buio

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
vale78
Membro
Messaggi: 13
Iscritto il: mar 28 gen 2014, 16:54

buio

Messaggio da vale78 »

Ciao a tutti.
Vi scrivo perchè sono alla ricerca di conforto, di aiuto, di luce.
Mi trovo nel buio più totale dopo aver perso la mia migliore amica il 4 luglio, 2 mesi fa, per un cancro al cervello a 33 anni.
In realtà ho perso la sorella che non ho mai avuto, il mio punto di riferimento e ho perso quegli occhi bellissimi che capivano tutto al primo sguardo.
Vi risparmio la storia della sua malattia e tutto il percorso che abbiamo fatto insieme, quotidianamente.
Ho pensato di scrivervi (vi leggo da tantissimo ed ogni tanto ho anche scritto qualcosa) perchè voi siete delle persone uniche nelle vostre storie uniche e forse potete capire quello che ho dentro.
Non riesco a vedere una sua foto, nè a leggere tutti i messaggi che ci mandavamo, sono andata al cimitero solo una volta, evito di pensare, evito di sentire le nostre canzoni. Ne parlo in famiglia e al lavoro (eravamo anche colleghe) ma rimango sempre nel vago.
Già a scrivere queste cose mi vengono le lacrime agli occhi...
Ho capito che sono nella fase del rifiuto o qualcosa del genere e da qui non mi muovo perchè ho paura che andando più a fondo la sofferenza sarebbe troppa.
Grazie a chi mi ha letto, ho capito che la condivisione è importante.
un abbraccio forte.
Vale

paola51
Membro
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 15:08

Re: buio

Messaggio da paola51 »

Cara Vale, conosco il tuo stato d'animo per esserci passata. Quando il dolore e' troppo grande non si riesce a parlarne con nessuno. Il cervello stesso prepara le difese e cerca di sviare il pensiero: e' un'autodifesa altrimenti credo davvero che si rischierebbe la morte. Per un po' di tempo sara' cosi, come se tu vivessi sott'acqua. Quanto tempo? ti chiederai. Non e' uguale per tutti e forse sbagliamo a bloccare la massa nera che abbiamo dentro: forse se la facessimo uscire guariremmo prima. Ma tra un po' starai meglio. So che non mi credi, non ci crede nessuno la' per la'. Ma per fortuna e' vero. Un grandissimo abbraccio

Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: buio

Messaggio da Erika76 »

Ciao Vale, quello che dice Paola è vero. Esiste un percorso fatto di fasi, una delle quali è la negazione. Si vive senza pensare, senza voler pensare, perché il minimo pensiero è lacerante. Credo che, per quanto possano divergere tra loro le situazioni, il dolore e il percorso associato abbiano caratteristiche simili. Vivere in una bolla, allontanare qualsiasi elemento che possa alimentare il ricordo di quel dolore, questa è la prima fase. A questa seguirà la presa di coscienza Vale, che può richiedere un tempo più o meno lungo a seconda di chi ci sta vicino, dalla forza che abbiamo in noi e che possiamo trarre dagli altri e purtroppo, non è una fase facile perché la presa di coscienza ti porta quasi a cercare quel dolore che fino a poco tempo prima si è voluto allontanare. Ma si supera anche quella Vale, e piano piano, si riemerge e il come può variare, ma si arriva a comprendere che la morte è rinascita dal cancro, liberazione dalla non vita, restituzione della dignità che il cancro toglie uccidendo lentamente e inesorabilmente chi più amiamo. Tutto passa Vale. Poi ci saranno sempre momenti bui ai quali farà da eco altro sole, perché il cancro ci cambia per sempre, ma ci cambia da dentro e in meglio e te ne accorgerai.
Ti sono vicina
Erika

ElenaL
Membro
Messaggi: 50
Iscritto il: mar 22 lug 2014, 15:37

Re: buio

Messaggio da ElenaL »

Ciao Vale, mi dispiace tanto per la tua amica e coetanea, capisco cosa stai passando, ci sono passata tanto tempo fa per la morte di papà e purtroppo ci sto passando ora con la mia mamma che sta perdendo la lotta contro il tumore. Sono sicura che il tempo ti aiuterà e quello che hanno scritto le altre ragazze è vero. Devi essere forte e vivere anche per la tua amica che non c'è più e dare il meglio. Ti scrivo le stesse cose che dico a me stessa da quando mi hanno detto che mamma è in fase terminale. In teoria è tutto semplice ma so che non è così.

Questo forum è molto bello proprio perchè possiamo condividere delle situazioni con tanti che le hanno già vissute e che ci dimostrano che la vita va avanti e che poi torna anche la felicità.
Speriamo di reggere.

Elena

vale78
Membro
Messaggi: 13
Iscritto il: mar 28 gen 2014, 16:54

Re: buio

Messaggio da vale78 »

Cara Paola,
grazie mille per le tue parole, leggendole mi sono sentita un pò normale... ho pensato che la mia reazione di rinchiudermi nella bolla non fosse appropriata... io ancora non metto nel portafoglio il suo ricordino (come invece hanno fatto tutti) perchè mi fa male pensare che tutto quello che lei era, che lei voleva, i suoi progetti, le sue passioni, possano essere rinchiuse in una piccola foto e basta! non lo accetto. Paola, grazie perchè dalla tua risposta si sente una grande speranza di stare meglio!

Cara Erika,
hai perfettamente ragione, sto vivendo senza pensare, senza voler pensare. Prenderò coscienza prima o poi? non lo so.... ho bisogno di tempo, ho bisogno di stare da sola e soffrire da sola con me stessa. Quando lei stava male, ho annullato il mio dolore, le mie ansie per farle forza, per cercare di darle più coraggio possibile fino alla fine. Adesso mi sento così sola e spaesata.. ma anche tu come Paola mi dici che tutto passa e io non posso fare altro che credervi. Grazie Erika, hai sempre una parola speciale per tutti.

Cara Elena,
mi dispiace per il tuo papà e adesso per la tua mamma. Certo, il dolore per la perdita di un genitore penso sia lancinante, ma anche tu mi trasmetti tanta forza e speranza. Come dici tu questo forum è un posto speciale dove praticamente ti senti a casa e soprattutto ti senti capita, perchè magari al di fuori ti senti come un alieno... un abbraccio e sicuro reggerai!

Vale

chiarotta
Membro
Messaggi: 303
Iscritto il: gio 7 nov 2013, 21:41

Re: buio

Messaggio da chiarotta »

Cara Vale, ce ne vuole per riprendersi..non c'è una ricetta...non c'è una soluzione altra dal tempo. Ho creduto per tanto che non sarei più riuscita a star bene..mi pareva impossibile e senza senso..a volte mi sembra ancora senza senso e inaudito tutto quelo che è successo dal 5 gennaio 2012 ad oggi, passando per il 17 ottobre 2012, giorno in cui il mio babbo ha smesso di soffrire. Spesso mi pare ancora impossibile e non vero. Mi pare tanto e poco tempo..non lo so. Io e mia madre siamo andate avanti dopo mesi tremendi. Anche te uscirai da questo vuoto col tempo..credimi.ma ci vuole pazienza..il dolore deve fare il suo corso..non siamo macchine..magari bastasse schiacciare un bottone!coraggio.

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”