Condividere la mia esperienza per dare forza e coraggio agli altri

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
GIUSEPPE
Membro
Messaggi: 734
Iscritto il: gio 14 ott 2010, 20:26

Messaggio da GIUSEPPE » dom 15 lug 2012, 20:07

Linetta Cara, ti ringrazio per le parole di apprezzamento nei miei confronti.

Colgo l'occasione per dirti che apprezzo il tuo modo di scrivere,la tua disponibilità, la tua compostezza, nonostante la gravissima perdita della persona a te tanto, tanto cara.

Mi sento, anche, molto vicino alla cara "Frollina". Sono trascorsi circa sei anni e mezzo dalla data del mio intervento, sto bene, eppure non dimentico, rifiuto di dimenticare, ho visto in un bambino il viso deturpato dal cancro,ho letto nei loro visi la sofferenza di persone giovani e meno giovani, ognuno di loro mi ha insegnato qualcosa di importante.....Oggi sono un "Giuseppe" diverso da prima(quando avevo il cancro): dalle macerie sono rinato, percepisco la mia fragilità di essere umano, a volte, soprattutto quando mi sottopongo ai controlli sanitari(adesso con cadenza annuale)ho paura della recidiva..Al mattino quando esco guardo il cielo, può essere blu come oggi, oppure nuvoloso, per me è sempre una bella giornata da vivere con i miei cari, con le persone che incontro. Mi è sempre piaciuto viaggiare, visitare posti nuovi, soprattutto conoscere altri usi, altri costumi. Oggi.....oggi ogni giorno che vivo in sintonia con me stesso mi fa sentire in vacanza!!!

Frollina, sei giovane, il cancro può essere una grande opportunità di cambiamento e cioè ci offre la possibilità di essere noi stessi per sempre!

Un caro abbraccio a te Linetta, a te Frollina e a quanti mi leggeranno.

Ciao a tutti. Giuseppe


frollina
Membro
Messaggi: 75
Iscritto il: sab 14 lug 2012, 18:02
Contatta:

Messaggio da frollina » lun 16 lug 2012, 0:10

E' già stato una grande opportunità di cambiamento. Mi sento diversa. Mi sento migliore, anche. Ho davanti a me una seconda vita tutta da scoprire e da esplorare.


GIUSEPPE
Membro
Messaggi: 734
Iscritto il: gio 14 ott 2010, 20:26

Messaggio da GIUSEPPE » lun 16 lug 2012, 2:11

Cara Frollina,

leggere che in dipendenza della tua diretta esperienza "cancro" percepisci in te il cambiamento migliorativo mi riempie di gioia. Mi farà piacere continuare a leggerti....

Ti auguro, di cuore, di continuare ad affrontare questo difficile periodo con tanta, tanta grinta, grinta di cui certamente sei dotata...

Nel 2006 anche a me fu impiantato un "port a cath", dopo di che mi sottoposi a sei mesi di trattamento chemioterapico.

In qualunque momento, ti farà piacere condividere con me l'esperienza tumorale sono qui a tua disposizione.

Ti porgo un grande abbraccio di solidarietà. Ciao! Giuseppe


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » lun 16 lug 2012, 4:56

Ciao Giuseppe,

davvero grazie perché scrivi sempre e sei tanto vicino ad ognuno di noi... Sembrerà strano ma mi sembra quasi di prevedere quando interverrai, sento che ci sei sempre e che sai quando inserirti nella discussione, usando sempre i tempi giusti. Sarò ripetitiva ma ti dico grazie.
Ciao Frollina,

ti auguro tutto il bene del mondo e di avere forza e salute ma anche di restare così generosa verso tutti, entusiasta della vita.
Un abbraccio anche a Monny, Lumachina, Luglio 64, Giulia e Mariasole mie carissime.
Linetta


frollina
Membro
Messaggi: 75
Iscritto il: sab 14 lug 2012, 18:02
Contatta:

Messaggio da frollina » lun 16 lug 2012, 12:22

Caro Giuseppe, ho avvertito il cambiamento solo di recente. Ho iniziato a considerarlo e ad amarlo slo da pochi giorni. E tutto questo è avvenuto dopo aver toccato il fondo. Ad un certo punto ho iniziato a stufarmi di ciò che ero diventata e a voler fortemente tornare com'ero una volta. Anzi no, meglio di com'ero una volta. E così è partito il grande lavoro su me stessa. Il blog fa parte di questo lavoro ed è una terapia eccezionale.
Cara Linetta,

mi prendo volentieri tutto il tuo augurio e lo ricambio con gioia.
Un abbraccio a tutti


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » lun 16 lug 2012, 12:41

Ciao Frollina,

Un ragazzo a me carissimo e molto malato ( Malattia da HIV ) anni fa mi aveva detto che bisogna toccare il fondo per risalire.. Anche questa e' solo una frase ma credo sia molto vera.

