Dubbi,paure e incertezze

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Krusty75
Membro
Messaggi: 24
Iscritto il: mer 26 feb 2020, 14:09

Dubbi,paure e incertezze

Messaggio da Krusty75 »

Ciao a tutti ,mi trovo in difficoltà nel scrivere poiché qui ci sono casi reali e mi sembrerebbe di esagerare. Ma in tutta sincerità non ho nessuno con cui parlare e con quelli che ci provo mi fanno per matto. Ho 44 anni e tutto ha avuto inizio il 2014 circa. Da un po' di mesi avvertivo uno strano malessere che fortunatamente durava poco e toccandomi il collo scoprii un linfonodo(sono magro 1.87 x74kg). In tutta sincerità non sapevo cosa fosse ne cosa potesse indicare,ma il medico curante mi disse di non pensarci perché non era nulla e di non leggere su internet. Poiché avvertivo un senso di oppressione al petto andai dal cardiologo che mi sottopose a visita ,eco,elettro e per ulteriore controllo mi fece eseguire una prova sotto sforzo. Tutto nella norma e su suggerimento di un amico di famiglia feci l'ennesima gastroscopia. Solita gastrite,esofagite ed enia. In ospedale feci notare il linfonodo al primario che dopo avermi "tastato" affermo che ne avevo altri e di natura infiammatoria. Ovviamente feci analisi di controllo che risultarono nella norma. Il malessere si era ridotto ,ma al suo posto era sorto un forte dolore sotto lo stomaco e pensando al colon feci colonscopia che non rilevo nulla. Il medico curante credeva che la causa dei miei malori era lo stress e l'ansia. Avevo perso il lavoro subito dopo essermi sposato. Sono passati circa tre anni e il malessere continua a volte mi sembra di avere la febbre ma al massimo ho 36.2 e ho freddo. A luglio (2019)ripeto analisi comprensive di tiroide, prostata ,pancreas,fegato e tranne colesterolo basso e tutto nella norma. Nel frattempo cambio città e medico, riferisco tutto al nuovo curante (persona che so essere molto precisa) e dopo visita addome individua da sola il punto dolente che dice essere intestino. Visiona analisi e tasta linfonodi che secondo lei sono solo poco gonfi e mobili sul piano... e attribuisce la sfossatezza al colon irritabile.Mi prescrive eco addome che non rileva nulla se non una grande quantità d'aria . Premetto che con cura datami dalla nuova dottoressa il dolore era praticamente sparito, secondo lei essendo molto stitico ,accumulo aria e l'intestino si gonfia e mi fa male ...
Ovviamente questo mio stato ha rovinato il matrimonio portandomi alla separazione . Leggo cose bruttissime sui linfonodi e trovo strano che 4 medici diversi non ci abbiano dato peso. Ho fatto pure radiografia ai polmoni e scoperto che probabilmente nel 2015 ho avuto mononucleosi ,ma nessun medico mi prende seriamente. La nuova dottoressa che mi conosce da tantissimi anni dice che somatizzo e ti tenere i linfonodi solo sotto controllo .Da quel che mi sembra (palpandoli ) sono rimasti invariati in questi anni e le analisi non hanno mai rilevato nessun valore sballato. Martedì farò ecografia linfonodi collo poiché sembra si possa avere un'idea. Probabilmente mi sto solo impressionando cercando quello che non c'è . Praticamente passo le giornate tra divano e letto e quindi i miei muscoli si sono indeboliti e per questo appena mi muovo mi sento subito stanco e dolente. Inoltre ho notato che tutto si accentua i giorni che precedono il cambio del tempo. Scusate la lungaggine e la confusione de messaggio ma sono veramente molto sconsolato e giù. Capisco e sono vicino a chi combatte realmente una cosa reale (l'ho vissuto con mio padre e zii) ma forse più che consigli avevo bisogno di un semplice sfogo indipendentemente dalle risposte.
aleca16
Membro
Messaggi: 11
Iscritto il: dom 8 mar 2020, 4:42

Re: Dubbi,paure e incertezze

Messaggio da aleca16 »

Le malattie della psiche non sono meno reali di quelle del corpo... posso solo consigliarti di rivolgerti a chi potrà aiutarti ad affrontare queste tue paure e somatizzazioni, mi riferisco ad uno psicoterapeuta o ad uno psicologo. In bocca al lupo

Torna a “Raccontiamoci”