Ma esiste qualcuno che ha rifiutato la chemio

In questo spazio è possibile confrontarsi sulle procedure diagnostiche, sui trattamenti e sui loro effetti collaterali, sui centri oncologici e sulle terapie palliative e del dolore, sempre attenendosi al regolamento del forum e in particolare agli articoli 2 e 3.
Lunetta3
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: mer 17 mag 2017, 15:15

Re: Ma esiste qualcuno che ha rifiutato la chemio

Messaggio da Lunetta3 » mer 10 ott 2018, 11:08

Ma per favore, siamo seri, non si cura il cancro con il limone e bicarbonato, questa fondazione è un'ennesima bufala che specula sulla disperazione delle persone afflitte dalla malattia... anch'io chiedo ai moderatori di intervenire, non si tratta di lasciare alle persone coinvolte libera scelta, ma di evitare di diffondere delle informazioni strampalate e non veritiere che possono diventare pericolose.

Cora
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: mer 3 dic 2014, 9:04

Re: Ma esiste qualcuno che ha rifiutato la chemio

Messaggio da Cora » mer 10 ott 2018, 11:25

Solidea, non voglio assolutamente polemizzare con te, ma secondo me sei vittima di un pregiudizio: ci sono persone che non si ammalano praticamente mai e quindi dimostrano di avere un sistema immunitario efficace e poi, improvvisamente, si ritrovano con il cancro. Dov'è finito il loro sistema immunitario? E poi, quale base ha l' affermazione che la chemio distrugge il sistema immunitario? ALCUNI chemioterapici riducono drasticamente i globuli bianchi (infatti per questo si fanno i fattori di crescita, e comunque il numero di bianchi risale fisiologicamente a livelli normali in alcuni giorni dal picco minimo) ma altri no, gli anticorpi monoclonali, ormai molto diffusi, i nuovi immunoterapici, le terapie antiormonali, la capecitabina e altri.

Mi viene in mente l' oscillococcinum, è solo zucchero, niente di più, non serve a niente, ma c'è chi lo prende tutti gli inverni ed è convinto che l' influenza non se la prende grazie al suo effetto, pari a zero.

Inoltre, la chemio non si fa per agire sui sintomi, quella è la chemio palliativa che si fa su malattie avanzate, e comunque agisce sulle cellule tumorali, se riduce i sintomi. La chemio si fa per distruggere o ridurre le cellule tumorali che sono ancora in circolo, nel caso della adiuvante, per ridurre la massa tumorale prima di un eventuale intervento chirurgico, o per contenere la malattia il più a lungo possibile quando diventa metastatica.
Io ho fatto chemio 11 anni fa ed ero totalmente asintomatica, come moltissimi miei "colleghi di terapia", così come sono asintomatica ora, anche se metastatica da 4 anni. Dubito che sarei vissuta 4 anni, senza terapia. Se un esame strumentale mostra che masse o noduli si riducono o scompaiono e non tornano più, come puoi dire che la chemio non funziona? Non tutti i malati di cancro muoiono, per fortuna.

Certo, LA cura, quella definitiva, ancora non c'é, però è indiscutibile che le chemio, negli ultimi anni siano molto migliorate, nell' efficacia e negli effetti collaterali, soprattutto per alcune forme di tumore. Così come si è ridotta la mortalità.

Ci sono comunque gli oncologi dell' ARTOI, se si desiderano affrontare la malattia e le cure con una visione più integrata.

Diverso è il discorso sullo stile di vita, l' inquinamento dell' aria e dell' acqua, l' alimentazione. Ma anche qui, lo stile di vita é una scelta personale, una volta che si è informati sui rischi, ognuno è libero di fare ciò che crede.

