LETTERA DI NATALE

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Simonetta64
Membro
Messaggi: 193
Iscritto il: mer 5 nov 2014, 10:45

Re: LETTERA DI NATALE

Messaggio da Simonetta64 » mer 24 dic 2014, 12:12

Enzino, io vorrei dare speranza a tutti, vorrei che mai più nessuno soffrisse per questo male maledetto, ma non posso fare niente, nessuno può fare niente, caro Enzo facciamoci forza e andiamo avanti, mi raccomando tu stai tranquillo per quanto puoi, ti sono vicina.....

Raf50
Membro
Messaggi: 115
Iscritto il: dom 4 mag 2014, 9:52

Re: LETTERA DI NATALE

Messaggio da Raf50 » gio 25 dic 2014, 3:56

Ciao Enzo.
Capisco che la condizione di chi rischia sulla propria pelle e quella di chi invece è ormai costretto ad accettare l'irreparabile sono diverse, anche se legate dalla stessa causa. Nè ho la presunzione di pensare che quello che faccio io possa essere la panacea per i mali altrui. Temevo anch'io tantissimo questo natale perchè sarebbe stato ed è il primo che trascorro da solo. Ma ho pensato sempre e soltanto a come mi sarei sentito io e non alla felicità che avrebbero provato gli altri. Non è loro la colpa se noi siamo infelici, quindi per me è giusto che si loro godano questi momenti perchè il domani è incerto per tutti e perchè fino a ieri anche tu o io stavamo dall'altra parte. Il loro festeggiare non mi provoca nè invidia nè fastidio, mi sta semplicemente indifferente perchè io, adesso, vivo in un altro mondo, in un'altra dimensione, e sto lentamente imparando ad accettarla, perchè non c'è alternativa, perchè altro non posso fare. E aspetto che la vita, per lunga o breve che sia, mi serva le sue portate, dolci o amare che siano.
Stasera sono rientrato presto a casa, dopo cena, perchè avevo il desiderio di mettere la capannina del presepe accanto alle foto di mia moglie che non c'è più, e l'ho fatto, e mi ha fatto stare bene, me l'ha fatta sentire per qualche momento ancora qui accanto a me. A volte basta poco.
Io dicevo sempre a mia moglie che il cancro si sconfigge anche con la mente. Purtroppo con lei non è servito perchè la sua forma tumorale era una delle più aggressive e incurabili, ma la voglia di lottare e di vivere - mi hanno insegnato - è l'elemento senza il quale qualsiasi terapia non serve quasi a nulla. Combatti la tua battaglia con positività.....è dura lo ammetto, ma è dura anche accettare la scomparsa di chi si è amato per una vita intera.
Buon Natale.

enzino65
Membro
Messaggi: 69
Iscritto il: dom 2 nov 2014, 21:41

Re: LETTERA DI NATALE

Messaggio da enzino65 » gio 25 dic 2014, 20:48

cercherò di fare miei i vostri consigli.

Simonetta64
Membro
Messaggi: 193
Iscritto il: mer 5 nov 2014, 10:45

Re: LETTERA DI NATALE

Messaggio da Simonetta64 » gio 25 dic 2014, 21:36

Anche io ho fatto l'albero davanti a mio marito (perché lui è qui con me, nella sua camera) e un piccolo presepe, la stellina di natale, lui ci teneva tanto e non potevo per mio egoismo non fare niente e sinceramente mi ha fatto bene......
Auguri a tutti amici

art
Membro
Messaggi: 520
Iscritto il: mer 15 mag 2013, 17:26

Re: LETTERA DI NATALE

Messaggio da art » ven 26 dic 2014, 17:24

Le lettera di Natale come dice giustamente Erika non la scrivono solo i bambini ma tocca scriverle anche i grandi .I proponimenti , le speranze .il desiderio di vivere o il ricordo struggente e pieno di amore di chi non è più accanto a noi , la speranza che la scienza possa fare passi da gigante perchè a volte sembra stare ancora nel guado e non aver sconfitto il cancro anzi ho la sensazione che.......i passi siano ancora pochi ma la speranza si .la voglia di combattere di chi lo sta soffrendo e lo vive in prima persona e l'angoscia e l'amore che leggo su queste pagine di coloro che stanno accanto ai propri cari con tutta la propria forza e la speranza che si possa passare e vincere .si scrivo vincere perchè si è in guerra ed a volte si vince e si deve vincere .....Queste sono le nostre lettere di Natale da ventiquattro ore passato ma ancora in atmosfera. Come raccontai ad Erika l'anno scorso e come lei ha poi ricordato in uno dei post qui sopra ,ebbi una visione o meglio un pensiero visivo ed era come sognasse ad occhi aperti e mi trovavo
accanto mia moglie insieme sulla stessa strada ...poi la nebbia ha nascosto tutto e mi sono trovato da solo senza più accanto lei ...e mi disperavo cercandola .....alla fine la nebbia si è diradata però mi sono trovato sempre da solo ma mia moglie pur non essendo accanto a me e stando ai lati della strada mi ha detto di proseguire il percorso anche se lei non mi stava più accanto ma sarebbe stata sempre con me ma dovevo proseguire perchè non mi avrebbe lasciato solo ........questo era il mio sogno visivo e così lo racconto a tutti coloro che hanno perso una persona cara e la ricordano con affetto e con amore .Si prosegue anche per loro anche se certi momenti e certe giornate potranno sembrare difficili e si sente la mancanza in modo struggente e con tanto dolore ,anche se è passato il tempo ma il dolore e la mancanza di chi abbiamo amati sono rimasti intimamente dentro di noi . Quindi la forza per vivere questa vita viene anche da chi non sta più con noi ma è sempre con noi .

