essere la fidanzata di un malato di tumore

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
crinick
Membro
Messaggi: 9
Iscritto il: lun 23 lug 2012, 4:41

Messaggio da crinick » lun 23 lug 2012, 4:45

sono la fidanzata di un malato di tumore... domenica scorsa stavamo abbracciati all'ombra di un albero in montagna e nel giro di pochi giorni tutto è cambiato... lunedì il ricovero per una sospetta polmonite trascurata poi un susseguirsi di brutte notizie: è un tumore va operato subito non ha tempo... se non si opera gli rimangono meno di due mesi da vivere... deve fare la chemio e la radio... il tumore si è esteso in tutto il corpo... e a questo si aggiungono i genitori (che fino al giorno prima mi volevano bene come a una figlia) che se la prendono con me per qualunque cosa: il tono di voce, se parlo se sto zitta se scherzo... e tentano di allontanarmi da lui...

il mio dolore si moltiplica qnd lui mi chiede in tutti i modi di non lasciarlo di stare con lui il più possibile ma non mi è permesso... perchè io sono solo la fidanzata e agli occhi della legge non sono nessuno


Avatar utente
Monik
Membro
Messaggi: 720
Iscritto il: ven 2 dic 2011, 17:48
Località: Lignano Sabbiadoro (Ud) Friuli Venezia Giulia
Contatta:

Messaggio da Monik » dom 16 dic 2012, 0:09

Ciao crinick. Che brutta situazione. Vedo che il post l'hai scritto già da qualche tempo, ma non l'avevo ancora letto. Mi permetto di chiedere come prosegue la situazione..se ti va.

Forza


Monik

Wasp
Membro
Messaggi: 314
Iscritto il: gio 25 ott 2012, 18:32

Messaggio da Wasp » dom 16 dic 2012, 1:42

Ciao Crinik scusa ma io ci son da poco nel forum e finisco sempre per leggere i post recenti. Mi dispiace perchè è brutto scrivere senza ricevere una risposta di incoraggiamento.. spero che il tuo ragazzo ora stia bene e che i genitori abbiano deciso di non intromettersi nel vostro rapporto di coppia.

Un abbraccio

Beatrice


paolo60
Membro
Messaggi: 242
Iscritto il: ven 5 ott 2012, 16:34

Messaggio da paolo60 » dom 16 dic 2012, 22:04

Cara cri,

Non so dirti per quale motivo ma sento spesso e volentieri di storie che assomigliano alla tua. Genitori che sino il giorno prima amavano i compagni dei loro figli e poi davanti una malattia cambiano totalmente in maniera negativa. È come se volessero dare la colpa a qualcuno di quello che e sucesso e quindi scelgono un non famigliare. Una volta ho sentito una madre dire alla fidanzata del figlio malato. ..tu hai portato sfiga a io figlio. Non credo lo pensasse ma si sfogava su qualcuno per qualcosa che non si può capire. Non farci caso Cri se il tuo ragazzo ti cerca tu cerca lui. Ciao e fatti coraggio perchè purtroppo è solo l'inizio e dovete lottare.


antonella90
Membro
Messaggi: 25
Iscritto il: sab 5 gen 2013, 20:24

Messaggio da antonella90 » dom 6 gen 2013, 22:38

Ciao CRI... Come procede??? So quanto fa male il tutto... Anch'io vivo quest'incubo ormai da un anno,per fortuna non mi sono mai allontanata da lui,nessuno me l ha mai impedito,anzi,sostengono che io svolgo un ruolo fondamentale, e credo sia vero in quanto lui con me riesce a sfogarsi...io ho molta pazienza e non reagisco quando lui ha quelle giornate NO, a differenza degli altri che in qualche modo cercano di farlo ragionare,ma x me va bene così,so che fa così solo x paura o x tutto quello che gli passa x la testa. Imbocca al lupo e non mollare mai..noi siamo la loro forza


Fiammetta
Membro
Messaggi: 4
Iscritto il: lun 7 gen 2013, 21:11

Messaggio da Fiammetta » mar 8 gen 2013, 1:39

Ciao Cri, ho scoperto solo da poco il mio tumore ma la presenza costante di una persona a cui tengo tantissimo per me è fondamentale. Da quando l'ho saputo, quando sono in ospedale anche per controlli, il mio cervello a volte si rifiuta di "collaborare". Non memorizzo le cose, non ricordo le domande che devo fare e a volte capisco una cosa per un 'altra. Mi dicono che è normale ma lì è la persona che in questo caso sei tu che svolge il ruolo fondamentale. Tu sei la sua testa, la sua memoria, la sua forza. Se ti chiede di stargli vicino è anche per questo oltre che per la forza che gli da il tuo Amore. Devi essere con lui quando parla con i dottori e così condividete i pareri e le sensazioni. Per me è così e non posso farne a meno. Continua così, vedrai che i suoi davanti a tanto amore capiranno che sei fondamentale per la sua guarigione. Insisti!!!


frollina
Membro
Messaggi: 75
Iscritto il: sab 14 lug 2012, 18:02
Contatta:

Messaggio da frollina » ven 11 gen 2013, 20:55

Ti segnalo il post che ho scritto proprio oggi. Lo segnalo a tutti coloro che stanno accanto a persone malate. Un abbraccio
http://lamiavitadopote.blogspot.it/2013 ... ateci.html


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti