Non c’è più niente da fare. E’ malato terminale. Perchè?

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
art
Membro
Messaggi: 520
Iscritto il: mer 15 mag 2013, 17:26

Re: Non c’è più niente da fare. E’ malato terminale. Perchè?

Messaggio da art »

Erika e Milena,siamo qui giustamente a porci delle domande a rivedere le nostre storie e fare tante considerazioni su storie di cancro vissute e vive nella nostra vita .Chi attraversa il cancro perchè lo ha raggiunto sa da sempre forse dal primo momento che la sua vita è appesa ad un filo e chi gli sta vicino sa benissimo e lo sprona in tutte le maniere a farsi forza che si può superare e si può vincere perchè poi sappiamo che è successo e molti si sono salvati o meglio sono guariti ma tantissimi altri, forse oserei dire una buona parte non ce l'ha fatta .Chi è ammalato e chi sta accanto per tutto il decorso della malattia queste le cose le sa e spesso non vuole dire perchè il cancro è anche speranza , è voglia di vivere una vita che ti sta sfuggendo di mano e forse per sempre.Chi è accanto ai propri cari come lo sono stato io e una parte delle persone che scrivono qui sopra sa che deve combattere spesso una battaglia solo per dare forza e coraggio a coloro che si ama e che soffrono fisicamente a chi il cancro lo vive in prima e diretta persona. Noi che siamo stati o stiamo accanto alle persone che si sono ammalate di cancro attraversiamo noi stessi un percorso che spesso ti svuota , ti distrugge ma soprattutto ti rende impotente pur tentando in tutti modi di dare forza e coraggio a chi si è ammalato.Attraversi ospedali , terapie, speranze come angosce ,chemioterapia che spesso e volentieri sono palliative ,incontri dottori che ti fanno arrabbiare ma che loro stessi ,oltre quello che hanno studiato ,per la professionalità acquisita e conoscenze per esperienze dirette in una corsia di ospedale non possono far altro di ripetere le solite cose ...a volte sono stanchi anch'essi di parlarti di ripetere cose o terapie ripetitive che forse ritengono nemmeno efficaci...insomma anch'essi sono spesso impotenti su molti casi di cancro che come patologia variegata con le varianti porta o può portare alla morte . Lo sappiamo tutti chi si ammala e chi assiste ,un tempo ,forse sino a pochi anni fa, non si pronunciava nemmeno e si sussurrava come "un brutto male" quasi per esorcizzarlo. Adesso nel tempo che stiamo vivendo ed in questi ultimi decenni sappiamo per le informazioni e notizie date come per gli studi di ricerca di più sul cancro e sappiamo che bisogna prevenirlo per estirparlo o curarlo con efficacia, abbiamo certamente macchine e strumentazioni elettroniche sofisticate che nell'accertamento diagnostico sono migliori a confronto di 10 o 15 anni fa....ma lo stesso fa paura averlo e trovartelo tra i piedi perchè il cancro fa parte della nostra vita .Probabilmente oltre a fattori genetici o meglio dire "familiarità" come dicono spesso gli oncologi indagando nel passato dei componenti della famiglia ,oltre a questo c'è l'ambiente , il cibo la vita da stress che facciamo tutti i giorni hanno aumentato i casi di questa patologia .Oggi ne sappiamo di più , riusciamo con alcuni mezzi strumentali ed alla prevenzione probabilmente a combatterlo maggiormente che in passato ma purtroppo altri fattori contingenti hanno fatto si che esso è aumentato ...purtroppo.....

Rimane carissima Erika e Milena il fatto umano ,la vita che chi ha sopravvissuto al cancro dei propri cari ed al segno che ha lasciato in noi, e rimaniamo spesso pensierosi , addolorati , chiusi nel nostro intimo e nella nostra mente rimuginando il senso di questa vita , dove tantissimi prima di noi e sicuramente tantissimi altri dopo di noi si chiederanno proprio "il senso"e scaviamo dentro di noi stessi con il cancro il perchè e il per come della vita ,l'amore per questa vita , la forza anche di continuare ma spesso anche la rabbia che ci cova dentro perchè avremmo voluto avere delle risposte che non abbiamo mai ricevuto non solo dai dottori (che ricordiamo sono uomini come noi anche se si affidano alla scienza.....ed al relativismo... ) ma proprio da questa vita che viviamo. E se ci guardiamo dentro scoviamo le amarezze profonde ed anche la consapevolezza della nostra impotenza manifestata perchè siamo come un granellino di sabbia in un oceano profondo e come tutti i granellini di sabbia possiamo essere spazzati da una tempesta più forte e più grande di noi, ma anche dalla consapevolezza che questa vita deve essere vissuta e nel caso mio personale è stata propria Caterina ,mia moglie , a sussurrarmelo a dirmelo di proseguire .Come ho già detto in passato su questo forum e come sanno tanti che mi conoscono e come Erika sa è stata alla fine propria moglie a lasciarmi il testimone di questa vita e forse a sussurrarmi il "senso" di questa vita proprio a lei che la vita le stava scivolando per sempre ed a poco più che 50 anni mi lasciava la sua energia ...che posso raccogliere ma non nascondo che mi fa male dentro...molto male ....

