QUASI UN ANNO, IO E VOI

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Sluk79
Membro
Messaggi: 159
Iscritto il: mer 2 lug 2014, 17:38

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da Sluk79 »

penso che aggiungere ad un lutto, le divergenze in famiglia sia quanto di peggio possa essserci in questo mondo.
Avete già affrontato una cosa bruttissima, un cancro caz.ehm... perchè buttarvi ancora altro dolore contro?
Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da Erika76 »

Vero Raf e la cosa più assurda sai qual'è? Che il fratello di mio marito, lo stesso che gli promise che si sarebbe preso cura di noi, mi ha telefonato per scusarsi del suo atteggiamento perché non immaginava... Ma cosa devi immaginare scusa? Mio marito è morto a 40 anni dopo 3 anni di malattia. Quando era ricoverato passava mezzora per farsi vedere e poi di corsa a casa per la cena. Quando non era ricoverato non passava proprio e Dani che mi chiedeva se il fratello avesse chiamato... ma quanto l'hanno fatto soffrire quei pezzi di merda?? E adesso devo sorbirmeli io?? No grazie, io ho già dato. Se ancora mantengo uno straccio di rapporto superficiale a atono con la madre è solo perché Lollo è affezionato a quella donna. Poi quando sarà grande e capirà che donna è farà le sue scelte, ha già sofferto troppo e non voglio creare un allontanamento forzato perché non capirebbe.
Ma appena Lollo sarà abbastanza grande saprà valutare chi c'è sempre stato (come i miei genitori che meriterebbero una statua) e chi non c'era mai.
Mio padre da quando Dani è morto lotta con un'ulcera allo stomaco che non gli permette di fare una vita normale. Mentre i genitori fanno ciascuno la loro vita, uno da una parte per fortuna (così si è tolto dalle palle) e una dall'altra. Quel fucile caricato a vaffa credo lo userò presto ankio!
Raf50
Membro
Messaggi: 115
Iscritto il: dom 4 mag 2014, 9:52

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da Raf50 »

Erika, mi stai raccontando la mia storia a sessi invertiti. Ricordo con sofferenza le mattine quando, dopo una notte durante la quale Carmela aveva dormito a stento per i dolori, il suo primo e unico pensiero era per la sorella che non si faceva sentire, neppure con una telefonata. Eppure la stronzetta neanche lavora, e dopo aver accompagnato la figlia a scuola alle 8:30 cos'altro aveva da fare di così importante? E mentre a casa si snodava la processione delle cugine, di mia madre e persino delle vicine di casa, la stronzetta sì e no si ricordava di telefonare (solo di telefonare!!!) non prima delle 12:30, se e quando si ricordava di farlo. L'apice lo toccammo poi il giorno in cui, dopo che Carmela, stremata dal menefreghismo della sorella, le disse al telefono "Magari vuoi che venga io a casa tua a darti una mano visto che sei così indaffarata?", ricevemmo all'ora di pranzo la telefonata dell'onnipresente bambina (che mia moglie amava più della figlia che non abbiamo avuto) che si permise di rimproverarla per aver detto quella frase alla madre ..... Carmela scoppiò a piangere, ed io non ci vidi più: mollai il piatto che stavo mangiando, mi fiondai a casa della sorella e le feci una gridata da farle fischiare le orecchie.
E loro oggi cosa ricordano? Soltanto la loro lesa maestà perchè io mi sono permesso di andare a gridare a casa loro ..... tutto quello che ho detto, tutto quello che ho vanamente tentato di fargli capire, per loro non ha avuto la benchè minima importanza, come dimostra quello che è successo dopo la sua morte, quando sono arrivati a calunniare la sua memoria dicendo in giro che lei si lamentava della sorella soltanto perchè era stata 'pompata' dalle perfide cugine (in realtà due sante donne con tanto sale in zucca), da mia madre, dal sottoscritto e persino dalla vicina di casa!!! Sembra di vedere Berlusconi .... "io sono innocente, sono i giudici che complottano contro di me"!!!
E vogliamo dimenticarci la madre, maestra (secondo lei, ma non prende in giro nessuno se non gli stupidi come lei) nell'inventarsi scuse ad hoc (non ci vedo bene, le gambe mi fanno male) per non venire a casa nostra, salvo poi vederci e camminare benissimo tutti i santi giovedì per andare dal parrucchiere?!?!?
E ora volete il 'ricordo' di vostra figlia, sottraendolo a me solo perchè erano oggetti che le avevate regalato voi? Ma andate riccamente affanculo, l'unico ricordo che posso lasciarvi è soltanto il mio più totale disprezzo.
Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da Erika76 »