Ti abbraccio forte e buona giornata

Linetta


frollina
Membro
Messaggi: 75
Iscritto il: sab 14 lug 2012, 18:02
Contatta:

Messaggio da frollina » lun 16 lug 2012, 14:50

Per quello che mi riguarda, posso testimoniare che è vera. Toccato il fondo o reagisci o è finita. A noi la scelta :-)) Io ho voluto continuare a vivere, fortemente. E sto lavorando per farlo nel miglior modo possibile. Un abbraccio e buona giornata anche a te


Betulla
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: ven 27 gen 2012, 3:43

Messaggio da Betulla » lun 23 lug 2012, 5:03

Frollina, purtroppo a volte non ci è data la possibilità di sciegliere se continuare a vivere.

Anche mio marito vuole fortemente e disperatamente continuare a vivere te lo assicuro.

E sta lottando come in leone per noi, per la sua famiglia: abbiamo 40 anni e tre figli di 2 anni 4 anni e 5 anni.

Ci sono le forme curabili e le forme incurabili. L'ottimismo e la determinazione a guarire purtroppo non bastano.


Monny
Membro
Messaggi: 161
Iscritto il: gio 12 lug 2012, 2:07

Messaggio da Monny » lun 23 lug 2012, 5:28

Hai ragione bisogna lottare e non perdere mai la speranza anche quando non c'è piu',mia mamma ha lottato per tanto,tanto,tanto tempo purtroppo pero' ieri ha deciso che era arrivato il momento di smettere e se ne andata in cielo ma io so che e' stato meglio così perché lei ha dato tuttase stessa in questi anni senza mai lamentarsi e l'ha fatto per mio papà e per me nonostante abbia 34 anni ho sempre lottato con lei sostenendola e aiutandola come potevo!Avete dei bimbi piccoli quindi cercate di lottare per loro!FORZA!!!0


GIUSEPPE
Membro
Messaggi: 734
Iscritto il: gio 14 ott 2010, 20:26

Messaggio da GIUSEPPE » mar 24 lug 2012, 3:05

In apertura saluto Monny: quando viene a mancare una persona a causa del cancro mi sento coinvolto emotivamente. Monny, ti porgo un caro abbraccio di solidarietà.

Betulla, spero tanto che tuo marito possa avere un miglioramento generatore della speranza con la quale affrontare al meglio la complessità cancro, giorno, per giorno....

Da quando è iniziata la mia esperienza tumorale ho sentito dire spesso "devi avere un pensiero positivo, un atteggiamento positivo". Mi sono reso conto che il cancro non è una esperienza logica, vengono messi in discussione le nostre abitudini, i nostri riti, i nostri comportamenti, il nostro modo di relazionarci, muta il nostro fisico ecc. Allora....allora quando le cure sono efficaci diventa più facile fare di tutto per riapproriarsi della propria salute; in caso contrario, come sostieni tu Betulla "l'ottimismo e la determinazione a guarire, purtroppo, non bastano". Vi è da dire però che ho conosciuto alcune persone che nonostante l'inesorabile progredire della malattia hanno continuato a vivere e sperare nel miglior modo possibile...A queste persone volgo un affettuoso pensiero.

Ognuno di noi(paziente o familiare)vive il cancro secondo le proprie condizioni fisiche-psichiche; alcuni, io fra questi, esteriorizzano la malattia, la condividono, e nella condivisione trovano giovamento, altri,io ne rispetto la volontà, interiorizzano la malattia,ritirandosi in solitudine.

Porgo un caro saluto anche a Linetta la quale con i suoi apprezzamenti mi invoglia a scrivere.

Ciao a tutti! Giuseppe


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”