltre ancora non abbiamo ricevuto i risultati della biopsia e non sappiamo quanto grave sia la situazione.

Scusate se ogni volta mi sfogo in modo così primitivo, ma sono esausta.
E sono anche molto felice di leggere che a qualcuno le cose vanno meglio :) :) :)
Ciao da Sara

france74
Membro
Messaggi: 87
Iscritto il: sab 14 dic 2013, 20:18

Messaggio da france74 »

Ciao Sara, ci sono novità per il tuo papà??? Spero che abbiate ricevuto qualche notizia positiva!!

Cara Sara, la forza sta proprio nel farci vedere sereni dai nostri cari. E tu lo stai facendo, con quelle "scenette comiche" che tutti noi abbiamo fatto o stiamo facendo. E' assurdo lo so, a me sembrava di vivere in una dimensione parallela! Mio papà stava morendo e noi tutti li intorno a fare battute, a parlare con lui del più e del meno....una situazione surreale davvero. Tornati a casa giu' a piangere di brutto...

Credimi, tu sei la forza del tuo papà. Il mio mi guardava negli occhi, guardava me, mio fratello e mia madre. Cercava nei nostri occhi una risposta, probabilmente si chiedeva se stavamo soffrendo, se eravamo preoccupati. Noi cercavamo di distrarlo da questi pensieri. E sembrava funzionare, o forse fingeva anche lui con noi per non farci preoccupare. In ogni caso vivi questa situazione giorno per giorno, goditi ogni momento che passi con il tuo papà, sono momenti unici, in cui ti rendi conto che le cose importanti nella vita sono la famiglia e l'amore che vi unisce.

Un abbraccio forte

Francesca

Francesca
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”