Ovunque tu sia, io so amare fino a lì

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Stella13
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: ven 4 set 2020, 14:34

Ovunque tu sia, io so amare fino a lì

Messaggio da Stella13 »

Buonasera a tutti, è un pò di mesi che vi leggo, da quando, a fine febbraio di quest'anno, è stato diagnosticato a mia madre (68 anni) un adenocarcinoma del retto infiltrante le pareti vaginali.

Dico subito che la mia adorata e indimenticabile dolce mamma mi ha lasciata il 15 luglio, inspiegabilmente e senza alcuna previsione per reazione alla chemio neoadiuvante alla quale si era sottoposta per cercare di ridurre la massa ed arrivare all'operazione.

La chemio l'ha devastata, il suo sistema immunitario è crollato e una polmonite se l'è portata via in una notte calda d'estate Q ma tanto fredda per lei.

Ancora non riesco a realizzare che sia davvero successo, che lei non ci sia più e le giornate sono così dure e vuote senza di lei. Ho tre bambini ai quali era legatissima, sono cresciuti con lei e ciò che mi fa più male è pensare che non abbiano più la loro adorata nonna, che siano stati privati di un bene così prezioso. Tutto parla di lei e di quello che era lei per noi.

Sono già stata da uno psicologo perchè non posso lasciarmi andare, lo devo ai miei piccoli, a mio marito,a mio padre, che è rimasto con me.

Devo anche poter tornare a concentrarmi sul lavoro, che essendo particolarmente di concetto, necessita di concentrazione, attenzione, di tranquillità.

Ma non so perchè ho la convinzione che non sarò più felice e che la mia vita sia completamente distrutta senza di lei. Senza la sua presenza fisica, perchè so che magari spiritualmente lei c'è. Ma io la vorrei qui, con me e con i miei bambini: lei che li porta al parco, che gli prepara la torta, che li abbraccia e consola. Perchè la mia famiglia è stata privata di tutto questo. Perchè così tante famiglie vengono private dell'amore assoluto e puro di un genitore, di un fratello, di un compagno. Tutto questo non è giusto e non so neanche perchè lo scrivo. Cerco delle risposte alle mie domande, cerco soprattutto una risposta al mio dolore, ma so che non c'è.....
Faby76
Membro
Messaggi: 977
Iscritto il: sab 12 mar 2016, 17:04

Re: Ovunque tu sia, io so amare fino a lì

Messaggio da Faby76 »

Ciao Stella, hai ragione.... Una risposta sensata a tanto dolore non c'è.... Se ti può consolare non sei l'unica...... Se ti può consolare prima o poi ci uniremo a loro...... Se ti può consolare sono vicini a noi più di prima..... . È passato poco tempo.... Stai tranquilla che riuscirai a stare meglio. Ti mando un forte abbraccio
Papà ti voglio bene, sei la mia vita. Ti penso ogni momento della giornata. PROTEGGIMI
Stella13
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: ven 4 set 2020, 14:34

Re: Ovunque tu sia, io so amare fino a lì

Messaggio da Stella13 »

Grazie Faby, ho letto la tua storia e vorrei tanto arrivare alla tua serenità un giorno.

Si è troppo presto per accettare, spero che non si viva sempre con tutto questo dolore e spero davvero che lei è vicino a me. Per adesso sento solo un gran vuoto.
valentina22
Membro
Messaggi: 77
Iscritto il: lun 16 dic 2019, 13:30

Re: Ovunque tu sia, io so amare fino a lì

Messaggio da valentina22 »

Ciao Stella, ho perso la mia mamma per lo stesso medesimo male in pochi mesi, diagnosi ad ottobre, morte a marzo, 63 anni compiuti.
E' un male che, se scoperto in ritardo ,lascia poco scampo.
Anche io non ho risposto a tutti i tuoi perchè, ma mi appendo a ciò che rimane della mia famiglia ,tentando il più possibile di tenermi occupata per non pensare....mi consola solo il pensare alla sofferenza degli ultimi tempi e al fatto che prima o poi ci rivedremo..ma per ora non basta.
Un abbraccio
Stella13
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: ven 4 set 2020, 14:34

Re: Ovunque tu sia, io so amare fino a lì

Messaggio da Stella13 »

@Valentina22: ho molto rammarico sul fatto della scoperta in ritardo, nel senso che lei aveva dei fastidi già dall'estate precedente, se non prima, ma il medico di base li aveva liquidati come stress o al massimo banali problemi ormonali, senza prescriverle analisi specifiche o colonscopia.
Vivo con il pensiero che se avesse fatto questi esami prima non sarebbe morta così.
Shallow
Membro
Messaggi: 11
Iscritto il: ven 27 dic 2019, 12:52

Re: Ovunque tu sia, io so amare fino a lì

Messaggio da Shallow »

Ciao Stella ti abbraccio..non riesco a dire altro, la tua storia mi tocca particolarmente..
Stella13
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: ven 4 set 2020, 14:34

Re: Ovunque tu sia, io so amare fino a lì

Messaggio da Stella13 »

Ciao Shallow, forse perchè ha delle similitudini con la storia di tua suocera. Spero ovviamente in un epilogo diverso.
Io sto leggermente meglio, vado avanti per i miei bambini e mio padre che soffre molto la mancanza di mamma.
Mia madre era fantastica e la sua assenza si sente tantissimo. Ma comincio a sentirla vicino in un altro modo: la prego tanto e credo che lei mi dia la forza per portare avanti tutto quello che mi ha insegnato. Lei rimarrà la persona alla quale ho voluto e voglio un bene immenso. La penso ogni momento della giornata ma non mi fa più così male come prima. Il mio angelo mi sta aiutando sicuramente.
Un abbraccio anche a te e a tutti quelli che combattono o soffrono per questo brutto male.

Torna a “Raccontiamoci”