Guarda Raf, dato che AIMAC mi sembra molto tollerante, mi unisco al tuo vaffanculo. Perché è vero, non bisognerebbe farsi il sangue amaro per degli idioti che non meritano neanche compassione, ma siamo esseri umani, noi, loro di umano non hanno niente. E ribadisco, attendo che mio figlio cresca per non privarlo di quello che oggi considera un affetto, dal momento che quando loro si allontanarono per lui fu una sofferenza. Ma poi saprà giudicare, anche sulla base di quello che gli dirò tra qualche anno. Ora è felice, non sa nemmeno che il 10 luglio sarà un anno, ha pochi ricordi belli e molti tristi e quindi poco da rimpiangere. Ma ho scritto un libro Raf dove dico tutto, proprio tutto e appena sarà finito e finirà tra le mani di chi tanta dice di anelare a leggerlo beh qualcuno avrà qualcosa a cui pensare, sempre che abbia un cervello appurata l'assenza di coscienza. Che poi come per te, non è a me che fanno male, io me ne frego se scompaiono, anzi magari scomparissero del tutto. E' quello che ha dovuto patire e subire Dani che non mi dà pace.
Raf50
Membro
Messaggi: 115
Iscritto il: dom 4 mag 2014, 9:52

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da Raf50 »

Non smetto mai di sorprendermi su quanto strana e ironica possa essere la vita.
Non avrei mai creduto di dover ringraziare il destino che non ci ha fatto avere figli, sai? Perchè a questo punto, visto e considerato come sono andate le cose, questa mancanza significherà che, una volta risolte le fredde questioni legali, non avrò più nulla che possa costringermi, contro la mia volontà, a relazionarmi con simili esseri che - hai perfettamente ragione - di umano non hanno assolutamente nulla. E sul fatto che certa gentaglia, appuratane l'assenza di coscienza, possa anche avere un cervello, nutro serissimi dubbi (ed anzi nel caso dei miei 'cari' ex parenti questa è pressochè una certezza).
Dalla sofferenza per averla perduta, però, non potrò mai separare la sofferenza per come l'hanno fatta vivere e per come alcuni di loro l'hanno abbandonata durante i suoi ultimi momenti.
Dio li perdoni, se può.
Gielle62
Membro
Messaggi: 13
Iscritto il: sab 31 mag 2014, 14:04

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da Gielle62 »

Noooooo, non ero loggata e ho perso il lungo messaggio che avevo finalmente scritto sui miei problemi coi parenti, stesso copione, più o meno stessi incomprensibili comportamenti. Già per me è difficile scrivere di cose che vorrei solo dimenticare ......poi "invio" e mi sparisce tutto!
Ho passato brutti momenti, non riesci a fregartene immediatamente, ci vuole un po' di tempo e in quel tempo ti viene rabbia, dolore. E anche solo leggendovi trovo conforto e comprensione. Per ricambiare volevo scrivere dell'assenza e delle carognate dei parenti di mio marito.
Ora è tardi, magari domani riprovo.
Raf50
Membro
Messaggi: 115
Iscritto il: dom 4 mag 2014, 9:52

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da Raf50 »

@Gielle: fai sempre un copia/incolla su un file .txt degli scritti lunghi, prima di cliccare 'invio' ...... quella di perdere testi lunghi è una scocciatura che è capitata anche a me in passato, da allora faccio sempre così e mai più brutte sorprese ;)
Raf50
Membro
Messaggi: 115
Iscritto il: dom 4 mag 2014, 9:52

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da Raf50 »