Ma il Natale e questi giorni che possono suscitare ricordi oppure fatti del passato fanno spesso riflettere ed andare indietro forse con nostalgia, forse per amore o per aver vissuto giorni di Natale in passato particolari e proprio ieri ed in questi ultimi giorni mi è venuto in mente il Natale del 2007 e le sue sensazioni che ho vissuto come la speranza , il desiderio di tornare a casa ,di rivedere la propria moglie ,la propria famiglia......ed assaporare la gioia di vivere , di amare e di sapere che qualcuno ti aspetta perchè ti ama e trepida per te . La vita ha questo . desiderio di viverla , amore ,speranza gioia ed è quindi anche la faccia dell'altra medaglia.........Nel 2007 mi trovavo in missione nel mar Mediterraneo ed il nostro servizio era quello di vigilanza in mare per l'immigrazione clandestina e la nostra base ,come sempre , era (e lo è tuttora )Lampedusa. Quell'anno il termine della nostra missione sarebbe dovuto essere il 15 dicembre e poi tutti a casa dopo un lungo periodo saremmo potuti rientrare . Invece purtroppo successe di tutto chi doveva darci il cambio non arrivò da noi per quella data e poi si misero le perturbazioni violenti e spesso con mari agitati che allontanarono il tempo sino ad arrivare al 23 dicembre di quell'anno dove dai nostri comandi arrivava notizia (non sempre ufficiale ...) che con molta probabilità saremmo dovuti stare anche oltre forse anche dopo il 31 dicembre ........avevamo lavorato sodo come tutte le volte ,,,avevamo affrontato il mare ........salvati centinaia di persone ....avevamo messo tutto il nostro impegno e la nostra professionalità per mare da me comandante all'intero equipaggio ...però nella nostra testa c'era il ritorno a casa per Natale dopo aver fatto per intero il nostro dovere ...se avessimo dovuto continuare l'avremmo certamente fatto ma dentro di noi c'era la malinconia di non poter ritornare a casa - Io ricordo che dietro il molo di ormeggio dell'unità mi sedevo sugli scogli di sopraflutto e parlavo a cellulare ore con mia moglie Caterina che sempre ogni giorno mi chiedeva dopo quel 15 dicembre quando sarei tornato...e mi raccontava tutto di lei ...di cosa facesse anche cosa cucinava quel giorno e ricordo sempre che mi diceva ...ti aspetto ,,,non vedo l'ora.....Sino alla mattina del 25 dicembre non sapevamo se fossimo dovuti restare o rimanere ancora ...poi verso le 10 di mattina arrivò l'ordine di rientro in Sardegna che ci prese all'improvviso , l'altra unità navale era scesa dalla Sicilia , e già aveva passato Malta ed ora era a due ore da noi.......partenza .Toccava partire ....avevo stimato che avremmo dovuto intraprendere 12 ore di navigazione e saremmo stati in Sardegna verso mezzanotte tempo permettendo e motori in piena efficienza ......avvisai mia moglie Caterina e gli dissi che non sarebbe stato necessario venirmi a prendermi al porto che qualcuno mi avrebbe accompagnato a casa visto l'ora di rientro in piena notte .....Navigammo sulle ali dell'entusiasmo , brindammo a bordo il Natale e tutti traspiravamo felicità e gioia per quel rientro a casa proprio il giorno di Natale .Nel canale di Sicilia ricordo che trovammo mare ed ESE che ci favorì ,passammo Pantelleria e poi le coste della Tunisia ....trovammo nel canale di Sardegna un moderato vento da NNE , il grecale , ma il desiderio la voglia di rientrare a casa per fine missione era più grande del mare che ci veniva incontro...poi stranamente il mare divenne piatto con una calma incredibile nel centro del Canale di Sardegna e ci portò sino alle coste sarde mentre i motori ormai erano al massimo .......arrivammo a circa 10 miglia dalle coste sarde ed i cellulari incominciarono a squillare .....ancora due ore e saremmo stati al porto di destinazione e come stimavo saremmo arrivati verso mezzanotte ....a mia moglie Caterina gli dissi e gli ho ripetuto che qualcuno mi avrebbe accompagnato a casa di non muoversi.......Arrivammo poco prima della mezzanotte e potete immaginare la gioia di tutti noi.........le solite cose di rito di fine navigazione e fine servizio poi qualcuno mi avvisò che c'era mia moglie in banchina .............saltai come un grillo uscii in coperta e feci un salto dalla biscaggina e mi trovo mia moglie in banchina accanto e fuori dalla macchina con un cappottino addosso sopra la vestaglia e.....con le pantofole,,,infreddolita ad aspettarmi.......Caterina .....è stata una cosa bellissima quel mezzanotte di quel Natale del 2007. Eravamo felici e ci siamo abbracciati immensamente ...ci siamo abbracciati con commozione e con una emozione fortissima e con amore ........ Caterina quella notte mi aveva profondamente commosso ,Dulcis in fundo quando siamo saliti in macchina per far rientro a casa mi ha messo il dvd di Vasco Rossi che cantava la canzone di De Gregori ..."Generale"....e mi ha detto ridendo ...Arturo hai finito di girare con la tua barchetta nel mediterraneo...finalmente sei a casa ...................siamo volati a casa perchè eravamo felici di amarci ,stare insieme e credere ed assaporare che la vita è bella anzi bellissima ...................in quella notte di Natale .

