Le due "C": cancro/cambiamento

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Sarah
Membro
Messaggi: 343
Iscritto il: sab 23 feb 2013, 14:35

Messaggio da Sarah » sab 9 mar 2013, 16:22

La malattia ti porta a rivedere le tue priorità, il mondo, a guardare i tuoi amici con metri molto diversi da prima..Nella mia famiglia, purtroppo visitata dalla C varie volte ho visto reagire sempre tutto sommato bene.

Ho visto mia nonna scherzare sul perdersi la protesi al seno in treno mentre sistemava le valigie, ho visto mio padre affrontare chemio e radio con stoica sopportazione per un tumore alla lingua, che lo ha portato a perdere 19 kg e partire subito dopo per continuare a fare ciò che ama, il suo lavoro, anche se a malapena si reggeva in piedi.

Io, dalla mia, ho passato i 18 giorni più importanti della mia vita all'istituto tumori dove sono stata operata per un tumore linfatico che per fortuna si è rivelato benigno nel 2000.

Vi ho conosciuto persone meravigliose e purtroppo ho perso persone meravigliose, ma i giorni passati lì dentro sono stati i più intensi che io ricordi, almeno umanamente parlando. Incredibile come quasi tutti riuscivamo, almeno un po', a scherzare sul fatto di esser pieni di tubi, sugli esami di ogni tipo, c'era il parroco che veniva a suonare l'armonica per noi la sera in reparto :). Surreale, doloroso, ma bello.

Ovvio le variabili sono tante, di fronte alla disperazione e al dolore fisico c'è poco da fare, ma nel caso se ne riesca a venir fuori, il signor "C" ha parecchio da insegnare.


GIORNOPERGIORNO
Membro
Messaggi: 1155
Iscritto il: lun 18 ott 2010, 16:08

Messaggio da GIORNOPERGIORNO » sab 9 mar 2013, 19:52

Sara hai ragione .... gli ospedali oncologici sono tanto carichi di umanità e solidarietà.

Nella malattia abbiamo incontrato tante belle persone ... e ogni volta che ci rechiamo in reparto ho sempre la sensazione di protezione ... non di tristezza ....


roberta71
Membro
Messaggi: 39
Iscritto il: mer 31 lug 2013, 23:56

Messaggio da roberta71 » gio 1 ago 2013, 0:25

Buon pomeriggio a tutti!

Il dono di oggi è stato trovare questo forum :) Grazie per le belle esperienze che avete deciso di condividere. Io ne sono appena entrata a far parte, come è da un mese che stanno cercando un tumore neuroendocrino non si sa dove. Mi sono sentita molto forte al momento della comunicazione, così come nei giorni seguenti quando mi hanno trasferito dalla gastroenterologia all'oncologia. Adesso però a casa vedo gli occhi dei miei famigliari tristi e preoccupati e questo mi sta mandando un pò in crisi, per non parlare dei ritardi delle diagnosi. Circa due mesi fa ho fatto degli esami del sangue ed una colon scopia per alcuni sintomi che avevo ormai da tempo e non riuscivo a venirne a capo. Mi hanno riscontrato una cromogramina a a 1500 e un fegato "malconcio" (così lo hanno definito). pensando di essere diventata celiaca quando mi hanno detto che si tratta di un marcatore tumorale per le neoplasie neuroendocrine, la mia prima rispsota è stat "ma ne è sicuro?!?"- Per ora la Tac e la colon sono risultate negative, ma l'oncologo mi ha detto che per via del fegato devo fare altre accertamenti. Mi hanno suggerito l'Octreoscan, ma dove abito io (in Umbria) il macchinario è rotto e lo ripareranno a settembre. i inizio a domandare se ho davvero tutto questo tempo a disposizione. Provo con Milano, ma non riesco a prendere un appuntamento... grazie a voi ho letto dell'Humanitas a Rozzano ed ora piena di super ottimismo come sono io mi rimetto in cerca di un appuntamento. Vi ringrazio ancora delle belle parole che scrivete e spero di riuscire ad avere presto delle risposte. Un abbraccio forte


GIUSEPPE
Membro
Messaggi: 734
Iscritto il: gio 14 ott 2010, 20:26

Messaggio da GIUSEPPE » gio 1 ago 2013, 2:28

Ciao Roberta,

stai vivendo una delle fasi più difficili della traversata del cancro: la definizione della diagnosi. Gli accertamenti diagnostici che ti accingi a fare(ti auguro di collegarti con una adeguata struttura sanitaria al più presto)richiederanno pazienza, speranza e coraggio. A volte, proprio nei momenti difficilissimi, scopriamo e percepiamo in noi una straordinaria forza interiore, tanta voglia di farcela...

Un grande in bocca al lupo e un caro saluto di solidarietà.

Ciao!

Giuseppe


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » gio 1 ago 2013, 2:43

Forza Roberta,

non mollare...

Il nostro carissimo Giuseppe, l'hanno vissuta personalmente, sa cosa vuol dire le attese...

Io invece come molti altri sono il familiare e ti posso dire che la parola cancro /tumore, fa leggermente paura...

Sappi che in base a come ti proporrai alla fine"bestia" lo faranno anche loro!

Ora non vorrei essere troppo invadente, che sintomi avevi?

Di mio ti mando un grandissimo in bocca al lupo!!!

E un mega stritolo

Ambra


GIORNOPERGIORNO
Membro
Messaggi: 1155
Iscritto il: lun 18 ott 2010, 16:08

Messaggio da GIORNOPERGIORNO » gio 1 ago 2013, 4:22

Ciao, anche da parte mia un grande in bocca al lupo per tutti ma complimenti per l'equilibrio che dimostri. Sei molti in gamba e vedrai che riuscirai a gestire tutto


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » gio 1 ago 2013, 6:58

Ciao Roberta, in bocca al lupo di cuore e ben arrivata qui! Non ti mancheranno solidarietà ed ascolto su questo bellissimo forum.

Buona notte a te,

Linetta


roberta71
Membro
Messaggi: 39
Iscritto il: mer 31 lug 2013, 23:56

Messaggio da roberta71 » sab 3 ago 2013, 16:57

ma grazie... ho scoperto di essere un pò imbranata con questi metodi di condivisione... mio figlio (un angelo di 16 anni ogni tanto mi dice che sembro dell'era dei Flinstones e forse ha ragione :)). Non finiroò mai di dire grazie delle belle parole.

Il 26 parto per la mia bella Milano e vado all'Humanitas, l'oncologo che mi segue in Umbria mi ha garantito che lì troveremo tutte le risposte che stiamo cercando. Hanno un forte sospetto di una angioma neuroendocrino all'intestino e, credo, abbiano visto qualche cosa al fegato.

Per Angiame (nessuna invadenza) Da circa 7 mesi ho continue crisi dolorose all'addome, con sudorazione e brividi di freddo, nella fase acuta mi chiazzo tutta sul viso, come le vampate di calore, e poi ho i brividi di febbre per tutto il corpo. Ho continue scariche di diarrea che possono arrivare fino a 20 volte al giorno e ho perso peso per un cattivo assorbimento alimentare. Mi hanno detto che certamente non è colon irritabile, nè colite, nè celiachia, nè Crohn ma, appunto, viste le analisi e i sintomi sono praticamente certi che sia sto neuroendocrino... e da qui è iniziato il tutto.

La mia fede e l'amore dei miei cari mi sostiene in questo momento e forse mi spaventa anche un pò, ma ho trovato voi...

Vi auguro ogni bene e prego per voi perchè possiate guarire. Un abbraccio di vero cuore


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » sab 3 ago 2013, 17:21

Roby che dire... Forza.... Allora!!!

Certo che fino al 26 è lunga... Ma con dici con la fede e con i tuoi cari si trova quella forza che a volte manca!!

Benvenuta anche nei nostri giorni... Eheheh dove per nostra fortuna la tecnologia ci fa conoscere da qualsiasi punto del mondo!!

Sei una grande!!! :-D

Toglimi ora una curiosità... Ma ora come stai? Hai ancora i sintomi che mi hai scritto o in qualche modo ti hanno dato qualche terapia per bloccarli ?

Un bacio immenso!!!

E uno stritolo appiccicoso tutto per te!!

Ambra
ps guarda che ti abbiamo risposto anche a NUOVA ISCRITTA.... :-D


Brigida
Membro
Messaggi: 86
Iscritto il: mar 6 set 2011, 16:48

Messaggio da Brigida » sab 3 ago 2013, 20:55

In bocca a lupo Roberta71 con tutto il cuore!!!!


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”