Come si puo andare avanti ??

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
paolo60
Membro
Messaggi: 242
Iscritto il: ven 5 ott 2012, 16:34

Messaggio da paolo60 » ven 5 ott 2012, 16:57

Mi chiamo Paolo ho 52 anni e vivo in svizzera da tanti tanti anni:Sono in ogni caso italiano.Sono padre di due splendidi ragazzi di 24 anni la femmina e di 20 il maschio e marito di una moglie splendida con la quale sono sposato da 26 anni.Il 24 Luglio la mia vita è cambiata per sempre : avendo un grosso linfonodo al collo che faceva anche male mi sono presentato ad un pronto soccorso visto che il mio medico curante banalizzava la cosa.Dopo tre giorni di accertamenti con di tutto e di più hanno scoperto che sono malato di tumore al polmone a piccole cellule in stadio avanzato. Stadio avanzato anche se come ripeto ha preso solo alcuni linfonodi sul collo ma non è presente in nessuna altre parte del corpo apparte logicamente i polmoni.Anche la schintografia ha dato esito negativo e quindi nulla nemmeno sulle ossa.Logicamente essendo a piccole cellule tutti sappiamo che le speranze di vita sono molto molto basse. Ho cominciato subito la chemio terapia e dopo due cicli il tumore si è ridotto del 75% circa e il mio oncologo ne era felicissimo.Dopo i prossimi due cicli di chemio credo che farà la radio terapia non ho ancora ben capito se solo sul tumore o anche sul cervello per prevenire eventuali metastasi, perchè purtroppo questo tumore ripartirà non si sa quando ma lo farà.Il quando comunque non vuol dire a lungo,e se lo farà entro tre mesi dal momento in qui avrò finito chemio e radio le mie speranze saranno ancora meno.

Posso precisare che le aspettative di vita sono dagli 8-9 mesi sino ai 12-15 per un tumore in stato esteso come il mio,poi ci sta la variabile da paziente a paziente.

Tutto è andato a rotoli !! Guardo mia moglie ed i miei figli e capisco che li vedo ancora per poco e questo non mi fa più vivere. Essendo in Svizzera e considerato che è legale ho pensato anche di farla finita con l'eutanasia ma poi mi son detto che non è coretto verso la mia famiglia e non lo è per chi come me e cattolico ed ha sempre avuto fede in Dio.In questo forum ho notato parecchia gente capace ed allora la mia domanda è : come si fa ad andare avanti,come si fa a vivere facendo finta che tutto sia uguale a prima ?? Ma sopratutto vale veramente la pena di soffrire e vedere i tuoi famigliari soffrire per te ?? Io le risposte non le trovo se potete aiutatemi voi.

Ciao Paolo


Baby
Membro
Messaggi: 334
Iscritto il: mar 8 mag 2012, 21:28

Messaggio da Baby » ven 5 ott 2012, 17:32

Ciao Paolo,

ti do il benvenuto nel forum anche se, ovviamente, avrei preferito non farlo!

La tua storia e la lucidità con la quale la descrivi mi hanno colpita molto e quì ti assicuro troverai persone fantastiche in grado di confortarti od almeno con le quali potrai confidare tutte le tue paure, ansie, preoccupazioni e SPERANZE perchè la speranza non ce la può togliere nessuno nemmeno situazioni dolorose come quella che stai vivendo.

Dalla mia esperienza di figlia con una mamma di 54 anni malata di tumore al polmone da 11 mesi non operabile, ti posso dire che i parenti soffrono e questo è inevitabile ma non bisogna arrendersi ed io nonostante abbia avuto periodi veramente brutti, in questi mesi ho imparato a trasformare il dolore in energie, energie da condividere con la mia mamma e da impiegare nella battaglia contro questa malattia...potranno esserci giorni grigi ma ce ne saranno altri meno pesanti e poi hai già avuto un buon risultato dopo solo due chemio!!!

