MIO PADRE STA MORENDO?

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
paguro
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: mar 5 lug 2016, 12:48

MIO PADRE STA MORENDO?

Messaggio da paguro »

Buongiorno, mio papà è al IV stadio con metastasi ossee, linfonodali, epatiche e sospette polmonari (Adenocarcinoma Prostatico con Prostatectomia Radicale eseguita nel 2001, quindi 15 anni fa), ha 75 anni.
Hanno sospeso tutte le cure, lui si curava con ABIRATERONE da 24 mesi, dopo che la radioterapia e la Chemioterapia sono state terminate negli anni precedenti (praticamente la recidiva è ricomparsa nel 2012 e da allora ha fatto tutte le cure possibili).
Adesso è seguito dall'assistenza domiciliare per la terapia del dolore e assume Ossicodone 10mg al giorno + Plasil per evitare il vomito.
Da una settimana circa è dimagrito notevolmente, ha i piedi gonfi, dorme praticamente tutto il giorno e mangia a stento un pò di frutta nell'intero arco della giornata, è molto confuso mentalmente, non ha ittero, cammina ancora da solo ma con moltissima fatica.
Ho provato a chiedere sia agli oncologi dell'ospedale sia a quelli della cura del dolore ma nessuno mi sa dire se stia morendo o no. Incredibile non riesco ad ottenere una risposta che mi faccia un pò di chiarezza.
Vorrei sapere se qualcuno di voi mi può aiutare a capire meglio, cosa mi devo aspettare, se devo farlo ricoverare, se ancora è presto, da cosa si capisce che un malato terminale è arrivato veramente al termine o ancora no...
Vi ringrazio tantissimo per l'aiuto che vorrete darmi. Un abbraccio.
AMOREMIOPERSEMPRE
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: mar 5 lug 2016, 20:03

Re: MIO PADRE STA MORENDO?

Messaggio da AMOREMIOPERSEMPRE »

Ciao, posso solo dirti che la mia esperienza personale ha avuto un iter terribile, mio marito è stato dimesso il 25 maggio con assistenza domiciliare a casa... morfina per terapia del dolore...non si è mai preparati, nessuno può dirti quando e se finirà... stagli accanto e dedicagli tutto il tempo che puoi, sicuramente ha bisogno di tanto affetto, anche se potrebbe essere insofferente. Mio marito fino a che è stato presente mi dava sempre baci ogni volta che avvicinavo il mio viso al suo. Solo 8 giorni, di cui gli ultimi 5 non era più cosciente, non mangiava più, beveva solo, ma poco, non si muoveva più, gonfio, le sue meravigliose braccia sudavano freddo, gliele ho asciugate sempre, ogni secondo. Stagli vicino questo sento di dirti e ti abbraccio forte forte. Rosy
Carolina
Membro
Messaggi: 97
Iscritto il: lun 9 mag 2016, 9:23

Re: MIO PADRE STA MORENDO?

Messaggio da Carolina »

Anche mio fratello è messo così è nessuno si è pronunciato sui tempi... Ha le gambe gonfie, dorme quasi sempre e cammina a stento... Lui è ancora lucido, quando è sveglio... E vomita spesso solo acidi gastrici perché non assume più niente per via orale. Se qualcuno può dirci qualcosa lo faccia per favore...
Gera
Membro
Messaggi: 229
Iscritto il: gio 11 feb 2016, 23:41

Re: MIO PADRE STA MORENDO?

Messaggio da Gera »

Paguro la situazione è davvero molto critica,mi sento crudele, credimi, ma il gonfiore è davvero un brutto segnale, a mio papà si gonfiarono i piedi 3 mesi prima,poi il gonfiore arrivò alla mano...e 6 giorni dopo amen.Ricordo che per giorni non mangiò più nulla,solo acqua e i flaconcini energetici,ma poi nemmeno quelli riusciva più a deglutire.aveva una nausea terribile,il viso completamente giallo in cui si vedevano solo gli occhi sporgenti e le orecchie, perché un vero viso non esisteva più. Dormiva spesso,ma sempre lucido,aveva i rantoli da almeno 4 giorni prima,non riusciva a stare in nessuna posizione perché gli faceva male ovunque. Poi l ultimo giorno,era in tutte queste condizioni e di diverso ci fu che alle 4 del mattino iniziò ad avere difficoltà respiratorie, gli prendemmo la bombola di ossigeno, alle 9 iniziò a non riuscire più a parlare bene e a non coordinare più i movimenti delle mani,alle 9.15 a stento riuscì a portare un bicchiere alla bocca e volle coricarsi sul divano.non si alzò più, non parlò più, ma era lucido e si faceva capire a gesti e sguardi. Questo per 3 ore,gli tenevo la mano e ascoltavo il rumore della bombola,esattamente alle 12.14 sul mio cellulare arrivò un msg,io lo aprii e vidi l orario,continuando a tenergli la mano,mentre leggevo il msg la sua mano mi lasciò lievemente e il respiro successivo non arrivò più, si era addormentato per sempre.e dopo quasi 2 anni, rividi il suo volto sereno.
LauraPJ
Membro
Messaggi: 7
Iscritto il: dom 10 lug 2016, 2:25

Re: MIO PADRE STA MORENDO?