Perchè ho voluto scrivere questo frammento della mia vita privata e di quelle emozioni che stanno nel mio intimo che ho provato a rivivere e nei miei ricordi come nel ricordo di una donna Caterina che ho amato e dalla quale sono stato amato nel profondo ...l'ho fatto perchè la vita è bella ed ha dei momenti bellissimi anche se ci riserva quelli meno belli e più bui , che le persone a noi care che non ci sono più ci hanno amato e come Caterina nel mio sogno visivo mi ha detto ......non sono accanto a te ma sto sempre con te....prosegui......

Questa è la mia lettera di Natale la speranza ,la forza sia di combattere per chi lotta a volte in modo disperato per questa vita ,chi è accanto ed a tutti coloro che non hanno come me la persona che hanno amato ma che la ricordano immensamente ........

Un abbraccio forte da parte mia .

Art

ernesto
Membro
Messaggi: 216
Iscritto il: lun 22 apr 2013, 21:53

Re: LETTERA DI NATALE

Messaggio da ernesto » sab 27 dic 2014, 1:27

Ciao Arturo hai reso l'idea di cosa significa amarsi...mi hai emozionato...e ti auguro di vivere ancora emozioni simili, non uguali ma simili. Ciao caro Arturo
Ernesto

Simonetta64
Membro
Messaggi: 193
Iscritto il: mer 5 nov 2014, 10:45

Re: LETTERA DI NATALE

Messaggio da Simonetta64 » sab 27 dic 2014, 12:46

Ciao Art, hai scritto cose bellissime, ho letto due volte il tuo post e mi sono emozionata, le tue parole entrano nel cuore, sono la spiegazione della parola Amore.
Hai ragione, bisogna andare avanti e vivere per le nostre persone care che non ci sono più, per loro che hanno combattuto con le unghie e con i denti, fino all'ultimo respiro...ma fa tanto male, è così difficile, niente sembra più importante...
Grazie comunque per le tue parole di coraggio, sei una bella persona e leggerti da bene...grazie ancora

donatella9
Membro
Messaggi: 94
Iscritto il: gio 25 set 2014, 11:06

Re: LETTERA DI NATALE

Messaggio da donatella9 » sab 27 dic 2014, 16:21

Caro Art,hai raccontato dei ricordi bellissimi che sono quelli che rimangono nel cuore e nella mente. Ci hai emozionati tutti. Ci hai fatto sognare e tornare in mente tutti i nostri bei ricordi. Ricordi che rimangono indelebili dentro ognuno di noi. Grazie di cuore. Anche x me sei una bella persona, grazie x essere tra noi. Un forte abbraccio.

Raf50
Membro
Messaggi: 115
Iscritto il: dom 4 mag 2014, 9:52

Re: LETTERA DI NATALE

Messaggio da Raf50 » sab 27 dic 2014, 18:16

Sogno spesso mia moglie ma purtroppo la mattina, una volta sveglio, mi rendo conto di averla sognata ma non ricordo più nulla del sogno. E' un po' che mi accade. All'inizio non era così ma da qualche mese a questa parte questo è quello che mi accade.
Ma per qualcun altro per fortuna è diverso.
Così questa mattina un'amica mi ha raccontato di aver sognato un ragazzo qui del posto, morto a fine 2013 a 33 anni per una leucemia fulminante, il quale più o meno le ha detto che c'è un filo sottile ma indistruttibile che lega il loro mondo al nostro, che loro 'studiano' continuamente per imparare ad usare questo 'filo' per comunicare con noi, e soprattutto che loro sono sempre con noi, e sono molto più vicini di quanto noi possiamo immaginare, quasi come dietro un invisibile angolo.
E' un bel pensiero, e lo voglio condividere con voi.

linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Re: LETTERA DI NATALE

Messaggio da linetta » dom 28 dic 2014, 1:35

Che tenera la tua Caterina... Ciao Art, un caro e forte abbraccio,
Linetta

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”