paracentesi

In questo spazio è possibile confrontarsi sulle procedure diagnostiche, sui trattamenti e sui loro effetti collaterali, sui centri oncologici e sulle terapie palliative e del dolore, sempre attenendosi al regolamento del forum e in particolare agli articoli 2 e 3.
Rispondi
Wiktoria
Membro
Messaggi: 51
Iscritto il: lun 13 ago 2018, 1:00

paracentesi

Messaggio da Wiktoria » mer 27 feb 2019, 0:12

Ciao a tutti, mi serve di nuovo una mano perché non so più come muovermi, Dani nonostante diuretici (lasix) e cortisone è peggiorato, ha molto liquido nel addome e adesso sta "invadendo" anche i polmoni, da una settimana siamo nella clinica privata convenzionata con SSN, visto che si limitavano a fare le stesse cose che facevamo con l'assistenza domiciliare volevamo tornare a casa anche perché da venerdì che ha fatto ecografia e risulta un grosso versamento dei liquidi, prima ci dicono aspettiamo sabato che viene primario ….e cosi passa sabato e domenica ed allora io mi organizzo con un grosso ospedale x trasferimento x effettuare paracentesi in ambulatorio bastava che mi mandavano il fax ...ma dicono lo facciamo noi fra oggi pomeriggio o domani mattina e cosi lo teniamo anche in osservazione dopo x due giorni, cosi convincono mio suocero e rimangono la, ieri non si è fatto niente, oggi mi arrivano e dicono che non lo fanno perché ha la pressione bassa e rischio che liquido si riforma è altissimo( ma dai ) io dico sospendete lasix x un giorno e vedrete come torna su la pressione o cambiate con cosi detto risparmiatore di potassio o somministrate albumina, ma mi dicono che non si può fare e oggi manco vogliono più mandare fax ad altro ospedale perché non si prendono la responsabilità di mandare paziente in queste condizioni.

la mia domanda è : come si prenota paracentesi ? o posso prendere mio compagno con ambulanza privata ( è allettato da due settimane ) e portarlo al pronto soccorso e la me la fanno?' ho letto che qualcuno di voi la fatta anche a casa come trovo dottore che verrebbe a domicilio ? Siamo a Roma.

Grazie mille per le eventuali dritte. Un abbraccio.

Wiktoria

Rispondi

Torna a “Affrontare i tumori: trattamenti e riabilitazione”