Ciao a tutti

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi » mer 7 ago 2013, 4:50

Sono qui per raccontarvi la mia storia e per puntualizzare che, purtroppo, il tumore, non è l'unica malattia terribile che ti uccide giorno per giorno ma credo che chiunque abbia passato le malattie di un proprio caro possa capire chiunque abbia passato la stessa cosa. Che sia tumore o qualunque altra cosa. Forse ho sbagliato a venire su questo forum proprio perchè i miei non sono morti di tumore eppure, leggendo tutti i vosti post ho rivissuto le stesse vostre angosce, paure sofferenze,incertezze, speranze e questo mi ha spinto a venire tra voi. Mia mamma era ammalata di enfisema polmonare. Già proprio uno stupido, banale enfisema polmonare. Col tempo però la cosa ha cominciato a peggiorare e mia mamma respirava sempre peggio. Lei si sforzava di uscire ma doveva fermarsi ogni dieci passi per prendere fiato che spesso non tornava. Era spesso assente, nello sguardo e nel comportamento. Lei che era sempre stata una mamma molta attenta e apprensiva, quando andavo a trovarla mi rendevo conto che gli raccontavo i fatti della mia vita ma lei annuiva appena. Sembrava disinteressata. Dicevano depressione e invece era lo scarso ossigeno che le arrivava al cervello. Poi perdeva conoscenza, cadendo per casa in qualunque momento. Vi posso assicurare che nonostante non fosse malata di tumore è stato terribile vederla cercare di respirare e non riuscire. Una pena senza fine. Un giorno l'abbiamo trovata svenuta in bagno. Ricoverata 3 mesi in rianimazione e 15 giorni in un altro ospedale, è stata poi mandata per la riabilitazione in un centro veramente ok. Sapete che dicono che i malati di tumore abbiano un periodo di ripresa prima di andarsene. Ebbene, mia mamma, nonostante fosse ormai attaccata all'ossigeno, una volta uscita di li sembrava essere tornata la donna di un tempo. Più sveglia, più reattiva, scherzava di nuovo, giocava con mia figlia che aveva pochi mesi, faceva progetti. un brutto giorno le è venuta una crisi tipo epilettica e poi un'altra e un'altra ancora, Non riusciva più a mangiare, tremava come una foglia e in due giorni cadeva a terra ogni qual volta tentava di alzarsi. Non vi dico che pena, che disperazione. Soffriva molto, si disperava, si lamentava ma nn sapeva dirci se aveva male o cosa. Poi, un pomeriggio è ancora peggiorata e quella stessa sera ci ha lasciate. Io credo di non essere nel posto sbagliato...Quanlche anno fa ci sono ripassata con mio padre. Ha cominciato con una cardiopatia dilatativa e sostituzione della valvola mitralica. alla fine, dopo una lunga e terribile agonia di cui vi parlerò, se vi fa piacere un'altra volta, ho perso anche lui. Ho perso mia suocera per tumore e l'ho vegliata gli ultimi due mesi. So bene quindi di cosa parliamo. E adesso, sono qui perchè ho saputo che una mia ex cognata, nonchè mia cara amica, ha anche lei il cancro e io mi sento svuotata. Non ne posso più di sofferenze, di malattie, di angoscia, di morte. Avete notato che quando sta per accadere l'atmosfera intorno cambia? Tutto diventa ovattato, surreale. Oggi ho sentito la mia ex cognata che dopo avermi dato la notizia mi ha chiesto se mi va di vederci e parlare. Ovviamente le ho detto si ma adesso ho paura, terrore... forse di non essere più forte e riuscire ad affrontare ancora una volta questa tragedia. Vi ho scritto perchè siete persone meravigliose e vorrei avere dei vostri consigli su come rapportarmi con lei. Ho paura di sbagliare. Lei è giovane, sa tutto, e io non so che dire... che fare. Ma le voglio bene e voglio esserle a fianco. Grazie. Un abbraccio a tutte voi


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » mer 7 ago 2013, 5:51

Marali... Certe volte rimango proprio senza parole...

