Avete letto questi articoli ?? Tanti dubbi su cosa fare....

In questa sezione si possono pubblicare tutte quelle discussioni che non trovano collocazione nelle altre stanze.
Rispondi
sonoio
Membro
Messaggi: 15
Iscritto il: sab 8 dic 2012, 16:58

Avete letto questi articoli ?? Tanti dubbi su cosa fare....

Messaggio da sonoio » gio 28 gen 2016, 1:18

Ciao a Tutti, mi chiamo Roberto ho 59 anni, da 6 anni annualmente faccio il PSA a cui associo una visita urologica alla prostata che ho fatto qualche giorno fa... Come negli altri anni la visita è andata bene l'esito è questo : ( prostata come albicocca, ben delimitabile con lieve fibrosità sul margine superiore del lob destro) a mio avviso l'urologo in base alla visita mi avrebbe liquidato con il solito, ci vediamo fra un anno...invece influenzato da un PSA passato dai 2.80 del 2015 a 3.50 del 2016, ritiene opportuno ripetere fra 15 gg il PSA che se confermato a 3.50 suggerirebbe una RMN multiparometrica, dal cui esito dipenderà il seguito...Leggendo le nuove direttive sul valore del PSA mi sorgono molti dubbi....in allegato copio 3 link di articoli assai interessanti...cosa fareste voi considerando che non ho mai avuto nessun tipo di disturbo....!!! ciao a tutti

http://www.medicitalia.it/news/urologia ... guida.html

http://www.medicitalia.it/news/urologia ... refresh_ce

http://www.airc.it/diagnosi-del-tumore/psa.asp
Ultima modifica di sonoio il ven 29 gen 2016, 23:33, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2939
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Avete letto questi articoli ?? Tanti dubbi su cosa fare.

Messaggio da Franco953 » gio 28 gen 2016, 8:58

sonoio ciao
non è facile dare una risposta alla tua domanda
Parto dal presupposto che non siamo medici, almeno penso che anche tu non lo sei per cui, non abbiamo una preparazione specifica sull'argomento.
E' vero ci informiamo, leggiamo, "spulciamo Internet" ma ritengo che la nostra è sempre una conoscenza abbastanza superficiale e lacunosa
Personalmente mi affiderei alla professionalità dei medici sottoponendomi agli esami che ritengono opportuni.
Stiamo parlando di "salute" e , in alcuni casi ,anche della possibilità di prevenire, parlando chiaramente, tumori e/o recidive e quindi, le precauzioni non sono mai troppe.
Lo so, la visita dall'urologo è andata bene e l'esame che dovrai fare ( RMN multiparometrica) può essere in parte fastidioso ma , sai meglio di me, che la RMN consente di orientare, nel caso fosse necessario, i prelievi della biopsia in modo molto più selettivo verso le piccolissime zone sospette, dove è probabile che si trovi il tumore, evitando quindi dai 12-18 sino ai 24 - 36 prelievi attualmente eseguiti quando il PSA è elevato
Inoltre molte biopsie possono essere evitate o rimandate nel caso in cui pur in presenza di un PSA elevato, non è dimostrata, attraverso la RMN, la presenza sospetta del tumore
Poi, naturalmente , sono scelte del tutto personali !

Un abbraccio

Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

walterwhite
Membro
Messaggi: 78
Iscritto il: dom 4 ott 2015, 11:12

Re: Avete letto questi articoli ?? Tanti dubbi su cosa fare.

Messaggio da walterwhite » ven 29 gen 2016, 21:02

Per quanto ne so le linee guida urologiche parlano di biopsia solo se il PSA raggiunge valori sopra 4... ma come hai ben letto in realtà non esiste un parere condiviso a riguardo. A titolo teorico il PSA infatti si eleva nei pazienti con tumore prostatico ma, essendo un marker abbastanza aspecifico, anche in caso di patologie non oncologiche. Il punto è che la presentazione clinica di questo tumore è molto tardiva nell'evoluzione della malattia (in sostanza quando si hanno disturbi è spesso già tropppo tardi, per questo si fanno gli screening) inoltre come detto negli articoli da te citati anche un valore sottosoglia ma in crescita rapida è più allarmante di un valore stabile.

Alla fin fine, come ha detto franco, L'RM potrebbe essere un buon compromesso per evitare di bucare subito se questa non rileva nulla, oppure permette di mirare meglio le biopsie nmel caso si trovi qualcosa.

Il caso del PSA è una delle dimostrazioni di come la medicina non sia una "scienza esatta" (scienze esatte non esistono in nessun campo)...anche i medici hanno dei limiti e in quest'incertezza purtroppo bisogna muoversi.

sonoio
Membro
Messaggi: 15
Iscritto il: sab 8 dic 2012, 16:58

Re: Avete letto questi articoli ?? Tanti dubbi su cosa fare.

Messaggio da sonoio » ven 29 gen 2016, 23:22

A.I.R.C. : Istruzioni per chi decide di eseguire il test
Alla luce dei possibili effetti collaterali e dei possibili benefici che se ne possono trarre, ognuno deve quindi soppesare bene, con l'aiuto del proprio medico, se aggiungere o no la sigla PSA all'elenco degli esami di routine.
Nella valutazione occorre tener conto anche dell'età. L'esame infatti non è mai raccomandato in assenza di sintomi, ma può essere preso in considerazione da chi, debitamente informato, volesse comunque eseguirlo, solo tra i 50 e i 70 anni....

P.S. Quello che mi ha colpito di più è la posizione dell'associazione italiana ricerca tumori, che addirittura sconsiglia l'esame del PSA in assenza di sintomi...ed io mi trovo proprio in quella situazione.....59 anni PSA a 3.50....ho posto la domanda a un urologo on-line il quale mi ha risposto :
Una prostata come albicocca è comunque di un certo volume. Onestamente mi sembra prematuro un RMN multiparametrica per un PSA nei range , pubblicamente non viene neanche eseguita per valori così bassi. Sinceriamoci invece del psa dopo sei mesi di terapia decongestionante a base ad esempio di Serenoa Repens......

qualcuno di voi conosce il Serenoa?? mi sto pure chiedendo se esistono ipertrofie senza disturbi..???

Rispondi

Torna a “Off topic: pensieri sparsi”