Hipec: chemioterapia ipertermica per i tumori del peritoneo

In questa sezione si possono pubblicare tutte quelle discussioni che non trovano collocazione nelle altre stanze.
Rispondi
Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2553
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Hipec: chemioterapia ipertermica per i tumori del peritoneo

Messaggio da Franco953 » mar 6 feb 2018, 21:54

Riporto di seguito l'articolo pubblicato sul sito della della Fondazione Veronesi, in quanto ritengo possa essere interessante
Franco


Hipec: chemioterapia ipertermica per i tumori del peritoneo
La chemioterapia intraperitoneale ipertermica (Hipec) consiste nella somministrazione di farmaci direttamente nell'addome. Combinata alla chirurgia, è un’opportunità riconosciuta per i tumori primitivi e per le metastasi del peritoneo

Immagine

Il nome dice quasi tutto: chemioterapia intraperitoneale ipertermica. Nel gergo, dall'inglese, Hipec. Si tratta di una chemioterapia diversa dal solito. Il mix di farmaci, infatti, non viene iniettato in vena, ma diffuso direttamente nel peritoneo attraverso un «lavaggio» ad alta temperatura (41-42 gradi). In questo modo si permette ai farmaci di penetrare direttamente nel residuo di cellule tumorali non asportate, che quasi sempre rimangono all'interno del peritoneo.

Ma in quali casi si può ricorrere all'Hipec? Nei tumori primitivi della membrana che avvolge gli organi addominali: il mesotelioma peritoneale, il carcinoma sieroso papillare primitivo peritoneale. E in tutti quelli che danno metastasi al peritoneo: come i tumori dello stomaco, del colon-retto, dell'ovaio e dell’appendice ciecale (tra i più noti il Pseudomixoma del peritoneo).

Quando la malattia raggiunge questo livello - ogni anno la carcinosi peritoneale colpisce in Italia circa 25.000 persone - diventa estremamente difficile da curare, proprio perchè non si riesce ad arrestarne la diffusione nella cavità.
Ultima modifica di Franco953 il mar 6 feb 2018, 22:32, modificato 1 volta in totale.
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Solidea
Membro
Messaggi: 356
Iscritto il: gio 31 ago 2017, 18:04

Re: Hipec: chemioterapia ipertermica per i tumori del peritoneo

Messaggio da Solidea » mar 6 feb 2018, 22:18

Grazie mille per le tue preziose informazioni, Franco, come sempre.
Ma questa tecnica la usano soltanto in determinati ospedali o si stanno adeguando tutti i centri?
Grazie ancora
Ultima modifica di Solidea il lun 26 feb 2018, 18:04, modificato 1 volta in totale.
Noi siamo come farfalle che battono le ali per un giorno pensando che sia l’eternità.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2553
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Hipec: chemioterapia ipertermica per i tumori del peritoneo

Messaggio da Franco953 » mar 6 feb 2018, 22:27

Ciao Solidea
Il Policlinico Sant'Orsola Malpighi fu il primo ad adottare tale procedura dal 2007, consentendogli di diventare uno dei Centri di riferimento in Italia. Oggi è praticamente presente in tutti i maggiori ospedali Italiani
Cito ad esempio l'Istituto Tumori e L'Istituto Oncologico Europeo a Milano, il Regina Elena a Roma, e le Molinette a Torino
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Rispondi

Torna a “Off topic: pensieri sparsi”