Tumore colon retto - storie di speranza

In questo spazio è possibile raccontare e pubblicare le storie di coloro che sono riusciti, anche attraverso il dolore e la sofferenza, a sconfiggere la malattia.
trevolte
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: lun 6 feb 2017, 15:51

Re: Tumore colon retto - storie di speranza

Messaggio da trevolte » mar 7 feb 2017, 8:53

Grazie Franco. Ho affrontato il mio (i miei) cancro(i) come una seccatura: dai, facciamo questa operazione, queste cure, e torniamo rapidamente a fare le cose di prima. Mi dicono che la mia reazione sia una strategia psicologica, quella della negazione, non ho ancora capito se sia qualcosa di positivo o meno. Certo che sentirsi malati, sentirsi guardati con sgomento, o compassione, fa male e non aiuta, anzi toglie la speranza. Non riesco di solito a usare la parola "cancro": quando racconto (raramente ) il mio problema dico solo che ho affrontato delle operazioni e delle terapie, non uso i termini appropriati. Chi mi ascolta, se si rende conto della cosa, cambia espressione e mi guarda come una resuscitata, o peggio come una condannata. Secondo me non c'è niente di peggio. Ieri ho letto qua e là nel forum, e sono rimasta colpita dai messaggi disperati di alcuni familiari di malati con la mia stessa localizzazione, all'inizio del percorso, che già danno per spacciato il proprio caro, e cercano qui conforto. Chi è malato non può vedere negli occhi del marito/moglie/figlio la disperazione, perchè si trova lui a dover fare coraggio agli altri. A me è successo così

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 1802
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Tumore colon retto - storie di speranza

Messaggio da Franco953 » mar 7 feb 2017, 11:42

Se posso darti un consiglio: Sii sempre te stessa e, di cosa ne pensano gli altri , di come di guardano, di come ti considerano, fregatene altamente
Ricorda che la maggior parte delle persone alle quali ti riferisci , nelle tua stessa situazione, avrebbero forse reagito in modo convulso e disordinato perdendosi nella paura, nella depressione e nella disperazione. Stati d'animo più che giustificati ma che peggiorano decisamente l'andamento della malattia
Tu quindi devi sentirti superiore perchè stai reagendo con la fiducia e la speranza. Queste sono le armi migliori che abbiamo a disposizione per battere il cancro
Poi se il tuo modo di reagire vine scambiato per una "negazione", fregatene doppiamente
L'importante è che tu riesca ad affrontare la situazione che stai vivendo con decisione e con impegno. Che poi si tratti di negazione ... allora ben venga anche la negazione
Tienici informati, mi raccomando
Un abbraccio

Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Il cancro e poi... la vita! (Le nostre storie)”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite