Incombenze per chi resta

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Adriana82
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: lun 4 mag 2020, 23:18

Incombenze per chi resta

Messaggio da Adriana82 »

Qualche tempo fa avevo scritto di papà, del suo tumore e della sua e nostra sofferenza.
Dopo un anno e due mesi dalla scoperta del "mostro", mio papà ci ha lasciati.
Ora mi trovo a sistemare le sue cose e mi chiedevo cosa fare con i cateteri e le sacche dell'alimentazione parenterale che sono rimaste della fornitura Asl. Devo riportarle all'Asl o posso donarle all'associazione che ci ha seguito con empatia, attenzione ed efficienza fino all'ultimo giorno?
Qualcuno mi sa dire cosa si dovrebbe fare?
Elena3
Membro
Messaggi: 127
Iscritto il: dom 2 set 2018, 14:59

Re: Incombenze per chi resta

Messaggio da Elena3 »

Bongiorno, io ho sempre dato tutto a chi me lo forniva, nal nostro caso l'associazione che si occupa di terapia del dolore.
Un abbraccio
Elena
moni1
Membro
Messaggi: 1316
Iscritto il: mar 25 nov 2014, 10:55

Re: Incombenze per chi resta

Messaggio da moni1 »

Anch'io ho dato tutto all' ATT che durante tutto il periodo ci hanno supportato e seguito diventando i nostri angeli custodi.
Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3257
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Incombenze per chi resta

Messaggio da Franco953 »

Cara Adriana mi spiace veramente tanto per papà. Anche io ti suggerisco di restituire tutta.
Un abbraccio
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”
Adriana82
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: lun 4 mag 2020, 23:18

Re: Incombenze per chi resta

Messaggio da Adriana82 »

Il mio dubbio è se restituire tutto alla sanità pubblica (che ha fornito i presidi) oppure donare le rimanenze all'associazione per le cure palliative...
valentina22
Membro
Messaggi: 77
Iscritto il: lun 16 dic 2019, 13:30

Re: Incombenze per chi resta

Messaggio da valentina22 »

Ciao Adriana!
Innanzitutto mi dispiace tanto !!
Noi abbiamo restituito tutto all"ospedale da cui arrivavano le cure palliative , qualcosa ci è rimasto , tipo i sacchetti per il catetere e la stomia,
Stavamo vedendo anche noi , se possibile , di poterli donare .
Quando mamma era ricoverata alcuni articoli per loro era merce rara,
Un abbraccio
Valentina
Stex24
Membro
Messaggi: 41
Iscritto il: lun 2 set 2019, 9:14

Re: Incombenze per chi resta

Messaggio da Stex24 »

Ciao Adriana, mi unisco anch'io alle condoglianze.
Non so di dove sei, ma io ho avuto due esperienze diverse. Quando è morto mio suocero, in Calabria, tutto ciò che usava lui per il diabete (pungidito e strisce), ovviamente intatti e chiusi, li ho dati a parenti vari, nè Asl nè ospedale le prendevano.
Quando è morto il mio papà, tutto ciò che erano medicine aperte purtroppo buttate e davvero mi è pianto il cuore! Ho provato con medico di base, ospedali, farmacie, asl ... ma niente da fare! Mentre le medicine confenzionate chiuse, tranne la morfina purtroppo, le ha prese il medico di base che le da in "prova" ai pazienti.
Comunque davvero un spreco enorme!
Stefania
Sogna come se dovessi vivere per sempre. Vivi come se dovessi morire domani.
Didi
Membro
Messaggi: 4
Iscritto il: dom 14 giu 2020, 23:01

Re: Incombenze per chi resta

Messaggio da Didi »

Ciao...prova a chiedere al reparto di oncologia dove andavate.. Loro sapranno dirti se materiale lo ritirano. Se troppo doloroso varcare quella porta ti consiglio quello che ho fatto io... Rivokgiti ad altro ospedale vicino a te e chiama caposala reparto oncologia e chiedi. A me li han ritirati alyro centro senza problemi... Han preso anche scatole aperte e con blister iniziati... Normalmente i farmaci che non possono usare li danno ad hospice o associazioni che si occupano di pz oncologici. Non buttare sono presidi preziosi che possono essere ancora molto utili.

Torna a “Raccontiamoci”