prevenzione e cura alternativa dei tumori

In questa sezione si possono pubblicare tutte quelle discussioni che non trovano collocazione nelle altre stanze.
Gida
Membro
Messaggi: 67
Iscritto il: sab 23 giu 2018, 0:31

Re: prevenzione e cura alternativa dei tumori

Messaggio da Gida » dom 7 lug 2019, 18:30

stalker ha scritto:
dom 7 lug 2019, 17:23
Gida ha scritto:
dom 7 lug 2019, 16:56

Veramente anche affermare che "di vitamina C se ne può prendere quanto se ne vuole" non è precisamente corretto
e quale sarebbe il limite di vitamina C che si può assumere? come è stato fissato? su quali criteri?
spiegamelo, mi interessa...magari tu sai qualcosa che io non so.
Le direttive ministeriali parlano di non eccedere il grammo al giorno di acido ascorbico. Ma, aldilà delle direttive, ragioniamo sul perché sarebbe bene porre anche alla vitamina C un limite. Intanto andrebbe valutata la differenza tra la vitamina assunta tramite alimenti e quella costruita artificialmente, ma non voglio divagare. Come sai è idrosolubile, passa attraverso i villi intestinali ed espulsa tramite l'urina. Quindi l'assorbimento varia a seconda della salute del nostro intestino. Un eccesso potrebbe causare cefalea, nausea, addirittura vomito ecc. Poi siccome viene espulsa tramite l'urina, un eccesso potrebbe causare renelle e calcoli. Non ti so dire i parametri oltre i quali si potrebbero verificare questi effetti, ma con un'esame dell'urina potremmo scoprire la nostra dose ideale senza eccedere.

stalker
Membro
Messaggi: 334
Iscritto il: gio 13 dic 2018, 13:15

Re: prevenzione e cura alternativa dei tumori

Messaggio da stalker » dom 7 lug 2019, 19:41

Gida ha scritto:
dom 7 lug 2019, 18:30
stalker ha scritto:
dom 7 lug 2019, 17:23
Gida ha scritto:
dom 7 lug 2019, 16:56

Veramente anche affermare che "di vitamina C se ne può prendere quanto se ne vuole" non è precisamente corretto
e quale sarebbe il limite di vitamina C che si può assumere? come è stato fissato? su quali criteri?
spiegamelo, mi interessa...magari tu sai qualcosa che io non so.
Le direttive ministeriali parlano di non eccedere il grammo al giorno di acido ascorbico. Ma, aldilà delle direttive, ragioniamo sul perché sarebbe bene porre anche alla vitamina C un limite. Intanto andrebbe valutata la differenza tra la vitamina assunta tramite alimenti e quella costruita artificialmente, ma non voglio divagare. Come sai è idrosolubile, passa attraverso i villi intestinali ed espulsa tramite l'urina. Quindi l'assorbimento varia a seconda della salute del nostro intestino. Un eccesso potrebbe causare cefalea, nausea, addirittura vomito ecc. Poi siccome viene espulsa tramite l'urina, un eccesso potrebbe causare renelle e calcoli. Non ti so dire i parametri oltre i quali si potrebbero verificare questi effetti, ma con un'esame dell'urina potremmo scoprire la nostra dose ideale senza eccedere.
vorrei vedere questa direttiva ministeriale: linkamela grazie. non che dia peso alla cosa, me ne frego altamente di cosa dice il ministero della sanità italiano dove siede giulia grillo.
Ebbè è chiaro che quanto si assorbe dipende da un sacco di cose. Se prendi chilogrammi di vitamina C al giorno suppongo che problemi ne hai, senz'altro di acidità di stomaco, almeno fin quando non arriverà la vitamina C liposomiale; suppongo che hai problemi anche bevendo un litro di succo di limone o un chilo di zucchero al giorno.
E nell'urina cosa andresti a cercare esattamente per capire che hai preso troppa vitamina C?