Non prendetemi per un pazzo visionario ma, la mattina in cui, alle 12:30, ricevetti l'immonda telefonata con cui i parenti di mia moglie mi chiedevano indietro, con tanti bei pretesti, la macchina da cucire e la sdraio che avevano regalato a mia moglie in vita, fui avvisato da mia moglie.
Dunque, va premesso che mia moglie aveva un rapporto particolare con la corrente elettrica, evidentemente era portatrice di una forte carica elettrostatica, visto che, cliccando i vari interruttori per accendere le luci di casa, ha fulminato, in tanti anni di matrimonio, un botto di lampadine. Ormai ero abituato, tornando a casa la sera, a sentirmi dire da lei: "Amo, ho colpito ancora". E ci ridevamo su.
Beh a quanto pare questo suo rapporto con la corrente elettrica è rimasto anche dopo la sua morte, ed anzi a volte ho l'impressione che sia diventata una forma di comunicazione da parte sua.
Il mio pc fisso è collegato ad un gruppo di continuità, non così i due monitor, che sono invece connessi direttamente alla corrente di rete.
Nella nostra zona, in occasione di ogni temporale (ma spesso basta anche una pioggia o un forte vento), subiamo sbalzi o interruzioni della corrente, che il mio gruppo di continuità annuncia con un sonoro scatto, ben udibile.
Quella mattina mi svegliai presto, intorno alle 6:30. Il tempo era bello, un'alba soleggiata, non un filo di vento, una giornata estiva in piena regola.
Avevo appena aperto gli occhi quando udii distintamente lo scatto del gruppo di continuità (il computer era rimasto acceso dalla sera prima), segno che la corrente era andata via per un attimo. Cosa - ripeto - inusuale in presenza di condizioni meteo tranquille. L'altra cosa strana è che, in occasione di questi episodi, il computer resta ovviamente acceso in quanto protetto dal gruppo, ma restano accesi anche i monitor, che invece dovrebbero spegnersi non appena la corrente va via o anche solo cade di tensione.
Ma quella mattina la cosa andò ben oltre, perchè, recatomi nel bagno di servizio per lavarmi, non appena misi la faccia nel lavandino e aprii il rubinetto, sentii distintamente provenire dallo scarico un odore di m..da. Una cosa mai successa in 15 anni di uso della casa, ed ancora più strana se si considera che per i bisogni utilizzo l'altro bagno che abbiamo. Durò pochi secondi e poi scomparve.
La prima cosa che mi venne in mente fu che lei volesse dirmi qualcosa. Ricordandomi dell'interpretazione popolare dei sogni, secondo cui sognare escrementi significa soldi, pensai che stessero per arrivare delle somme che aspetto da tempo, ma io quell'odore non lo avevo sognato, lo avevo sentito da sveglio. Neanche a farlo apposta, quando andai in garage a prendere l'auto, trovai nella griglia sotto i tergicristalli un brandello di carta di una ricevuta di una giocata al lotto altrui finita lì chissà come, ed andai a giocare quei numeri.
I numeri poi non sono usciti, e la verifica del saldo del conto in banca mi confermò che le somme che aspetto non erano ancora arrivate.
Alle 12:30 ricevetti l'immonda telefonata, e solo allora compresi l'avvertimento che mia moglie mi aveva mandato ...... "Stanno per rovesciare altra m..da su di te".
Autosuggestione? Forse. Ma da quando lei ha lasciato questo mondo, le 'bravate' della sua famiglia (ma anche, in un caso, un problema di lavoro) sono sempre state preannunciate da episodi 'elettrici' o da sogni in cui appariva lei, e più lei appariva sorridente, più il problema era grosso. Al punto che, da quando desideravo di sognarla, ora ne ho quasi timore, e quando mi sveglio la mattina senza aver fatto sogni ho quasi la certezza, finora mai smentita, che quella sarà una giornata tranquilla.
Raf50
Membro
Messaggi: 115
Iscritto il: dom 4 mag 2014, 9:52

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da Raf50 »

Ecco, neanche a dirlo, questa notte, proprio dopo aver scritto il post che precede, l'ho sognata, e per la prima volta mi ha anche parlato ..... per ora non voglio raccontare nulla, vedremo ......
Per il momento stamattina ho telefonato alla cara sorellina e le ho detto che può venire a prendersi la macchina da cucire quando vuole, previo avviso telefonico. Neanche a dirlo, loro avevano chiesto che gliela portassi io ..... non so cosa dia a queste persone la convinzione di dover essere sempre serviti e riveriti.....
Ultima modifica di Raf50 il sab 5 lug 2014, 10:46, modificato 1 volta in totale.
Gielle62
Membro
Messaggi: 13
Iscritto il: sab 31 mag 2014, 14:04

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da Gielle62 »

Raf, che strano, le lampadine fulminate ………mi viene in mente che è successo anche a me. Il giorno che Gen se n’è andato si sono fulminate in serie, man mano che le accendevo, 3 luci in casa. Non credo a fenomeni paranormali ma confesso che la cosa mi ha colpito molto. Non ci pensavo più.
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”