empatia

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
local
Membro
Messaggi: 113
Iscritto il: gio 26 feb 2015, 17:22

empatia

Messaggio da local » gio 3 dic 2015, 17:38

Questa discussione non piacerà a molti...ma ho notato qualcosa che capita a me e quindi penso di non essere il solo. Sono molto affezionato a questo forum, mi ha aiutato tantissimo. Adesso vedo che si scrive meno. Io personalmente duro un pò di fatica a scrivere perchè ho la sensazione che se non siamo sempre pieni di speranza, c'è qualcosa di sbagliato nel nostro atteggiamento. Quando mi sono avvicinato al forum ho trovato comprensione sempre, sia nei momenti di coraggio che in quelli in cui la tristezza aveva il sopravvento. adesso sembra quasi che abbiamo paura a dirci le cose, sembra quasi che i momenti di debolezza o di stanchezza debbano subito essere tamponati ma il bello di ritrovarci qui era anche non avere risposte solo condividere per sentirsi meno soli...

Monica66
Membro
Messaggi: 73
Iscritto il: lun 2 feb 2015, 19:46

Re: empatia

Messaggio da Monica66 » gio 3 dic 2015, 18:23

Sono d'accordo, anch'io mi sento un pò così qui...
Ti abbraccio Monica66

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3243
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: empatia

Messaggio da Franco953 » gio 3 dic 2015, 19:06

Bello il problema che hai posto. Bello e , soprattutto difficile

Sto riflettendo sulle tue considerazioni e mi viene in mente che , forse possono esserci dei dubbi , sulla gestione complessiva del forum
Molti di noi, ma io soprattutto, negli ultimi mesi ho voluto partecipare attivamente alle diverse discussioni sottolineando l'importanza di determinati sentimenti quali LA SPERANZA, LA FIDUCIA e il desiderio di guarire

Il nostro gruppo ha cercato di dare comunque una risposta, nel bene e nel male, a tutte le richieste di aiuto che arrivavano periodicamente
Risposte che hanno sempre avuto come unico obiettivo quello di dare nuova fiducia e nuova speranza a coloro che l'avevano persa
Risposte che volevano dare forza a coloro che non ne avevano per affrontare la malattia

A volte, personalmente, devo ammettere che ho contestato persone che sostenevano teorie quali l'impossibilità di guarire dal tumore, il giudicare tutti medici degli incompetenti, il considerare le attuali cure contro il tumore come semplici palliativi, l'inutilità di credere nella speranza in quanto era considerata solo una pura fantasia.

Pensandoci, questo metodo ha , forse, inconsapevolmente "messo il bavaglio" a coloro che hanno idee diverse da quelle sopra riportate.
Forse queste persone in precedenza partecipavano più attivamente perchè non temevano di essere contestate e quindi esprimevano liberamente la loro opinione.

Forse local, è proprio questo che intendi quando dici "adesso sembra quasi che abbiamo paura a dirci le cose"

Anche se, ad onor del vero, nessuno ha mai limitato, nell'ambito del forum la libertà di espressione. Anzi mi sembra che sia stata sempre richiesta ed incentivata

Tuttavia vorrei sentire anche altre opinioni perchè può darsi che la mia presenza sia troppo assidua e possa diventare opprimente per gli altri

In questo caso, naturalmente, per il rispetto che provo nei confronti di tutti gli iscritti e per il grande "amore" che provo per il Forum , non esiterei a farmi da parte .



Un abbraccio

Franco
Ultima modifica di Franco953 il gio 3 dic 2015, 22:26, modificato 1 volta in totale.
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Alessandra68
Membro
Messaggi: 317
Iscritto il: mer 15 lug 2015, 21:30

