Non è facile decidere cosa fare, quale strada scegliere

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Isolina
Membro
Messaggi: 16
Iscritto il: sab 31 mag 2014, 9:36

Re: Non è facile decidere cosa fare, quale strada scegliere

Messaggio da Isolina »

In bocca al lupo Franco, lunedì farò il tifo per te !
crysty1988
Membro
Messaggi: 106
Iscritto il: mar 8 apr 2014, 15:34

Re: Non è facile decidere cosa fare, quale strada scegliere

Messaggio da crysty1988 »

Dai franco siamo tutti con te coraggio!!!
Avatar utente
carla.carboni
Membro
Messaggi: 538
Iscritto il: lun 14 nov 2011, 4:21

Re: Non è facile decidere cosa fare, quale strada scegliere

Messaggio da carla.carboni »

Ci sono anch'ioooooo
Carla
inps09
Membro
Messaggi: 32
Iscritto il: mar 11 mag 2010, 21:32

Re: Non è facile decidere cosa fare, quale strada scegliere

Messaggio da inps09 »

Ciao Franco, ormai avrai capito che parteggiamo tutti per la colonscopia: è inutile fasciarsi la testa prima di rompersela. Come esperienza personale ti posso dire che dopo un tumore alla prostata, asportata con successo (i margini del pezzo operatorio erano indenni dal tumore), dopo un anno e mezzo è ripresa la malattia. L'urologa che mi ha fatto la biopsia transrettale (e che ha diagnosticato un focolaio nella giunzione tra uretra e vescica), di sua iniziativa mi ha fatto un'ecografia veloce alla vescica, diagnosticandomi un polipo, che agli esami successivi è risultato un tumore di grado elevato ma non infiltrante del tessuto muscoloso. Se il tumore alla vescica veniva diagnosticato normalmente per i sintomi che avrebbe dato (perdite di sangue nelle urine), sarei arrivato nelle condizioni che il tumore avrebbe già infiltrato i tessuti adiacenti. Questo per confermarti che una diagnosi precoce di un eventuale problema è sempre positiva.
inps09
Avatar utente
carla.carboni
Membro
Messaggi: 538
Iscritto il: lun 14 nov 2011, 4:21

Re: Non è facile decidere cosa fare, quale strada scegliere

Messaggio da carla.carboni »

Allora Franco, com'è andata?
Carla
Franco53
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: ven 6 giu 2014, 9:59

Re: Non è facile decidere cosa fare, quale strada scegliere

Messaggio da Franco53 »

Ciao Ragazzi e ragazze,
si tratta di un polipo, ora devo attendere per il 27/6 la biopsia.
I referento, del quale non ci capisco nulla, è il seguente:
"Al sigma si esporta con ansa diatermica, previa infiltrazione di 3cc di soluzione fisiologica , polipo a corto pedunsolo di circa 10mm di diametro che si recupera per esame istologico. I rimanenti segmenti colici presentano regolare austratura,canalizzazione e rivestimento mucoso privo di lesioni, in retroversione, nel retto, moderata congestione emorrodiaria"
Conslusioni: polipectomia di polipo del sigma in corso di tipizzazione

Lo so , per avere informazioni certe bisogna attendere la biopsia ma , qualcuno di vio, sa già darmi qualche piccola informazione ?
Grazie
Franco
crysty1988
Membro
Messaggi: 106
Iscritto il: mar 8 apr 2014, 15:34

Re: Non è facile decidere cosa fare, quale strada scegliere

Messaggio da crysty1988 »

Ciao franco! Allora innanzi tutto puo'essere un polipo benigno..purtroppo la verita'e che bisogna aspettare xforza l istologico xke solo quello lo puo'dire..io riguardo il referto nn so darti molte informazioni xke mio papa'e stato operato d urgenza e nn ha avuto neanke il tempo di fare la colonscopia.. cmq sia xqualsiasi cosa siamo qui il primo passo l hai fatto uno alla volta in bocca al lupo noi siamo qui!
hermione
Membro
Messaggi: 220
Iscritto il: lun 26 ago 2013, 15:53

Re: Non è facile decidere cosa fare, quale strada scegliere

Messaggio da hermione »

Franco sono contenta che ti sei deciso a fare la colonscopia!E' una buona notizia che te l'hanno asportato, naturalmente bisogna aspettare l'istologico ma i polipi sono comunque in genere benigni, si trasformano in seguito in tumore.
Per rassicurarti ti dico che a mio papà hanno detto subito dopo la colonscopia che era qualcosa di brutto e che era da operare, naturalmente abbiamo dovuto aspettare l'istologico però il gastroenterologo ci aveva detto subito che era un tumore, quindi vedrai che arriveranno notizie positive.
valerino
Membro
Messaggi: 381
Iscritto il: gio 29 ago 2013, 5:31

Re: Non è facile decidere cosa fare, quale strada scegliere

Messaggio da valerino »

mah franco.... un polipo è un tumore, si dice ancora polipo per non spaventare inutilmente, ma quello è ... nella medicina più moderna è un termine ormai che è stato abolito. dall'istologico si vedrà cos'è, però insomma .... le dimensioni son piccole, 1cm, se è da più di 1 anno che hai fastidi direi proprio che verrà fuori qualcosa di benigno. ora ti aspettano una 20ina di giorni di attesa snervante per l'esame istologico .... e saranno, ahimè, molto duri:( a me trovarono un polipo alla vescica durante una delle tac di controllo che faccio ogni 3 mesi, andai nel pallone... era piccolino anche quello, ma non pensavo ad altro finché non ebbi il risultato e per fortuna venne fuori una cosa benigna, mi ci sarebbe mancato pure quello!
Franco53
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: ven 6 giu 2014, 9:59

Re: Non è facile decidere cosa fare, quale strada scegliere

Messaggio da Franco53 »

Chiedo scusa Valerino, ma non ho ancora molta "padronanza" con certe terminologie . Hai ragione su due aspetti principali:
1) il tumore è tumore ed è inutile chiamarlo in modo diverso solo per non farsi crescere, su tutto il corpo, la "pelle d'oca" quanto pronunciamo o leggiamo questa parola . Nel mio messaggio ho semplicemente riportato la terminologia presente sul referto e quindi utilizzata dai medici. Poi, senz'altro anche sul referto della biopsia, ancora una volta, non lo chiameranno "tumore" ma in 1000 altri modi. Probabilmente con l'esatto termine scentifico. Sono d'accordo con te però che la realtà è quella.... e non si scappa.
2) effettivamente già mi sto mangiando le unghie in attesa dell'esito della biopsia, Ci sarà solo fra 20 giorni. E' vero, sarà dura anche se mi chiedo perchè mi sto "mangiando le unghie"? Può cambiare qualcosa ? Penso proprio di no, per cui, il mangiarsi le unghie diventa una operazione inutile e , tra l'altro, dannosa per le unghie stesse.
Aspetterò quindi con "le mani in tasca" ispirandomi ad un famoso film del 1992 con Paolo Villaggio dal titolo : "Io, speriamo che me la cavo"
Franco
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”