Sempre peggio

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Ariannadk
Membro
Messaggi: 15
Iscritto il: lun 21 ago 2017, 14:51

Sempre peggio

Messaggio da Ariannadk »

È difficile affrontare tutto questo.
Sono mesi che in silenzio soffri. Da poco sappiamo che cosa ti sta divorando. Perché è quello che vedo. Sei divorato poco a poco da quel mostro. Nei momenti di silenzio si sente perfino!! Urla, ringhia... è impressionante.
Sei stato coraggioso e dopo un breve momento di determinazione a farla finita, hai scelto di non arrenderti e di provare.
Il primo ciclo a settembre. È stato pesante. Pensavo di perderti subito. Le compresse di Capecitabina le chiamavi "brutte bestie", dicevi che dopo poco che le avevi prese, iniziava una guerra dentro lo stomaco. Sentivi le urla, perfino scoppiettare e fischi come fossero fuochi d'artificio. E poi "è come se due mani cominciassero a strattonare, tirare, strappare". Inquietante. Una cosa che dovrebbe servire a farti stare meglio, ti sta logorando.
A ottobre l'impianto del Porth e l'inizio della nutrizione parenterale, poi il secondo ciclo. Di nuovo l'incubo. Giorni e giorni di sofferenza in silenzio. Mai un lamento.
Poi la febbre. Il 2 novembre dicevi di avere freddo. Il termometro non segnalava temperatura alterata ma hai iniziato a scuotere ed impallidire.
Il medico ovviamente non era reperibile. L'oncologa nemmeno.
Dubbi. È il mio mestiere, dovrei sapere cosa fare... chiamo il 118. Nel frattempo la temperatura ha iniziato a salire. 38.5°.
Un'infermiera meravigliosa mi aiuta a compiere una scelta. Io avevo già deciso, ma ero così terribilmente combattuta. Ti somministriamo antinfiammatorio e paracetamolo e intanto la temperatura è salita a 40.5°.
Non ho permesso che ti caricassero in ambulanza. In ospedale non avrebbero fatto niente di più di quello che potevo fare io a casa.
Ho indossato l'armatura e sono andata a cercare il medico. Ho chiesto di poterti curare a casa, di avere degli antibiotici. Ho chiesto di poterci almeno provare, tre giorni, tre...
Ho vinto io. Abbiamo vinto, perché la febbre è scesa e non è più tornata. E non sei stato costretto ad andare in ospedale dove girano più infezioni che in un vespasiano.
Sei debole, stanco. Mangi poco o niente.
Ma quello che più mi preoccupa è che il morale non è dei migliori. Tu che non ti sei mai arreso, non hai mai accettato la sorte senza combattere.
Ora mi parli di voler trovare pace.
E come darti torto?
È terribile, l'unica cosa che mi chiedi, io non te la posso dare.
E siamo appena a metà di questo percorso.
È così difficile.
Elegra
Membro
Messaggi: 771
Iscritto il: dom 2 apr 2017, 14:13

Re: Sempre peggio

Messaggio da Elegra »

Arianna sei una brava figlia e stai facendo tutto il possibile per fare stare papà più in "pace "possibile
Tutti noi ti comprendiamo...viviamo con te i tuoi stessi sentimenti e lottiamo ogni giorno come te e con te
Tutto ciò che posso fare è mandarti un grosso abbraccio sincero...
Come va il papà con la febbre ora?
Vivi ogni giorno come se fosse ogni giorno
Ne' il primo ne' l'ultimo
L'unico
Ariannadk
Membro
Messaggi: 15
Iscritto il: lun 21 ago 2017, 14:51

Re: Sempre peggio

Messaggio da Ariannadk »

Ciao Elegra.
Papà non ha più avuto febbre. Ma non mangia quasi più niente. Il cibo non passa. E la nutrizione parenterale non è sufficiente a dargli il supporto di cui ha bisogno. Io ormai mi sono trasferita in pianta stabile qui da lui. Non posso lasciarlo da solo. La mia famiglia mi raggiunge per la cena e poi tornano a casa per la notte.
Lo so che è un tormento che vivono in molti. Se l'azienda mi aiutasse... sono ancora costretta a mettermi in malattia, nonostante abbia presentato domanda di congedo straordinario per gravi motivi familiari già un mese fa. Questo mi avvelena anche di più. Ogni volta che dobbiamo uscire per una visita o una terapia, devo stare in ansia perché se arrivasse il controllo fiscale, mentre sono fuori per assistere mio padre, potrei perdere il posto di lavoro. Sembra quasi che sia proprio il giochetto che stanno facendo.
E sapere queste cose, non è di aiuto neanche a mio padre, che si angoscia perché pensa di essere un peso, di avere creato un problema.
Problemi su problemi....
Scusa. Sembra che sia solo capace di lamentarmi.
Elegra
Membro
Messaggi: 771
Iscritto il: dom 2 apr 2017, 14:13

Re: Sempre peggio

Messaggio da Elegra »

Stai chiedendo il congedo dell'Inps?
Si anche da me al lavoro è stata dura ...e la burocrazia...6 mesi per avere la 104
Non ti devi scusare affatto...sono altre davvero le persone che si lamentano per niente.
Un abbraccio anche al papà
Prova a dargli i budini della Meritene. Sono digeribili gradevoli e molto nutrienti
Vivi ogni giorno come se fosse ogni giorno
Ne' il primo ne' l'ultimo
L'unico
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”