Un abbraccio e buona serata carissime amiche Erika e Milena ed a tutti voi amici del forum .
Art
Milena
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: mer 22 ott 2014, 18:10

Re: Non c’è più niente da fare. E’ malato terminale. Perchè?

Messaggio da Milena »

Sono al fianco di una persona malata terminale di cancro microcitoma a piccole cellule al quarto stadio con metastasi in tutti gli organi... le mie ore le passo qui al suo fianco non è una madre non è una sorella e una meravigliosa amica, e vederla soffrire così tanto mi spezza il cuore non si può fare nulla questa è la verità nuda e cruda e lei lo sa... però ancora oggi con un'agonia tertibile rifiuta gli ipnotici ma come si può fare a convincerla che deve lasciarsi andare? Così morira nel dolore più atroce...
art
Membro
Messaggi: 520
Iscritto il: mer 15 mag 2013, 17:26

Re: Non c’è più niente da fare. E’ malato terminale. Perchè?

Messaggio da art »

Milena mi dispiace tantissimo per la tua amica e non sono parole di circostanze ma dettate dal cuore e dalla conoscenza di che cosa può provare sia la persona come la tua cara amica sia tu che le sei vicina. Sono dolori atroci per coloro che li sopportano ed angosce per chi sta lì accanto impotente ....
Non aggiungo altro ma permettimi un abbraccio forte dal cuore sia alla tua amica che a te .
Art.
maddalena
Membro
Messaggi: 1077
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05

Re: Non c’è più niente da fare. E’ malato terminale. Perchè?

Messaggio da maddalena »

Anch'io mi unisco ad Art per un grande e forte abbraccio dal profondo del cuore.
johnjoe
Membro
Messaggi: 174
Iscritto il: mar 15 lug 2014, 8:10

Re: Non c’è più niente da fare. E’ malato terminale. Perchè?

Messaggio da johnjoe »

mi unisco anche io e prego perchè il passaggio sia il piu' lieve possibile
Milena
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: mer 22 ott 2014, 18:10

Re: Non c’è più niente da fare. E’ malato terminale. Perchè?

Messaggio da Milena »

È stato bello ricevere le vostre parole
grazie art
grazie Maddalena e
grazie Johnjoe.
Quanto dolore...
Milena
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: mer 22 ott 2014, 18:10

Re: Non c’è più niente da fare. E’ malato terminale. Perchè?

Messaggio da Milena »

Oggi sono 9 giorni che non c'è più... mi manca tanto
Anto58
Membro
Messaggi: 50
Iscritto il: lun 7 lug 2014, 14:15

Re: Non c’è più niente da fare. E’ malato terminale. Perchè?

Messaggio da Anto58 »

Un abbraccio MIlena
e una preghiera per tutti noi.
valef
Membro
Messaggi: 38
Iscritto il: sab 19 lug 2014, 11:43

Re: Non c’è più niente da fare. E’ malato terminale. Perchè?

Messaggio da valef »

Coraggio Milena. La mia mamma manca da un mese ed e' durissima. Sii forte , un abbraccio
Simonetta64
Membro
Messaggi: 193
Iscritto il: mer 5 nov 2014, 10:45

Re: Non c’è più niente da fare. E’ malato terminale. Perchè?

Messaggio da Simonetta64 »

Forza Milena, ieri erano quattro mesi che mio marito non c'è più, aveva solo 53 anni, è un dolore devastante, ci si sente vuoti dentro, senza forza......ma purtroppo questa è la vita e non possiamo fare niente tranne che andare avanti anche per loro che non ci sono più e che vorrebbero vederci forti e sereni......
Ti abbraccio e un abbraccio anche a tutti gli altri di questo forum siete davvero meravigliosi, Art scrivi sempre cose molto toccanti e mi rivedo in molti tuoi pensieri.
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”