Solidea
Membro
Messaggi: 792
Iscritto il: gio 31 ago 2017, 18:04

Re: Ma esiste qualcuno che ha rifiutato la chemio

Messaggio da Solidea » mer 10 ott 2018, 12:14

Mia madre ha fatto la chemio adiuvante e a 7 mesi dalla fine della terapia ha ancora l'emocromo sballato, con globuli bianchi e rossi in caduta libera. Lasciamo poi perdere le condizioni del fegato.
Cora, il sintomo paradossalmente è il tumore stesso, che la chemio cerca di tenere a bada e in questo riesce ancora abbastanza bene; la causa però è da ricercarsi nei motivi che scatenano la malattia e ne provocano la proliferazione. Spesso si tratta di stati infiammatori protratti a lungo e che portano alla degenerazione cellulare. Tanto per fare un esempio, chi soffre di reflusso gastro-esofageo ha più probabilità di sviluppare un tumore all'esofago o allo stomaco rispetto a chi non ne è affetto. Spesso il reflusso è provocato dall'assunzione di alimenti sbagliati per quel determinato organismo. La medicina ufficiale pensa di tenerlo a bada con i farmaci, che a lungo andare ovviamente causano danni ad altri organi, senza risolvere il problema. Evitando l'alimento nocivo si elimina l'infiammazione e quindi il rischio di contrarre il tumore cala drasticamente. Poi certo, non tutti coloro che soffrono di esofagite si ammalano di tumore, il mio è soltanto un esempio. Evidentemente in chi non si è mai ammalato il sistema immunitario prima funzionava e riusciva a tenere a bada eventuali cellule cancerose e poi la malattia è venuta allo scoperto, dopo aver trovato terreno fertile, quando questo ha avuto delle falle, magari anche per cause psicologiche. Io noto che chi si ammala di tumore spesso ha alle spalle un vissuto difficile o ha attraversato dei periodi di forte stress, o comunque non era sereno.
Comunque nemmeno io desidero polemizzare o convincere nessuno, trovo però assurdo voler censurare interventi di utenti che riportano le loro esperienze positive.
Grazie per avermi risposto!
Noi siamo come farfalle che battono le ali per un giorno pensando che sia l’eternità.

Elegra
Membro
Messaggi: 704
Iscritto il: dom 2 apr 2017, 14:13

Re: Ma esiste qualcuno che ha rifiutato la chemio

Messaggio da Elegra » mer 10 ott 2018, 13:05

Filomena io non mi stavo assolutamente riferendo alla chemio biologica ci mancherebbe
Parlavo del messaggio di Zoe
Che ho segnalato al moderatore
Questa fondazione propina presunte "cure" senza alcun fondamento scientifico
Non so se avete visto il Comitato Scientifico??!!
Accedono ad Aimac persone in stato di difficoltà non è il caso di segnalare queste "opportunità "
Non stiamo parlando di integratori ma di CURE
Vivi ogni giorno come se fosse ogni giorno
Ne' il primo ne' l'ultimo
L'unico

Cora
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: mer 3 dic 2014, 9:04

Re: Ma esiste qualcuno che ha rifiutato la chemio

Messaggio da Cora » mer 10 ott 2018, 14:48

Per fare un po' di chiarezza:

https://medbunker.blogspot.com/2011/12/ ... amine.html

Lungo, ma interessante.

Aggiungo una cosa: non a scopo di lucro? Ti fanno pagare per l' associazione e poi bisogna comprare il loro prodotto. Ci guadagnano eccome!

Cora
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: mer 3 dic 2014, 9:04

Re: Ma esiste qualcuno che ha rifiutato la chemio

Messaggio da Cora » mer 10 ott 2018, 15:22

Cara Solidea (il "cara", ti assicuro, non è ironico).
Quando dicevo che il cancro ha un' origine multifattoriale, mi riferivo proprio a questo: c'è una quota di infiammazione, di ossidazione, di fattori esterni non controllabili, di predisposizione genetica individuale e/o famigliare, di stili di vita ecc.
Ma la questione non è di nostra competenza, ci sono scienziati veri che studiano ogni giorno per saperne sempre di più.
E neanche sposta di un millimetro le nostre storie, nè ci aiuta ad affrontarle.

Quello che trovo pericolosa è la generalizzazione e la superficialità di alcune affermazioni (non mi riferisco a te, parlo in generale) che portano persone sconvolte dalla diagnosi o da un ritorno di malattia ad abbandonare le terapie per seguire la chimera di cure efficaci senza effetti collaterali sbandierate da persone incompetenti e senza scrupoli, perchè, parliamoci chiaro, le cure tradizionali si lasciano soprattutto perchè si ha paura di stare male, e la paura è una pessima consigliera.

E, in modo altrettanto chiaro, diciamo che gli integratori non curano il cancro; chi guarisce (nel senso che non sviluppa metastasi) sarebbe guarito anche se non avesse fatto nessun tipo di cura, tradizionale o no.

Delle semplici testimonianze, poi, non mi fido per niente, chiunque può mentire o inventarsi dei casi perfetti per perorare la propria causa. Basta frequentare i social networks per rendersi conto di quante persone farebbero carte false pur di essere notate, per non parlare dei mitomani. Io voglio vedere le cartelle cliniche, gli esami istologici, gli esami strumentali prima e dopo. Il resto è solo fuffa.

