Richiesta aiuto

Rispondi
Polly
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: ven 10 mag 2019, 17:21

Richiesta aiuto

Messaggio da Polly » ven 10 mag 2019, 17:40

Buongiorno a tutti,
Vi seguo da qualche mese , mia mamma ha avuto la diagnosi ad ottobre, k pancreas non operabile , localmente avanzato per interessamento vena e arteria. ha fatto cinque cicli di chemio gentamicina ambraxane, I marcatori si erano abbassati nei primi tre cicli e la tac mostrava stabilita' , dopo il quarto ciclo hanno ripreso ad alzarsi ma la tac ha rilevato riduzione, anche se tuttora non e' operabile. Sono stata a Verona e anche a Milano, adesso c 'e' da decidere se fare ultimo ciclo di chemio g/a, oppure cambiare. So che I marcatori non sono indicatori se non supportati da immagini tac risonanza.
Premetto che nel frattempo ha avuto anche polmonite grazie a Dio superata.....
Cosa ne pensate? Grazie per I vostri preziosi consigli!

Gida
Membro
Messaggi: 48
Iscritto il: sab 23 giu 2018, 0:31

Re: Richiesta aiuto

Messaggio da Gida » mar 14 mag 2019, 23:35

Ciao Polly sicuramente I centri dove ti rivolgerai sapranno consigliarti. Io non sono un medico ma il fatto che dalla tac il tumore sia regredito mi farebbe pensare di non cambiare adesso il tipo di chemio. Sono tanti i motivi per cui i marcatori crescono e non sempre è sinonimo di progressione di malattia. Anche una infezione potrebbe sballarli. In bocca al lupo.

Kiarella
Membro
Messaggi: 216
Iscritto il: sab 4 ago 2018, 7:05

Re: Richiesta aiuto

Messaggio da Kiarella » ven 17 mag 2019, 16:42

Polly, la tac è più"sicura" rispetto ai marcatori. Come ti è stato detto quelli sballano per qualsiasi cosa, se ha avuto polmonite sicuramente è quella che li ha fatti alzare!
Come mai dovete cambiare chemio?
Anche a mio papà ha funzionato a/g e ha fatto 6 cicli ma adesso è in attesa di radioterapia perché con la chemio ha accumulato troppa tossicità.
Anche per voi è così? O comunque dopo 6 ciclo si cambia? Io questa cosa non l'ho mai capita. Leggo chi ne fa 11 di cicli, chi dopo un tot deve passare alla seconda linea....non capisco molto questi protocolli...

Rispondi

Torna a “Tumore al pancreas”