Reazione del malato terminale alla realtà dei fatti

In questa sezione si possono pubblicare tutte quelle discussioni che non trovano collocazione nelle altre stanze.
Rispondi
martielephant
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: lun 6 giu 2016, 10:28

Reazione del malato terminale alla realtà dei fatti

Messaggio da martielephant » lun 6 giu 2016, 12:27

Come hanno reagito i vostri familiarmi malati, quando gli è stato riferito la realtà dei fatti? Ovvero che non c'era piu nulla da fare?
Se ovviamente gli era stata dettta la verità?

Nel caso in cui non gli era stata detta, loro lo capivano? Dentro di loro si sentono che il ciclo si stava per chiudere?

Grazie per le vostre risposte.

Martina
<3

veronicaf
Membro
Messaggi: 402
Iscritto il: gio 19 giu 2014, 19:19

Re: Reazione del malato terminale alla realtà dei fatti

Messaggio da veronicaf » lun 6 giu 2016, 12:49

Certo che lo capiscono. A mio padre non ho mai detto che stava per morire. Ovviamente l'aveva capito ma mi teneva il gioco fino a quando non ce la faceva più e desiderava solo morire. Quando lo abbiamo portato in hospice aveva paura ed io gli ho detto di stare tranquillo perché c'ero io accanto a lui. Poi ha chiesto l'acqua e ha detto che aveva dolori. Ho chiamato l'infermiera e le ho chiesto se aumentava la morfina. Lui ha detto che finalmente stava bene e poi è entrato in una specie di coma. È stato così 3 giorni ed io gli ho stretto la mano fino al suo ultimo respiro. Era pieno di morfina e sembrava incosciente ma io sono sicura che mi sentiva.
Quando curi una malattia puoi vincere o perdere. Quando ti prendi cura di una persona vinci sempre.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2737
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Reazione del malato terminale alla realtà dei fatti

Messaggio da Franco953 » lun 6 giu 2016, 15:03

A papà abbiamo detto una mezza verità, ma quando è entrato nell'hospice ha capito completamente ciò che stava accadendo
Poteva girare in carrozzina e andava dalle infermiere per dire loro che ormai era giunta la fine dei suoi giorni e che aveva capito che il Signore si era stancato di lui.
Gli sono stato sempre vicino , cercando di rincuorarlo e alcuni momenti di intimità e di ricordi siamo riusciti a viverli ancora insieme
A volte scappavo in bagno per la grande voglia di piangere. Tanta tristezza che però a lui non ho mai manifestato.
Cercavo di convincerlo che attraverso le cure che gli stavano facendo , sarebbe stato meglio e lui "fingeva" di crederci
Grazie alle cure palliative, papà non ha avuto grandi sofferenze. Mangiava poco perchè aveva una continua nausea che lo assillava. Se ne andato una notte , perchè il cuore ha ceduto, dopo avere trascorso il giorno prima insieme con la moglie, i figli, i nipoti, ai pronipoti e ai migliori amici

Un abbraccio

Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Gera
Membro
Messaggi: 228
Iscritto il: gio 11 feb 2016, 23:41

Re: Reazione del malato terminale alla realtà dei fatti

Messaggio da Gera » mar 7 giu 2016, 9:02

Mio papà anche ha saputo tutta la verità fin dall inizio,anche perché era giovane,58 anni quando è arrivata la sentenza di morte.lui stesso ha sempre parlato con i medici.ma non so come l ha vissuto in modo normale,senza mai scomporsi,e sia lui che noi non abbiamo mai perso la speranza che le cose potessero cambiare fino all ultimo istante.per papà niente mirfina....si é addormentato parlando con noi.

