6 MESI FA

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Lilly77
Membro
Messaggi: 53
Iscritto il: mar 10 dic 2013, 0:36

Messaggio da Lilly77 »

si si avevo visto dopo.. cmq fatto :-) Grazie!


Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Messaggio da Erika76 »

Ankio, mail inviata


MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi »

Ciao Erika, sempre di più mi stupisco della forza che ognuno di noi tira fuori quando ce n'è bisogno. Vivere o lasciarsi vivere dici? Concordo con te: lasciarsi vivere è più semplice ed io in passato l'ho fatto. Semplice nn vuol dire però giusto o soddisfacente. Le giornate si susseguono le une alle altre senza stimoli, emozioni. Tutto è piatto. Alla fine ti rendi conto che così non arrivi da nessuna parte e allora cambi rotta. Ci vuole coraggio per questo, ci vuole determinazione ma anche tanto amore nel cuore. Quell'amore che chi se n'è andato ci ha lasciato in eredità. Per questo, secondo me, si dice che chi è volato via continua a vivere in noi. Con tutta probabilità se quella o quelle persone fossero ancora con noi non saremmo così ricchi dentro e tu Erika, sei quella che più di altri, coi tuoi scritti profondi e introspettivi mi porta a riflettere e a capirmi. Noi siamo forti perchè abbiamo anche la forza di chi abbiamo amato.

Ciao Erika, ciao a tutti. Scusatemi se scrivo poco ma quando posso vi leggo. Un abbraccio e sempre AVANTI TUTTA


Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Messaggio da Erika76 »

E' vero, come diceva Linetta, per quanto possa sembrare paradossale, chi vola via rimane in noi e ne rimane la parte migliore, quella forte, determinata e decisa a vivere. L'apatia è una condizione transitoria e assolve una funzione, quella di farti capire la differenza tra la vita e la non-vita. Ho trascorso giorni interi con lo sguardo perso nel vuoto. In ufficio non mi accorgevo nemmeno di quello che mi succedeva intorno e una volta a casa, guardavo mia madre con gli occhi lucidi e le dicevo "ma, pensa tu a Lollo, devo dormire". Volevo dormire per non pensare, volevo qualsiasi cosa che non mi facesse pensare, qualsiasi. Poi un giorno ho aperto gli occhi e mi sono detta "per questo Dani hai lottato per quasi 3 anni? Per vedermi così, morire dentro?". No, non potevo, non dovevo. Fuori la vita andava avanti e io dovevo riprendere al volo il treno dal quale ero temporaneamente scesa. Ho dovuto correre, il treno si era allontanato, ma quando dopo una corsa che sembra durata un secolo l'ho ripreso, mi sono fermata, ho respirato profondamente e ho pensato: Vivi e sarà per te, per lui, per Lollo e per chiunque incontrerò sul mio cammino. Vivi e ama ed è quello che faccio, ogni giorno e se qualcuno si stupisce della mia forza, io rispondo solo questo "si chiama amore".

Ti sono vicina


art
Membro
Messaggi: 520
Iscritto il: mer 15 mag 2013, 17:26

Messaggio da art »

Ciao Erika ,ti leggo volentieri e leggo tanta profondità come sempre nei toi scritti e volevo dire agli altri amici del forum che io ho già letto la storia che tu mi avevi inviata a dicembre e mi sono profondamente commosso anche perchè molto simile alla triste esperienza con il cancro che ho vissuto io con la mia cara moglie.
Erika comunque ha avuto ed ha la forza di riprendere il suo percorso che , posso assicurare agli altri amici del forum, non è sempre scontato e non è facile perchè è possibile cadere in un burrone come in un vortice e non facilmente è facile risalire....ma poi scatta dentro una molla e dopo tante sofferenze e tanti combattimenti interni si prova in tutte le maniere a riprendere a correre e sperare di non cadere in quel burrone come dicevo prima...credetimi è molto difficile ed è una battaglia continua ...e penso che chi legge sappia cosa sto scrivendo perchè purtroppo il cancro lascia chi in una maniera e chi in altro......una vita ed una mente devastata e ferita sia a chi lo vive e lo combatte in prima persona e chi sta accanto e spesso si sente impotente e soffre in silenzio...ma le persone care ed amate ed ancota tuttora amate....sono loro stesso spesso a darti la forza a vivere questa vita...questa vita che tanto..tantissimo essi desideravano vivere ...
Un abbraccio forte ad Erika ed a tutti voi carissimi amici del forum da Arturo


Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Messaggio da Erika76 »

Art, esatto. Il burrone è sempre in agguato, ma io gli giro alla larga e se ci finisco ogni tanto dentro, so che posso uscirne, rinunciare mai!


art
Membro
Messaggi: 520
Iscritto il: mer 15 mag 2013, 17:26

Messaggio da art »

Bravissima Erika ....ed è lo stesso che penso per me e per la mia vita.

Un abbraccio da Art


whitefog
Membro
Messaggi: 4
Iscritto il: sab 7 dic 2013, 0:08

Messaggio da whitefog »

Sono un assiduo lettore del forum sebbene non commento quasi mai. Penso che le mie parole possano risultare superflue a confronto di cio' che ognuno di voi sta passando e ha passato. Siete delle persone a cui la malattia e la perdita di un proprio caro ha stravolto la vita ma continuate a remare controvento cmq! In particolare tu Erika,ti leggo sempre molto volentieri. Vi ammiro, un abbraccio.


Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Messaggio da Erika76 »

Grazie Whitefog.... davvero.

Erika


Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Messaggio da Erika76 »

P.S Whitefog, mi devi mettere un titolo nel pm, se no non riesco ad aprirlo....


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”