Re: empatia

Messaggio da Alessandra68 » gio 3 dic 2015, 20:58

Ciao a tutti. Io entro ed esco e poi rientro nel forum...per problemi di tempo, stanchezza mentale (soprattutto) e altro.
Franco: non credo che sparire dal forum per 1 mese sia utile per te e tutti noi..sei troppo importante per coloro che hanno bisogno delle tue parole. Non devi...piuttosto e forse quando vi sono interventi di coloro che hanno bisogno di essere ascoltati é meglio "solo" ascoltare o portare la propria esperienza...ma non porre il "dovere" di credere nella Speranza e Fiducia. Semplicemente perché siamo diversi. Accogliere il dolore aiutando l'altro a rispecchiarsi nelle nostre parole é cosa complessa. Specie su di un forum on line. E la cosa da tenere a freno é l'impulso a dare risposte preconfezionate in materia di sentimenti..per alcune persone é più importante buttar fuori che sentirsi dire di credere in qualcosa. Semplicemente buttar fuori. Ma chi ascolta non deve trattenere tutto..deve selezionare.
Non é semplice gestire questo processo anche perché dare le indicazioni può essere più un bisogno nostro che dell'altro..umano, più che umano. Ci mancherebbe. Ma non serve all'altro..perché l'altro avverte e sente che in realtà non viene ascoltato.
Nell'ascolto c'é il rimando..il rimando sulle emozioni che si prova in queste tristi situazioni. E ognuno ha le sue. Ma raccontare le proprie emozioni mentre si ascolta le altrui ritengo faccia bene a tutti.
Perché tutti abbiamo bisogno. Tutti.
Un enormissimo saluto a tutti.

veronicaf
Membro
Messaggi: 402
Iscritto il: gio 19 giu 2014, 19:19

Re: empatia

Messaggio da veronicaf » gio 3 dic 2015, 21:25

Franco non sparire assolutamente dal forum per favore perché a me le cose che scrivi aiutano molto. In questo periodo mi sento sola al mondo e sapere che posso scrivere qui e ricevere una risposta da te mi fa stare bene.
Quando curi una malattia puoi vincere o perdere. Quando ti prendi cura di una persona vinci sempre.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3243
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: empatia

Messaggio da Franco953 » gio 3 dic 2015, 21:52

Condivido Ale. Bisogna sapere anche ascoltare
Però, volevo esprimere alcune considerazioni

Premetto, come dico sempre, che io non sono nessuno non ho specializzazioni o particolari competenze e non frequento il Forum per avere delle soddisfazioni personali.

Sento semplicemente la necessità di "dare" qualcosa agli altri. Un sorriso, una parola, una frase, un po' di speranza.

Leggo e ho letto decine e decine di messaggi e , a parte quelli che ci scambiamo con i soliti frequentatori , quasi tutti raccontano la loro storia , i loro problemi ma poi si aspettano una risposta, una indicazione, un suggerimento.

L'altro giorno, ad esempio, ho letto un post accorato di una persona con una recidiva che , concludeva il suo racconto con la frase " Vi prego datemi il coraggio di affrontare questa nuova prova" .

Ricordo altri post con i quali le persone mettono in evidenza le loro difficoltà. Si sentono spaesati, non sanno cosa fare perchè si trovano di fronte ad un problema "più grosso" di loro

Non puoi limitarti ad ascoltare perchè così facendo li lasci soli nella loro sofferenza e non sei di nessuna utilità. Se vuoi essere utile devi cercare di aiutarli e la cosa migliore che gli puoi dire è che c'è , come effettivamente c'è, la speranza di guarire, di superare le difficoltà . Come ? Con la bacchetta magica ? No, semplicemente con la lotta e con la speranza. E allora cerchi di infondere quella forza che non c'è e che gli permetterà di prendere il coraggio tra le mani e andare avanti

A volte mi sembra che la mia partecipazione al Forum venga apprezzato. Ho ricevuto e ricevo messaggi sul forum, ma anche privati di persone che , in fondo , mi danno atto del coraggio che sono riuscito a trasmettere ad ognuno di loro.

