Papà ha un'adenocarcinoma all'ultimo stadio. Come affrontare tutto?

michelajudy
Membro
Messaggi: 95
Iscritto il: mar 6 dic 2016, 11:05

Re: Papà ha un'adenocarcinoma all'ultimo stadio. Come affrontare tutto?

Messaggio da michelajudy »

ciao anche mio padre è alla fine o quasi. ora lo abbiamo riportato in montagna dove vuole stare. assistenza infermieristica di zona. ancora cammina e mangia ma dorme molto tanto troppo...non c'è nulla da fare io spero solo che se ne vada via alla svelta senza soffrire troppo, senza dover esser ospedalizzato. vorrei che se ne andasse tranquillo lassù a casa nostra fra le sue cose. prego solo per questo io.
Micol
Membro
Messaggi: 23
Iscritto il: mer 31 mag 2017, 11:03

Re: Papà ha un'adenocarcinoma all'ultimo stadio. Come affrontare tutto?

Messaggio da Micol »

Michela ti capisco. Io faccio gli stessi pensieri... lui non cammina quasi più, è impensabile portarlo da qualche parte. Mi auguro che non soffra e che vada a dormire una sera e non apra gli occhi il giorno dopo. Mi dice continuamente che non ce la fa più e io non so più cosa dirgli
Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3257
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Papà ha un'adenocarcinoma all'ultimo stadio. Come affrontare tutto?

Messaggio da Franco953 »

Cara Micol
a volte le parole non servono perchè ormai perdono, davanti a determinate situazioni, il loro effetto
Allora resta la presenza fisica, la vicinanza.
Deve vincere l'amore, il contatto fisico, il bacio, la carezza.
Io tenevo la mano di papà e lui era tranquillo , sereno.
Un abbraccio
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”
michelajudy
Membro
Messaggi: 95
Iscritto il: mar 6 dic 2016, 11:05

Re: Papà ha un'adenocarcinoma all'ultimo stadio. Come affrontare tutto?

Messaggio da michelajudy »

è vero inutile farli stancare per nulla. in teoria il 12 mio padre avrebbe immunoterapia più trasfusione perché anemico.

peccato che il 30/6 lo avevamo fatto portare in ambulanza al day hospital per trasfusione poi dai controlli era risalito il valore da 8.1 a 8.5 e gliel'hanno negata. così dopo quattro giorni altro emocromo ed è scesa a 7.7. allora si che hanno chiamato dicendo siamo disponibili. ah si? e il viaggio di 50 km per portarlo giù fra disagi suoi loro lo sanno? infatti ieri quando mi hanno chiamato alle 11 per dirmi se al pomerggio poteva esser in ospedale mi sono messa ad urlare. non capiscono sono degli incivili e degli stupidi. scusate lo sfogo ma hanno poi anche detto che era responsabilità mia se non avrebbe ricevuto trasfusione subito. come si permettono? gli ho urlato in faccia cosa loro avevano negato il 30 giugno. e che se avessero fatto quella trasfusione adesso lui non avrebbe avuto un crollo di valori così. scusate ma mi sono arrabbiata moltissimo. c'erano loro a vederlo distrutto il 30 giugno a casa? c'erano loro a portarlo su in ambulanza il giorno dopo e lui è stato male per dei giorni dopo perché ha faticato a riprendersi? no c'eravamo io e mia madre a veder così mio padre.
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Tumore al polmone”