ADENOCARCINOMA POLMONARE (NSCLC) con mutazione attivante l’EGFR-TK

Avatar utente
DALGE
Membro
Messaggi: 70
Iscritto il: mar 19 lug 2016, 10:44

ADENOCARCINOMA POLMONARE (NSCLC) con mutazione attivante l’EGFR-TK

Messaggio da DALGE »

Buongiorno,
mio padre, 68 anni appena compiuti, medico in pensione, quindi CONSAPEVOLE e cosciente di tutto, con adenocarcinoma polmonare (NSCLC) + metastasi all’atlante (irradiato in 20 sedute) e alla cresta iliaca (irradiata 1 sola volta) , ha preso GIOTRIF da 30mg per quasi un mese, ma ora non lo tollera più.. l’effetto collaterale della dissenteria lo devasta (anche 20 scariche al giorno)..
da domani passeremo a IRESSA …
tutto questo è stato deciso dagli oncologi, ma io temo che Iressa, essendo di seconda generazione anzichè di terza faccia meno effetto..
Oltretutto IRESSA sembra dia gli stessi effetti collaterali di GIOTRIF e siamo tutti molto spaventati.

Se con Iressa dovesse andare bene tra poco farà Iressa + Immunoterapia.

La radioterapia all'atlante non ha permesso la deglutizione per 1 mese e mezzo e si è alimentato per via parenterale, ora ha sia la sacca ma a volte mangia piccole quantità di cibo e beve molto poco, porta il collare MIAMI e per alzarlo dal letto ci vogliono 2 persone.
La gamba dx irradiata (cresta iliaca) non deve poggiarla.. quindi quando lo alziamo dal letto usa la stampella per mettersi in piedi e poi si siede sulla comoda o su una sedia normale a seconda delle esigenze.

Il tutto è stato scoperto il 30 aprile e sono 3 mesi che è ospedalizzato per via dell'immobilità del collo (rischio crollo dell'atlante - no deglutizione) ed altre complicazioni.

Qualcuno di voi ha avuto esperienze simili?
Consigli?
Giotrif, Iressa?

Grazie.
Erica
NeVeR GiVe Up!!!

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Tumore al polmone”