roslele
Membro
Messaggi: 224
Iscritto il: gio 28 lug 2016, 23:48

Re: prevenzione e cura alternativa dei tumori

Messaggio da roslele » dom 7 lug 2019, 19:53

Ma scusate già dall inizio è stato detto che la vitamina c se presa più del dovuto causava effetti collaterali leggete quello che ha scritto franco poi stalker aveva scritto che ogni organismo si regola e di prendere la vitamina c gradualmente e dopo aver consultato l oncologo o medico curante....ma sicuri che stiamo parlando la stessa lingua

roslele
Membro
Messaggi: 224
Iscritto il: gio 28 lug 2016, 23:48

Re: prevenzione e cura alternativa dei tumori

Messaggio da roslele » dom 7 lug 2019, 20:00

stalker ha scritto:
lun 14 gen 2019, 22:41
Per quanto riguarda la prevenzione delle malattie in genere, partirei da un assunto di cui sono assolutamente convinto: abbiamo tutti qualche carenza grave di qualche vitamina, a cominciare dalla vitamina C; Per qualche bizzarro motivo, gli esseri umani sono tra i pochissimi (se non gli unici) mammiferi che non sono capaci di crearsi la vitamina C; un cane di taglia media è in grado di sintetizzarne circa 3 grammi al giorno; non sembra esserci una valida spiegazione del perchè, si dice solo che a un certo punto della presunta evoluzione (io non credo all'evoluzionismo, ovviamente) questa capacità si è persa per strada: noto che è bizzarro chiamare evoluzione la perdita di sintetizzare una vitamina così fondamentale; vabbè, è chiaro quindi che la vitamina C va integrata; la medicina ufficiale dice che qualche milligrammo al giorno va bene, secondo me è una fesseria clamorosa, l'uomo come i cani ha bisogno di grammi e grammi di vitamina C; mangiare tanta frutta (a parte il fatto che in genere le verdure hanno più vitamina C della frutta ) non serve a nulla, perchè per assumere un grammo di vitamina C bisognerebbe mangiarsi una cassetta di arance intera.
Quindi quello che faccio è molto semplice, mi compro la vitamina C in polvere, la sciolgo nell'acqua e me la bevo dopo i pasti (al massimo circa 7-8 grammi al giorno in totale); ora io vivo in nord europa dove tendenzialmente fa più freddo che in Italia; da quando ho integrato con vitamina C in polvere, non ho più avuto neanche un raffreddore o un mal di gola e ho come l'impressione di avvertire meno il freddo tanto che non mi vesto mai particolarmente pesante e non metto mai sciarpe o maglioni a collo alto in modo che la tiroide stia al fresco (è importante).
Linus Pauling, a quanto pare l'unico uomo che ha preso due premi nobel nella storia, ha fatto della vitamina C il suo principale strumento di lavoro e anche oggi viene usata per endovena come cura di tumori solidi o per trattare certi avvelenamenti acuti; è usata nelle creme antiaging che ringiovaniscono la pelle; probabilmente la vitamina C ha un impatto multifattoriale potenziano il sistema immunitario.
Anche la prevenzione antitumorale del prof Di Bella prevede dosi simili di Vitamina C (oltre a retinoidi e melatonina) e so che il prof Di Bella sta attualmente lavorando su una formulazione di vitamina C che non dà problemi allo stomaco (essendo un acido, non va presa a stomaco vuoto e non è proprio il massimo per chi ha problemi di ulcera) ma non ha ancora ultimato questo lavoro.
Ricerca sovrapponibile al lavoro del prof. Di Bella:
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30551390

un piccolo estratto spiega il ruolo antiossidante della vitamina C /acido ascorbico con benefici, oltre che contro il cancro, anche contro malattie cardiovascolari e demenza:
There are several reports indicating oxidative stress and pathogens as risk factors [47] for more than 100 diseases [48]. Thus, the dietary and supplement intake of antioxidant vitamins may reduce the incidence of cardiovascular diseases, dementia and cancer [49]. Antioxidant vitamins are important for the body homeostasis [40,50] and are also efficient compounds in neutralizing unstable molecules [[51], [52], [53]].
Leggere attentamente le parole in grossetto stalker
È assolutamente convinto ma non vuole convincere nessun altro....poi allora anche la pubblicità delle varie vitamine è discutibile.....