Paolo non mollare!!!

Ciao

Barbara


Ross76
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: ven 24 ago 2012, 14:49

Messaggio da Ross76 » ven 5 ott 2012, 17:52

Non arrenderti Paolo, il tumore si è ridotto del 75%, e non è poco. Continua il tuo percorso facendo la radio e cerca di essere speranzoso.

Hai posto delle domande giustissime: Non so darti la risposta però cerca di goderti al massimo la tua famiglia, i tuoi figli, e non è detto che non tu possa vivere ancora anni rispetto alla casistica.

Mio padre,quando l'ho perso di tumore al polmone inoperabile, aveva 55 anni e l'ho accompagnato fino alla fine vivendomelo a pieno.

Ti auguro che le terapie possano fare effetto e che la radio possa sconfiggere questa bestia.

In bocca al lupo


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » ven 5 ott 2012, 17:53

Ciao Paolo, sono Ambra... mi spiace conoscerci inqueste circostanze... io sono figlia e mamma, mia mamma è malata ormai da due anni... con la bestia ormai ci convivo e andiamo avanti fino a quando ci sarà permesso... quindi come figlia ormai ho solo la rassegnazione... e il dolore più grande che ho è che mia mamma soffrendo già da una vita mi fa più male vederla soffrire che sapere che oggi ce l'abbiamo e domani non si sa... poi come genitore... è il lavoro più difficile del mondo... cerco sempre di proteggere i miei figli...anche se non sempre è possibile... le forze come genitore si devono sempre trovare... nella buona e nella cattiva sorte! Ho letto la tua storia... mi vengono le lacrime agli occhi... i tuoi figli sono ancora così piccoli... l'unica cosa che mi tira su è che per come scrivi... c'è sempre stato amore... non so dirti dove puoi trovare la forza perché penso sia da una parte che dall'altra quello che non si avrà... ma se ti posso dare un consiglio... vivi fino a quando puoi... mi spiace Paolo... tanto... capisco i tuoi figli e capisco te...

sii forte... se non per te... fallo per loro...

ti abbraccio forte

Ambra


Monny
Membro
Messaggi: 161
Iscritto il: gio 12 lug 2012, 2:07

Messaggio da Monny » ven 5 ott 2012, 18:09

Ciao Paolo,benvenuto anche da parte mia,mi associo a ciò che ti hanno detto Ross e Baby,non sempre i dati che scrivono corrispondono ad una certezza!Tu non devi pensare ai numeri ma solo a lottare per te e la tua famiglia che sono la tua priorità,capisco che spaventa la paura di non riuscire a farcela che arrivi il peggio in qualsiasi momento ma l'importante e' non farsi scoraggiare!!Mia mamma ha affrontato la chemio tre volte in 15 anni e tutte le volte c'era sempre la paura di mezzo di non riuscirci ma ha affrontato tutto sempre con uno spirito invidiabile,purtroppo la malattia e' peggiorata e lei ora non c'è più.....ma lei in questi anni ha dato tutta se stessa,di più penso che non avrebbe potuto fare!!!Un abbraccio grandissimo a te e alla tua famiglia!!!FORZA!!!!

@Baby mi sembra d'aver capito che la tua mamma sta meglio!!!Sono contenta per voi!!Ciao un abbriaccione anche a voi!!!

Monny


GIORNOPERGIORNO
Membro
Messaggi: 1155
Iscritto il: lun 18 ott 2010, 16:08

Messaggio da GIORNOPERGIORNO » ven 5 ott 2012, 18:14

Ciao Paolo, leggere la tua storia mi ha messo i brividi ... ho rivissuto la storia di una mia collega con la tua stessa patologia, e le stesse domande che le affollavano la mente ... dettate dalla lucidità e dal realismo che anche tu dimostri.

Caro Paolo, solo il buon Dio sa quanto ci sarà ancora permesso di rimanere su questa terra ... quindi sicuramente è giusto avere dei tempi dettati dalle statistiche, ma non prendere tutto per oro colato.

