Il mio (non) natale

In questa sezione si possono pubblicare tutte quelle discussioni che non trovano collocazione nelle altre stanze.
Rispondi
romana218
Membro
Messaggi: 136
Iscritto il: lun 14 ott 2013, 4:43

Messaggio da romana218 » mar 24 dic 2013, 18:22

E' un po' che sono assente. Sono stata un po' impegnata con l'università.. Tra esami e faccende di casa, mamma.. Di tempo per scrivere non ne ho avuto, ma vi ho letti sempre.

Riscrivo oggi più che mai, perchè questi due giorni (24 e 25) saranno i più tristi della storia.

Ho scritto appositamente "(non)" perchè per me non sarà natale. Non ci sarà nessun festeggiamento, nessun pranzo, nessuna cena. Mamma non ce la fa.. E come me, anche oggi è depressa..

Mi sento comunque di fare gli auguri a tutti voi.. Io so già che piangerò. Ho pianto qualche giorno fa, facendo l'albero da sola, con mamma seduta perchè non ce la faceva a stare in piedi ed addobbarlo.. Ho pianto ma lei non mi ha vista.

E' che quest'anno è tutto più triste.. E oggi più che mai vi penso.

Perciò.. Buon Natale a tutti voi.. A chi ha perso qualcuno, a chi sente di perderlo giorno dopo giorno.. A chi sta lottando in prima persona con la bestia, a chi spera, sogna e desidera un futuro migliore... A chi sente che non ci sarà un futuro migliore... A chi invece sente e crede che questo dolore un giorno sarà utile.
Vi voglio bene e vi abbraccio più che mai.

Francesca


Susanna64
Membro
Messaggi: 92
Iscritto il: mer 13 nov 2013, 16:21

Messaggio da Susanna64 » mar 24 dic 2013, 18:36

Anchio ti abbraccio Francesca, nessun albero di Natale e niente auguri, Mia madre (classe 1938) è stata più forte della "bestia" (T. di Krukenberg) se ne è andata per un collasso in ospedale alle 7 di mattino una domenica del 29 settembre 2013, dopo che il sabato avevamo riso e scherzato con Lei (respiratore con ossigeno a 8). Nessun Natale, solo un pranzo io mio padre (classe 1934) e Carlo il mio fidanzato, per stare insieme, a mio padre ho fatto un regalo simbolico, pure a Carlo anche a mia madre che metterò vicino al piatto che tutti i giorni mettiamo quando apparecchiamo. Niente auguri e nessun albero di Natale. Penso che sarà così per sempre ... Un abbraccio

Susanna


chiarotta
Membro
Messaggi: 303
Iscritto il: gio 7 nov 2013, 21:41

Messaggio da chiarotta » mar 24 dic 2013, 22:20

Carissime,dobbiamo farci forza anche se dei giorni,come questi,sono più duri..anche questa volta non mi sono sentita di fare l albero,che prima mi piaceva tanto..come il natale..i compleanni e tutto il resto...è una formalità, tanto il natale c è lo stesso..ma mi pare di star meglio così.. Almeno in casa mia,senza addobbi,posso far finta di nulla..aspettando di essere di nuovo pronta.E' il secondo natale senza il mio babbo..lo supereremo..chissà quando riusciremo ad apprezzarlo ancora.un abbraccio a tutti.


nuvoletta
Membro
Messaggi: 109
Iscritto il: dom 24 mar 2013, 15:48

Messaggio da nuvoletta » mer 25 dic 2013, 4:48

Un abbraccio a te cara francesca...


fly
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: mer 25 dic 2013, 5:48

Messaggio da fly » mer 25 dic 2013, 5:59

Mi sono imbattuta in questo forum per caso, mentre cercavo di consolare la mia tristezza per questa vigilia di Natale. Romana218 sto vivendo la tua stessa identica situazione: sono un'universitaria, ha abbandonato lo studio per gli esami per stare dietro a mia madre, che nell'ultimo mese ha avuto un crollo improvviso e adesso ha bisogno di assistenza per le minime cose. In assoluto questo è il Natale più triste della mia vita, non tanto per la "bestia", che convive ormai nella nostra famiglia da due anni, ma per le condizioni psicologiche di mia madre. E' sempre stata una donna forte, ha sempre avuto la voglia di combattere, ha avuto tante piccole vittorie nel coso della sua malattia, ma da quando è morta mia nonna qualche mese fa, si è come spenta lentamente e ha deciso di arrendersi. Non sono servite a niente neanche le suppliche di sua figlia, ha deciso di non collaborare, di non festeggiare il natale, di non fare l'albero, per rimanere seduta tutto il giorno su una poltrona.

Sapere che non sono l'unica a sentirmi così, a passare il natale piangendo mi fa sentire meno sola e più compresa. Auguro a tutti voi le migliori cose e, per come sono fatta io, vi dico di non perdere mai la speranza anche se tutti intorno a voi l'hanno già persa. Un caloroso abbraccio


cricri6767
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: ven 29 nov 2013, 6:04

Messaggio da cricri6767 » mer 25 dic 2013, 6:15

Facciamoci forza...
Un abbraccio Francesca e a tutte quante Voi che avete come me la tristezza nel cuore


francisole
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: ven 11 ott 2013, 17:17

Messaggio da francisole » mer 25 dic 2013, 9:12

Coraggio ragazze!


Enza76
Membro
Messaggi: 22
Iscritto il: gio 26 dic 2013, 5:11

Messaggio da Enza76 » gio 26 dic 2013, 5:39

Ciao Romana218, anche io sono nella tua stessa situazione. Per me è il primo Natale che passo a casa sola con la mia mamma, debilitata dalla terapia e dalla malattia, e mio papà... L'albero pensa che noi non abbiamo avuto neanche la forza di farlo.. Però nel nostro piccolo ci siamo dati gli auguri di buon natale davanti a un bel piatto di minestrina e un bicchiere di acqua frizzante con negli occhi, nel cuore e negli abbracci tanta tristezza e paura del presente e del futuro.

Tieni duro, teniamo duro... e andiamo avanti.. per loro.. le nostre ragioni di vita.

Tanti auguroni!


Susanna64
Membro
Messaggi: 92
Iscritto il: mer 13 nov 2013, 16:21

Messaggio da Susanna64 » gio 26 dic 2013, 16:53

Per me Natale, in quanto non credenti (ma rispettiamo chi crede) è la Famiglia e questo è il primo Natale senza mia madre ma abbiamo tentato con tutte le nostre forze io e il mio fidanzato pur senza luccicchii e alberi di Natale di passarlo in maniera serena. Ho fatto un regalo a mia madre vicino al piatto che noi mettiamo quando apparecchiamo (ce l'abbiamo in casa dentro un bellissimo vaso di ceramica) un regalo a mio padre anche Carlo l'ha fatto graditi da mio padre e un centro vaso di cristallo con un orchidea e un piccolo babbo natale che sarebbe senz'altro paciuto a mia madre. Ho un padre di 79 anni e non posso disperarmi, qualche difficoltà nel preparare il pranzo, superati con forza di volontà, monopoli alle 16,00 mio padre si era riposato nella poltrona, alle 18,00 gran mal di stomaco per il dolore dentro, superato alle 0,23 con un po' di Malox.

Non sempre si può essere forti e combattivi ma l'ho fatto per mia madre, per mio padre (classe 1934) e il mio fidanzato (classe 1960) che non ha più i genitori. Questo è stato il mio Natale .... Spero di non aver ferito nessuno Forza e coraggio Facciamoci forza per chi è con noi e dentro di noi.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Off topic: pensieri sparsi”