roslele
Membro
Messaggi: 224
Iscritto il: gio 28 lug 2016, 23:48

Re: prevenzione e cura alternativa dei tumori

Messaggio da roslele » dom 7 lug 2019, 20:02

Franco953 ha scritto:
mar 15 gen 2019, 13:52
Stalker ciao
come giustamente hai evidenziato la vitamina C è decisamente importante. Hai precisato che assumi massimo 7-8 gr al giorno.
Non so se sei d' accordo ma vorrei anche precisare che superare un determinato dosaggio giornaliero può comportare dei problemi. Lo faccio per contribuire e completare la discussione.
Franco

Eccesso di vitamina C
L'apporto do vitamina C a dosi elevate (fino a 10 g/die) sembra sufficientemente sicuro, anche se a dosi superiori, non mancano effetti indesiderati, riportati in letteratura, quali:

aumentata produzione di ossalati, con conseguente aumento del rischio di calcoli renali;
aumentato assorbimento intestinale del ferro (non emico), con potenziale sovraccarico di ferro;
inibizione competitiva del riassorbimentodi acido urico a livello renale;
effetto proossidante, potenziale e probabilmente a dosi così elevate difficilissimamente raggiungibili
Ed ecco gli effetti collaterali

roslele
Membro
Messaggi: 224
Iscritto il: gio 28 lug 2016, 23:48

Re: prevenzione e cura alternativa dei tumori

Messaggio da roslele » dom 7 lug 2019, 20:11

stalker ha scritto:
lun 14 gen 2019, 21:47
va bene, io inizierei con un'avvertenza importante, cioè io non sono un medico nè tantomeno un oncologo, ma solo uno che legge, cerca e sperimenta su di sé (entro certi limiti ovviamente); non ho malattie e miei problemi di salute non sono mai andati oltre le stupide malattie esantematiche morbillo parotite varicella (varicella fatta a 27 anni), non assumo nessun farmaco (se non eccezionalmente); quello che scrivo va preso con beneficio di inventario vale a dire io la vedo così, questo è il riferimento, vedi te se e cosa fare di questa informazione.
Il riferimento sarà spesso pubmed (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/) motore di ricerca gratuito (per adesso, speriamo che continui a esserlo ma visto il clima oscurantistico dubito molto).
Quello che scrivo va preso con beneficio di inventario ecc. Praticamente si legge quello che dice si ribatte con altri riferimenti o informazioni più meno quello che faccio io con il mio oncologo e che ho fatto con il chirurgo....ascolto...mi informo e poi decido....

stalker
Membro
Messaggi: 334
Iscritto il: gio 13 dic 2018, 13:15

Re: prevenzione e cura alternativa dei tumori

Messaggio da stalker » dom 7 lug 2019, 21:07

Grazie roslele; nessuno si è mai intossicato con la vitamina C o per lo meno non ho mai trovato traccia di un simile evento; può essere più facile avere i calcoli renali, io non ho mai avuto nemmeno una volta calcoli, nè prima di prendere la vitamina C nè dopo; se uno ha questo tipo di problema, forse dovrebbe valutare col suo medico se è il caso di prendere la vitamina C oppure no; ma una cosa è certa, non si muore di vitamina C.
questo è un medico che ne parla: https://www.youtube.com/watch?v=oDWTROot_c8