A mio avviso "far finta che nulla è successo e nulla accadrà" non vi sarà di aiuto, ma la condivisione del dolore CHE E' PUR SEMPRE UNA FORMA DI AMORE, potrà tenervi in piedi.

Forse, ti consiglio in punta dei piedi, un aiuto psiconcologico potrebbe aiutarti nella relazione....

Fatti amare dai tuoi cari Paolo, fino a quando potrai. Non mollare. Ti abbracciamo tutti


Baby
Membro
Messaggi: 334
Iscritto il: mar 8 mag 2012, 21:28

Messaggio da Baby » ven 5 ott 2012, 18:45

Ciao Monny,

la situazione attuale è che il dolore di mia mamma è diminuito parecchio e l'umore è migliorato sia per l'assenza del delirante dolore che per il sostegno psicologico!

Grazie di cuore per l'interessamento. Tu come stai?

Un caloroso abbraccio a tutti

Barbara


saretta271079
Membro
Messaggi: 103
Iscritto il: gio 5 mag 2011, 2:55

Messaggio da saretta271079 » ven 5 ott 2012, 19:09

ciao Paolo 60 ci sono poche cose che ti devono essere chiare anche se lo sconforto è tanto:

1 non smettere mai di lottare e di essere positivo, la rabbia e il pessimismo uccidono prima ma nn sono contro il cancro ma contro tutto;

2 l'essere cattolico scusa la mia franchezza e francesismo in alcuni casi può essere messo da parte!!se dovessi mai arrivare alla fine tipo alle 24 ore prima se si è in uno stato pietoso , che non sei nemmeno più sveglio autorizza l'eutanasia ma solo per te!!

io avessi potuto portare mia mamma in svizzera lo avrei fatto. soffrire così per cosa...non hai idea allo stadio terminale come si sta male...sono un ex operatore socio sanitario...ne ho viste di tutti i colori compresa con mia mamma...

Risposte alle tue domande non ce ne sono , nel senso che tutto cambia e l'unica cosa che potete fare tu e la tua famiglia è trovare il modo migliore x unirvi di più ed esprimere tutte le emozioni.

Ti auguro tutta la fortuna del mondo e spero che avrai sempre la voglia di scrivere qui e tenerci aggiornati..

Ti abbraccio...


paolo60
Membro
Messaggi: 242
Iscritto il: ven 5 ott 2012, 16:34

Messaggio da paolo60 » ven 5 ott 2012, 19:29

Ringrazio tutti per le risposte.

Qualcuno ha suggerito un appuntamento con un psicologo e questo l'ho fatto ma sono uscito dallo studio dopo che mi sono sentito dire che devo accettare questa bestia : conviverci certamente si ma accettarlo mai !! Io di certo non smetto e non smetterò di lottare ma questo non toglie l'angoscia con la quale si vive ogni giorno.

Saretta credimi se ti dico che 24 ore prima non decidi nulla propio perchè terminale e quindi in condizioni pietose:altri possono decidere per te questo si.

Comunque ripeto .. grazie a tutti voi per le risposte e sin che potrò vi terrò informati.


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » ven 5 ott 2012, 20:19

Paolo

ora ti parlo con la parte di me rassegnata che oggi visto la giornata è nella giornata no... anche io e mia mamma non abbiamo accettato la bestia... ti capisco... ma la verità in questi casi è che si va a giorni... dei giorni in cui molto probabilmente la paura la fa da padrone... come oggi... e poi ci sono i i giorni quelli in cui si gode di ogni momento e si vive a mille... non conosco la bestia e non voglio sapere la sopravvivenza perché voglio pensare che tu.... e tutta la tua famiglia siete in grado di dare uno schiaffo morale a sta bestia... che un paio di bastonate in piazza.... in bocca al lupo...

Ambra


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”