Filomena
Membro
Messaggi: 1029
Iscritto il: gio 30 ago 2018, 17:10

Re: Ma esiste qualcuno che ha rifiutato la chemio

Messaggio da Filomena » mer 10 ott 2018, 18:20

Solidea

Oltre a curarmi con chemio biologica
Sono in cura con un oncologo privato
Oncologia integrata Dr....
Lui mi da le terapie da associare alla chemio che faccio
Più l'alimentazione
Da seguire
X quanto riguarda le difese immunitarie
Oggi le nuove terapie sono
Immunitarie
Cmq chiarito l'equivoco?
Un abbraccio a tutti

Alex.cr
Membro
Messaggi: 253
Iscritto il: dom 4 mar 2018, 21:01

Re: Ma esiste qualcuno che ha rifiutato la chemio

Messaggio da Alex.cr » mer 10 ott 2018, 18:48

Appunto a questo servono le sperimentazioni scientifiche: su casi selezionati e verificabili si applicano protocolli differenti e si vedono i risultati (sempre verificabili con cartelle cliniche). Senza questo chiunque può affermare qualsiasi cosa senza poter essere smentito. Certo la ricerca deve andare avanti, non ci si può limitare a combattere le conseguenze o le proliferazioni della malattia, bisogna intervenire a monte nei meccanismi che causano la malattia e non permettono al nostro sistema immunitario di riconoscere e distruggere l'aggressione (e su questo si fonda l'immunoterapia). Sempre con approccio scientifico, i risultati devono poter essere verificati e replicabili

Avatar utente
Staff Aimac
Moderatore
Messaggi: 321
Iscritto il: ven 9 apr 2010, 20:02

Re: Ma esiste qualcuno che ha rifiutato la chemio

Messaggio da Staff Aimac » gio 11 ott 2018, 9:31

Cari navigatori, interveniamo sulla conversazione solo per segnalare l'opportunità e l'importanza di affidarsi al parere di esperti in ogni decisione riguardante il percorso terapeutico.
un saluto a tutti
lo staff del forum
Per maggiori informazioni e orientamento gratuito, contatta l'help-line di AIMaC:
- numero verde 840 503579
- numero fisso 06 4825107
- e-mail info@aimac.it
- sito www.aimac.it

Zoe nic
Membro
Messaggi: 13
Iscritto il: dom 7 ott 2018, 0:04

Re: Ma esiste qualcuno che ha rifiutato la chemio

Messaggio da Zoe nic » sab 13 ott 2018, 15:50

Solidea ha scritto:
mer 10 ott 2018, 9:53
Non si parla di sostituire le terapie tradizionali ma di affiancarle a cure naturali. Quasi tutti coloro che scrivono qui hanno affrontato anche radio e chemio che però da sole non sono sufficienti proprio perché non sono cure vere e proprie: sono farmaci che allo stato attuale curano soltanto i sintomi. Ma curare i sintomi non serve a molto, perché se non si debella la causa il male ritornerà. La faccenda della genetica c'entra fino ad un certo punto.
Se la chemio fosse "la" cura non ci sarebbero recidive né nascerebbero altre metastasi: questo succede perché i farmaci distruggono il sistema immunitario, che dev'essere invece rafforzato il più possibile.
Si parla di stile di vita e di tante accortezze che la maggior parte delle persone non ha intenzione di usare perché costerebbero troppi sacrifici, prima di tutto la costanza. Qua ho letto di gente che nonostante la malattia continua ad assumere zuccheri o peggio ancora a fumare. La salute vale mille volte di più che soddisfare questi capriccetti, o no?
Comunque su una cosa hai ragione: ognuno faccia ciò che crede. Ma schernire o prendere per ciarlatano chi propone altri tipi di cure, tra l'altro sperimentate sulla propria pelle (stiamo parlando di pazienti) a me quello sì, sembra medievale!
Brava, sei l’unica qua dentro che ragiona bene. Ognuno e’ libero di scegliere la propria strada. Ma ne ho sentite troppe di persone che sono decedute per le chemio. Proprio ieri ho appreso della mia amica terminale. Lei era come questi che credono solo calle chemio. Ed e’ morta 15 gg fa con metastasi al polmone e al fegato. Io credo che se avesse seguito un buon consiglio ( depurare il fegato e i polmoni) e avesse assunto ascorbato di potassio, oggi sarebbe ancora qui. Ma e’ “ roba da santoni”. Che salva la vita! Altro che santoni e magia, sti ignoranti. E’ Basato sulla CHIMICA come le loro preziosissime chemio. Peggio per loro.

Rispondi

Torna a “Affrontare i tumori: trattamenti e riabilitazione”