Poi oggi è una giornata molto pesante, e ho preferito un po di silenzio!

Ma non potevo stare in silenzio...

Che brava che sei stata, anche tua suocera!!

Ormai dove ti giri vedi brutto...
Per quanto riguarda la tua ex cognata

ci sei già passata... Tu puoi fare domande utili...

Tu sai cosa chiedere... E tu puoi fare la differenza...

E puoi offrire un po del tuo tempo!!

Dai non può andare sempre peggio!! E che cavolo.

FORZAAA

ti stritolo

Ambra


MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi » mer 7 ago 2013, 6:21

Grazie Ambra. Le tue parole mi fanno sentire meno sola. Purtroppo non ho parenti o persone con le quali parlare, aprire il cuore. Ho mia figlia che adesso ha 16 anni ma non voglio intristirla, ne ha già passate troppe per la sua età. Purtroppo, la diagnosi di mia cognata mi ha trasportata indietro, agli anni delle malattie. C'è stato un lungo periodo in cui avevo mia mamma in un ospedale in fin di vita e mio papà nell'altro per intervento al cuore. Mi sono sentita crollare il mondo addosso. Ho riprovato in un solo colpo l'angoscia per mia mamma, le immagini di sofferenza che aveva in viso. Quel viso ormai smagrito... Era arrivata a pesare 38 chili. Nonostante siano passati ben 15 anni e nonostante io abbia avuto molti segnali della sua presenza vicino a me, soprattutto nei primi anni dopo la sua morte, mi manca, mi manca ogni volta che mi accade qualcosa di brutto, mi manca ogni volta che avrei una bella notizia da raccontarle. Mi capita ancora che se mi succede una cosa bella, penso per la frazione di un secondo, che devo dirgliela. Poi, naturalmente, è immediata la verità che mi sbatte in faccia. E mi torna in mente la fine di mio padre che aveva solo sprazzi di lucidità. Quando questo avveniva, il suo sguardo si riempiva di stupore, come se non capisse perchè stesse in ospedale. E quando è arrivata la fine, purtroppo, è stato terribile. Per oltre due minuti ha avuto delle bruttissime convulsioni. Gli occhi indietro, il corpo si scuoteva tutto e poi, ricordo che di colpo tutto si è fermato. Lui ha assunto un colore bluastro per qualche istante e poi è tornato quasi normale e con l'espressione serena. Mia suocera poi, era una bravissima donna, una seconda mamma per me. Cara lei. Purtroppo alla fine è stato terribile...No terribile e poco. Aveva i nervi tirati indietro ed era gialla. Gli ultimi giorni, nell'andare al bagno, (scusatemi se lo scrivo ma è solo per farvi capire perchè soffro ancora nel parlarne), perdeva non solo feci o sangue e quando la pulivo avevo solo voglia di bestemmiare, perche quel Dio in cui lei credeva nn poteva farle tutto questo. Ora conosci un pò meglio le mie esperienze ed è per questo che ho paura. Tempo che avendo sofferto così tanto, non sarò in grado di affrontare ancora una cosa simile, anche se un pò più a distanza (ma nemmeno tanto visto che anche lei ha solo sua figlia a sostenerla quindi nn potrò e non vorrò sicuramente tirarmi indietro. Eppure devo farcela. Devo dimenticare la sofferenza che ho provato ed essere li, pronta, ogni volta che avrà bisogno di me. Grazie Ambra, ho letto molti tuoi interventi e posso solo dirti: GRAZIE DI ESISTERE. CE NE VORREBBERO TANTE DI PERSONE COME TE. Un abbraccio notturno


iside26
Membro
Messaggi: 118
Iscritto il: mer 17 lug 2013, 7:48

Messaggio da iside26 » mer 7 ago 2013, 6:47

Cara Mara,non é detto che la tua amica sia spacciata,sai??? Magari,in questo caso,non vedrai tutta quella sofferenza.Dai dai,non partire sconfitta... Cerca di infonderle coraggio,falle capire che non per tutti la vita è così crudele... Magari lei potrá farcela. Forza e coraggio e aiuta la tua amicaa vincere questa guerra!


MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi » mer 7 ago 2013, 6:56

Hai ragione Iside. E' quello che devo fare... Di solito sono ottimista ma su certe malattie ne ho passate talmente tante, anche su di me, che tendo a pensare subito al peggio. Tumore = morte. Eppure lo so che non è così. Io stessa conosco persone che ne sono uscite. Mia nonna che è stata la mia roccia, la mia forza più grande e il mio esempio, beh lei stessa ne ha vinti due, andandosene poi all'età di 85 anni e non di quello. Probabilmente non ho mai superato bene gli shock che ho vissuto, la tristezza, il senso di impotenza e questo mi porta ad essere negativa. Ma adesso non me lo posso permettere, adesso devo riuscire a crederci, ad avere speranza per poterla infondere anche a lei. Deve farcela... anche per le persone che hanno dovuto soccombere, Grazie davvero tanto. Sono con voi solo da due ore ma mi sento già un pochino meglio. Un forte abbraccio per chi sta lottando per i propri cari e a chi ha lottato e ha dovuto arrendersi. Insomma a tutti :)

FORZAAAAAAAAAAAAAAAA... A PRESTO


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » mer 7 ago 2013, 7:00

Brava iside!!!

concordo con lei...

Dai non può andare sempre male!!

E poi passo per passo... Non pensare al poi peggiore...

Non sappiamo come andrà!!

Poi non sei sola ORA HAI NOI!!!
Grazie stella!! Qui troverai delle persone speciali che parlano con il cuore

FORZAAA MARA!!

Uno grande stritolo

Ambra


MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi » mer 7 ago 2013, 7:13

Grazie grazie grazie. Non mi esce nient'altro. Io che amo scrivere sono senza parole. Sono veramente contenta di essere qui con voi. Non mi ero iscritta prima pur leggendovi spesso perchè temevo che parlare e quindi ripensare a tutte queste cose mi facesse soffrire di più ancora e invece, adesso che mi sono decisa per questa nuova situazione, mi rendo solo conto di sentirmi rilassata e ottimista. Come se mi avessero tolto un peso dal cuore. Forse perchè ho sempre dovuto affrontare tutto da sola ed essere forte per gli altri. Ci sentiamo presto. Adesso vado a nanna sperando di riuscire a dormire. E crede che anche voi dovreste riposare un pò. Che ne dite??????????????????? Buona notte a tutti.

MaraLì. Ah lo pseudo MaraLì l'ho scelto perchè mia mamma si chiamava Maria ma mio papà la chiamava Mara e io mi chiamo Liliana e quindi MARALì è piaciuto :)


Avatar utente
carla.carboni
Membro
Messaggi: 538
Iscritto il: lun 14 nov 2011, 4:21

Messaggio da carla.carboni » mer 7 ago 2013, 13:54

Cara MaraLi,

c'é un libricino dell'Aimac, intitolato "Non so cosa dire", davvero molto utile. Adesso non so se è reperibile anche on-line, ma penso di sì.

Qualsiasi cosa tu faccia, la farai con amore, si legge nelle tue parole, perciò non potrai che farle del bene.

Un abbraccio.

Carla

Carla

MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi » ven 9 ago 2013, 5:51

Scusa Carla se non ti ho risposto prima ma purtroppo devo bfare bi conti anche con la mia salute che fa i capricci... Giusto per non farsi mai mancare niente. Proverò a cercarlo sicuramente. Credo possa essere uno strumento importante, nonostante io creda che le parole di certi momenti e situazioni, debbano uscire dal cuore della persona però, qualche suggerimento be un approccio positivo, non potrà che aiutarmi. Grazie davvero tanto. Se non vi disturba, io vorrei restare con voi nel forum perchè, come ho già detto, pur se non di questa bestia, la mia famiglia è stata portata via da atroci malattie. Buon proseguimento


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » ven 9 ago 2013, 6:14

Liliana scherzi... Devi rimanere...
E che capricci fa?
Ma hai visto tua cognata?
uno stritolo e un grosso bacio :-*

Ambra


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”