Tuttavia, ripeto, può darsi che questa sia solo una mia interpretazione e quindi che "lascia il tempo che trova"

Un abbraccio

Franco
Ultima modifica di Franco953 il gio 3 dic 2015, 22:20, modificato 2 volte in totale.
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

delena
Membro
Messaggi: 391
Iscritto il: ven 8 mag 2015, 19:34

Re: empatia

Messaggio da delena » gio 3 dic 2015, 22:18

Ciao Local, ottimo post!!!
La tristezza il dolore la disperazione e tutte le emozioni etichettate "negativamente" hanno il diritto di esistere tanto quelle "positive". Senza le une non esistono le altre.
Io con il cancro sono arrabbiata perché ho visto cosa fa e come ci porta via le persone. Quindi quando sento "parlare" di speranza qui sul forum un po' mi irrita perché sono ferita perché sento che mi è stata portata via una parte importante della mia vita, però questo non significa che per "una" battaglia persa gli altri non abbiano il diritto di sperare crederci e nutrirsi di quella speranza per salvarsi la vita. E' fondamentale crederci e promuovere la vita come si fa qui nel forum!!
Ecco.. forse chi ci entra cerca una parola di conforto.. è disperato.. a paura.. è triste per la sua perdita.. e sentir parlare di cose positive lo può turbare o gli può essere di aiuto.. siamo tutti diversi..
semplicemente si rispetta cosa scrive l'altro.
Se leggi i post che ho lasciato, ad esempio, non sono cero carichi di allegria anzi invitano a tirar fuori e condividere il dolore.. poi se uno se la sente lo fa..
Forse anche qui accade che chi rimane percepisce che le sue emozioni debbano essere soppresse in favore della presunta positività..
Sai a volte la positività non è che un tentativo di non soccombere alla cruda realtà,e se questa aiuta a venire a capo della situazione ben venga.
Per chi affronta la battaglia positività e speranza sono FONDAMENTALI sono l'antidoto per affrontare con successo tutto il percorso che altrimenti sarebbe già persa in partenza. (dal mio punto di vista)
Per chi sostiene o è rimasto il discorso è diverso, ha bisogno di esprimere tensioni preoccupazioni paure negatività.. insomma esprimere il proprio dolore.. e credo sia per questo che nel forum esista la sezione pensieri sparsi (forse)
Sono due realtà differenti che hanno bisogno di spazi diversi.
Hai fatto stra-bene ad esprimere le tue perplessità!! Bel tema di confronto!!
Nessuno ci vieta QUI di esprimere le nostre emozioni sentitevi liberi di farlo!!
Inizierò io in un altro post :)
Un caro abbraccio a tutti!! E uno speciale a te Veronica!! ❤❤❤
Se volete ci si può incontrare o vi posso lasciare la mia e-mail personale se avete voglia di condividere più da vicino le vostre esperienze e io con voi la mia!! Ho letto nei vari post che qualcuno di voi è di MIlano o dintorni.. per me non sarebbe un problema incontrarvi per scambiare due chiacchere se può essere utile!! Mi sposterei volentieri per conoscervi:)

arietina
Membro
Messaggi: 47
Iscritto il: lun 28 set 2015, 15:18

Re: empatia

Messaggio da arietina » gio 3 dic 2015, 22:58

Buonasera a tutti :-)
Inizio da te Franco per dirti di continuare ad esserci ...anche per me le tue parole sono state di conforto ...e leggo sempre le parole di conforto che hai sempre per tutti ..la tua presenza è a mio avviso molto preziosa qui .non è sempre facile trovare le parole giuste per confortare ..ma tu ci riesci benissimo .
Per quanto riguarda questo forum a cui mi sono iscritta non da molto ..purtroppo a me non è in realtà molto di conforto poiché sono molte più le cose negative che leggo di quelle positive ..daltronde chi è qui ,me compresa , non è certo x una situazione di gioia ..questo è un forum in cui ci si confronta per situazioni dolorose ahimè .
Io stessa non sto in realtá parlando molto di mio padre ...a cui è stato diagnosticato un adenocarcinoma polmonare al iv stadio con metastasi ai linfonodi nel mediastino e noduli bilaterali ..quindi inoperabile ..
Ha iniziato la prima chemio qs lunedì ..non ha avuto alcun effetto collaterale .(mio padre sta assumendo già da tempo diversi rimedi naturali utili a rinforzare il sistema immunitario ).e di umore è su..lui sta bene.e sta reagendo davvero molto bene ..non è Deperito ..non ha dolori /fastidi e sta continuando a fare tutto ciò che ha sempre fatto ..
Ma qui ho letto post similari alla situazione di mio padre anche vecchi che iniziano bene ma che poi hanno avuto epiloghi Brutti..ed allora ecco che qui mi intristisco ..perché non trovo post dai risvolti positivi sulla stessa malattia di mio padre ..ed allora mi dico :"ma tutti i tumori al polmone non operabili vanno a finire male per forza ?? Possibile non esistano possibilità di cura ? Parlo di cura e non di guarigione ..xche ho ben capito che di guarigione si può parlare solo in caso di operabilitá ovvero di asportazione del tumore ..
Qs mi chiedo ... io voglio credere che esista una cura che possa almeno stabilizzare la malattia ..bloccarla ..
Scusate se mi sono dilungata ..quando inizio a scrivere non smetto più ! Un abbraccio a tutti