Messaggio da LauraPJ »

Ciao Paguro,
non so dirti nulla sulla situazione di tuo padre. Ma voglio dirti di essere forte, stagli vicino il più tempo che puoi. Un grande abbraccio e ti sono vicina.
Laura
paguro
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: mar 5 lug 2016, 12:48

Re: MIO PADRE STA MORENDO?

Messaggio da paguro »

Grazie per i preziosi consigli che mi avete dato, ci sono dei giorni in cui penso che sia l'ultimo (non si alza da letto, è completamente fuori di testa, non sa dove è, che giorno è, che ora del giorno è, si fa i bisogni addosso..) poi ci sono dei giorni in cui è vispo, ride, fa battute.

Non capisco, non capisco proprio, ho provato di nuovo a chiedere ai medici di ANT qualche chiarimento in più ma rimangono sul vago, intanto però gli hanno aumentato il dosaggio di Ossicodone a 25mg al giorno (ma dicono che questo stato in cui è non è dato soltanto dalla medicina potente, io pensavo di si sinceramente, non pensavo che metastasi alle ossa, al fegato, ai linfonodi e ai polmoni portassero anche la perdita della ragione, credevo fosse soltanto dovuto all'ossicodone)

Non credo sia giusto sopportare un agonia simile. Spero con tutto il cuore che una sera vada a dormire e non si risvegli la mattina. Ma sarebbe una fortuna troppo grande e quindi credo che non ci capiterà.

Inoltre io sono figlia unica e mia mamma è paralizzata da quando sono nata. Entro in quella casa e in una camera c'è mia mamma immobile a letto e nell'altra mio padre che o dorme o delira. Sono stanca. Tanto.

Grazie per non farmi sentire sola.
Solotu
Membro
Messaggi: 385
Iscritto il: sab 19 mar 2016, 21:44

Re: MIO PADRE STA MORENDO?

Messaggio da Solotu »

Ciao Paguro hai proprio ragione. È insostenibile vedere soffrire così la persona cara in attesa che tutto finisca. Ricordo che anche per mia madre fu così anche se lei non morì di tumore. Quando vedi il tuo caro soffrire e soprattutto perdere la dignità quasi ti auguri che tutto finisca presto anche perché sei stanca troppo stanca. Poi tu hai anche l'aggravante di tua madre già malata. Sei una persona molto coraggiosa e spero che tutto questo coraggio venga premiato. Ti abbraccio e cerca di resistere
La sofferenza imbarazza coloro che hanno la fortuna di non conoscerla e condiziona la vita di chi deve affrontarla
moni1
Membro
Messaggi: 1316
Iscritto il: mar 25 nov 2014, 10:55

Re: MIO PADRE STA MORENDO?

Messaggio da moni1 »

paguro cara! sei una super persona nel prenderti cura dei tuoi genitori, capisco la tua stanchezza ma sappi che devi resistere e sicuramente trovaerai quella forza che ora pensi di non avere, è l'amore puro. ti abbraccio forte!
Butterfly81
Membro
Messaggi: 157
Iscritto il: mar 17 mag 2016, 1:18

Re: MIO PADRE STA MORENDO?

Messaggio da Butterfly81 »

Cara paguro,

ti sono vicina e ti capisco. Mia mamma sta peggiorando lentamente, con l'aggravante che non vuole fare esami diagnostici quindi non sappiamo nulla di nulla... in più ho un fratello che convive con mia madre e mio padre e che ha grossi problemi psichiatrici. So cosa significa sentirsi impotenti di fronte a certe situazioni, ma il mio consiglio è essere forte, non mollare mai non solo per loro ma anche per te e la tua vita.

un forte abbraccio
emma
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: ven 15 lug 2016, 14:48

Re: MIO PADRE STA MORENDO?

Messaggio da emma »

Dalla diagnosi del tumore di mia madre (adenocarcinoma polmonare), due settimane fa, è come se vivessi in apnea, con un tarlo che scava tutto il tempo sotto la pelle, creando una barriera sottile ed impermeabile che non lascia passare nulla. Vorrei vedere comprensione e condivisione, non commiserazione, in chi mi circonda, ma purtroppo chi non ha vissuto questa esperienza non può capire. Sono qui riesco a sentirmi "a casa". Grazie.
Un abbraccio, con l'augurio che tutti voi possiate trovare sempre la forza per continuare a combattere. Emma
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”