Gida
Membro
Messaggi: 67
Iscritto il: sab 23 giu 2018, 0:31

Re: prevenzione e cura alternativa dei tumori

Messaggio da Gida » dom 7 lug 2019, 22:19

Roslele scusa ma non ho capito forse il senso di questo "thread". È forse nato solo perché Stolker possa esporre le sue ricerche e pareri ed allora chi si intromette disturba? Sicuramente mi è sfuggito qualcosa perché credo che il primo post non sia più visibile. Ci sono ormai più di 50 pagine e forse ho saltato qualcosa (come il post di Franco sulla vitamina C per cui sono stata rimproverata di aver scritto cose già dette. Io comunque mi ero riallacciata ad un post di un utente, forse Antonio.). Io non ce l'ho con Stalker anche perché effettivamente oltre a denunciare il business che c'è dietro le case farmaceutiche (in parte condivisibile), almeno da quello che ho letto consiglia di rivolgersi a medici prima di assumere qualsiasi cosa (forse altro è stato inibito dagli amministratori) Ho letto in un post che consigliava le vitamine dopo aver consultato il medico ma rimango allibita quando l'utente chiede se le trova in parafarmacia. Vorrei dire visto che è stato citato Pauling (due premi Nobel) grande sostenitore ed assuntore (credo però solo per bocca) di vitamina C per la cura del cancro, che ironia della sorte è morto per un tumore. Ogni teoria non supportata da dati certi è opinabile. Non abbiamo la verità in tasca e mi aspettavo entrando in questo forum di trovare scambi di idee ed esperienze sopratutto per la cura dei molti effetti collaterali che si affiancano alle cure tradizionali (che a mio modesto parere sono quelle che possono dare una chance, non la sicurezza, di sopravvivenza e vita.) Oppure informarmi su quelle non tradizionali potendo esprimere dubbi. Ma vi ho trovato arroganza, avvocati a spada tratta di questo o quell'utente tanto da creare il noi e voi, mancanza di scambi sereni di informazioni ed esperienze. Questo mi sembra strano. Verrebbe da pensare all'azione di qualche influencer. Ma non voglio crederlo. Ripeto, forse mi è sfuggito qualcosa. E se mi si invita a non partecipare lo farò solo se non ne avrò più voglia o perché me lo dirà lo staff se disturbo o violo e regole. (Comunque non è assolutamente mia intenzione "disturbare")

stalker
Membro
Messaggi: 334
Iscritto il: gio 13 dic 2018, 13:15

Re: prevenzione e cura alternativa dei tumori

Messaggio da stalker » dom 7 lug 2019, 22:38

Pauling è morto a oltre 90 anni d'età: nessuno si deve illudere che prendendo la vitamina C diventerà immortale.
Per diventare immortali bisognerebbe bloccare l'accorciamento dei telomeri il che molto probabilmente è impossibile.

Gida
Membro
Messaggi: 67
Iscritto il: sab 23 giu 2018, 0:31

Re: prevenzione e cura alternativa dei tumori

Messaggio da Gida » lun 8 lug 2019, 0:23

Stalker chissà.... Intanto è stato scoperto un enzima in grado di allungarli "un po'" non certo all'infinito. Biglini dice che nella Bibbia si afferma che vi è un luogo fisico (credo in Libia) dove si possa assumere questa sostanza e vivere addirittura migliaia di anni(?!). Ma questa è fantascienza. Per rimanere con i piedi per terra sembra però ci siano dei metodi naturali e alla portata di tutti. A seconda degli studi effettuati dalla dott. Blackburn (credo si chiami così) che ha avuto riconoscimenti autorevoli per la scoperta dell'efficacia dell'enzima, si è riscontrato che per poter apprezzare un aumento dei telomari, sia utile andare in bicicletta mezz'ora per 3 volte alla settimana e dormire 7 ore a notte. Fattore deleterio è lo stress, il pessimismo, mentre decisamente dannosa è la depressione che causa ai telomari danni irreversibili. Che la melatonina possa aiutare anche per questo? Naturalmente, anche se credo non abbia controindicazioni (ma il mio parere non vale niente) quando si assumono chemioterapici (e lo ribadisco perché in questo forum ci sono malati oncologi e caregivers) conviene sempre sentire il parere dell'oncologo perché non sappiamo quali reazioni chimiche possano innescarsi.

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Off topic: pensieri sparsi”