arietina
Membro
Messaggi: 47
Iscritto il: lun 28 set 2015, 15:18

Re: empatia

Messaggio da arietina » gio 3 dic 2015, 22:59

Buonasera a tutti :-)
Inizio da te Franco per dirti di continuare ad esserci ...anche per me le tue parole sono state di conforto ...e leggo sempre le parole di conforto che hai sempre per tutti ..la tua presenza è a mio avviso molto preziosa qui .non è sempre facile trovare le parole giuste per confortare ..ma tu ci riesci benissimo .
Per quanto riguarda questo forum a cui mi sono iscritta non da molto ..purtroppo a me non è in realtà molto di conforto poiché sono molte più le cose negative che leggo di quelle positive ..daltronde chi è qui ,me compresa , non è certo x una situazione di gioia ..questo è un forum in cui ci si confronta per situazioni dolorose ahimè .
Io stessa non sto in realtá parlando molto di mio padre ...a cui è stato diagnosticato un adenocarcinoma polmonare al iv stadio con metastasi ai linfonodi nel mediastino e noduli bilaterali ..quindi inoperabile ..
Ha iniziato la prima chemio qs lunedì ..non ha avuto alcun effetto collaterale .(mio padre sta assumendo già da tempo diversi rimedi naturali utili a rinforzare il sistema immunitario ).e di umore è su..lui sta bene.e sta reagendo davvero molto bene ..non è Deperito ..non ha dolori /fastidi e sta continuando a fare tutto ciò che ha sempre fatto ..
Ma qui ho letto post similari alla situazione di mio padre anche vecchi che iniziano bene ma che poi hanno avuto epiloghi Brutti..ed allora ecco che qui mi intristisco ..perché non trovo post dai risvolti positivi sulla stessa malattia di mio padre ..ed allora mi dico :"ma tutti i tumori al polmone non operabili vanno a finire male per forza ?? Possibile non esistano possibilità di cura ? Parlo di cura e non di guarigione ..xche ho ben capito che di guarigione si può parlare solo in caso di operabilitá ovvero di asportazione del tumore ..
Qs mi chiedo ... io voglio credere che esista una cura che possa almeno stabilizzare la malattia ..bloccarla ..
Scusate se mi sono dilungata ..quando inizio a scrivere non smetto più ! Un abbraccio a tutti

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3243
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: empatia

Messaggio da Franco953 » ven 4 dic 2015, 9:51

veronicaf ha scritto:Franco non sparire assolutamente dal forum per favore perché a me le cose che scrivi aiutano molto. In questo periodo mi sento sola al mondo e sapere che posso scrivere qui e ricevere una risposta da te mi fa stare bene.
Veronica, piccola
io per te ci sarò sempre qui nel forum o anche in privato (fd.53lombardia@gmail.com)
Se vuoi puoi scrivermi e a me fa solo piacere
Ha ragione la mia amica Alessandra. Bisogna imparare anche ad ascoltare
Il primo impulso è quello di intervenire per dire la tua ma, a volte, le persone si confidano perchè vogliono solo sfogarsi.
E' giusto, ed io dagli altri devo solo imparare
Cercherò quindi di ascoltare più che in passato, ma non avere dubbi, io sono sempre qui

Un bacio sulla fronte

Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”