Eleonora.
Membro
Messaggi: 17
Iscritto il: gio 31 mar 2016, 14:27

Re: Reazione del malato terminale alla realtà dei fatti

Messaggio da Eleonora. » mer 10 ago 2016, 10:09

Alla mia mamma non l'abbiamo mai detto e dubito che l'abbia mai capito. Abbiamo pensato che sarebbe stato meglio proteggerla e farla sentire al sicuro, piuttosto che metterla di fronte alla verità. Lei stava così male che, quando l'abbiamo ricoverata, le cure palliative hanno cominciato subito a farla sentire meglio: per questo pensava che la terapia stesse funzionando. Solo l'ultimo giorno, ha cominciato a sospettare che c'era qualcosa che non andava in lei, ma siamo riusciti a farla addormentare e, da allora, non si è più svegliata.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2737
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Reazione del malato terminale alla realtà dei fatti

Messaggio da Franco953 » mer 10 ago 2016, 19:00

Dolcissimo il tuo racconto Eleanora
Un racconto pieno d'amore
Anche tu sei dolcissima
Mi spiace per la mamma

Un abbraccio forte
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

ElettraG
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: sab 6 feb 2016, 17:12

Re: Reazione del malato terminale alla realtà dei fatti

Messaggio da ElettraG » mar 16 ago 2016, 17:53

Mio padre se n'è andato due settimane fa a 60.sapeva tutto,io sapevo tutto,ma per parecchio tempo non ce lo siamo detti,praticamente cercavamo di proteggerci a vicenda..quando l'oncologa ha voluto parlare privatamente con me ha capito subito di cosa si parlava e ha iniziato sarcasticamente a chiedermi quanto mancava,io ho cercato di rincuorarlo,di dirgli che non era detto e magari l'oncologa si era sbagliata..non ci volevo credere neanch'io e dicevo bugie a me stessa e a lui,lui mi ha risposto che giá lo sapeva,se lo sentiva. Una settimana dopo è crollato fisicamente e siamo andati in hospice..ha avuto un pomeriggio di grande luciditá e ho voluto parlarci chiaramente,approfittando di un momento di veritá assoluta tra di noi..gli ho detto che avevamo poco tempo insieme e lui mi ha risposto semplicemente "lo so,ma sono tranquillo"..gli ho detto quanto bene gli volessi,quanto fossi fiera di lui come padre e come uomo,l'ho ringraziato piangendo dalla disperazione,gli ho detto che gli sarei sempre stata accanto e così ho fatto,gli ho detto che sarei stata forte...lui mi ha detto "ti voglio bene" e anche dire poche parole era una fatica enorme per lui da quanto era provato e dolorante..non mi pento di avergli parlato anzi mi pento di non averne parlato prima per affrontare le sue e le mie paure insieme..

roslele
Membro
Messaggi: 71
Iscritto il: gio 28 lug 2016, 23:48

Re: Reazione del malato terminale alla realtà dei fatti

Messaggio da roslele » sab 20 ago 2016, 15:50

io ho mentito ....mentito...mentito....ho mentito anche oggi quando lui mi ha scritto che dopo un anno di cure non aveva visto miglioramenti ma anzi solo peggioramenti...dicendogli che doveva seguire quello che i medici gli dicevano....lui è giù di morale forse avrei dovuto dirglielo all'inizio "sai francesco sei giunto alla fine non so quando scadrà il tuo tempo ma so che deve scadere come il latte che abbiamo nel frigo"....cosi almeno non avrei creato false illusioni...dal cancro non si guarisce non quando lo hai scoperto tardi .....ma forse è destino c'è chi si salva e chi muore, oggi al tg hanno detto che una vecchietta è andata contromano per km ecco non era destino che morisse, non era scritto ....mi vien voglia di provare se questa teoria del destino è vera e lanciarmi in una corsa spericolata, oppure vedere se affogo o altro....scusate sono arrabbiata, triste...

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2737
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Reazione del malato terminale alla realtà dei fatti

Messaggio da Franco953 » sab 20 ago 2016, 16:27

Ros, credemi non è così. Ti ho risposto nel "Canto del Cigno"

Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Rispondi

Torna a “Off topic: pensieri sparsi”