10 MARZO, 8 MESI CON TE

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Messaggio da Erika76 » lun 10 mar 2014, 22:00

Inutile... ci ho provato tutto il giorno a resistere. Ma non scrivere qui ricordando questa triste ricorrenza mensile era quasi farti un torto. Lo so, è strano, ci si sente in colpa anche tentando di sfumare il ricordo, sembra quasi di toglierti l'importanza che meriti, ma io e te Dani sappiamo che non è così.

Tu mi avevi scritto una lettera ormai due anni fa, in cui dicevi che nonostante la paura, la stanchezza, mai ti eri sentito sconfitto e in effetti non lo sei. Il modo in cui ti ricordo, le immagini che restano di te, pur facendo male, trasmettono del tuo io solo quell'immenso coraggio davanti al dolore prima e alla morte poi.

Ho provato a immaginarmi al tuo posto, immedesimandomi in quelli che avrebbero potuto essere i tuoi pensieri. Ho passato lunghe ore su quel divano fissando quello che tu fissavi e provando a immergermi in te, nelle tue sensazioni, nelle paure che non confessavi per non farmi piangere. Sono arrivata alla conclusione che ciascuno di noi due, ha vissuto il percorso in modo indipendente per trovare il coraggio di andare avanti insieme. Io non ti ho mai detto quanta paura avessi, tu non mi hai mai detto quanta paura avessi e il fatto di non confessarcelo, ci permetteva di tenerci la mano, guardarci negli occhi in cerca di speranza, l'ennesima speranza. Oggi, passati otto mesi, mi sembra di averti incrociato lungo la mia vita per un attimo. Mi sembra che tutto ciò che ho di te si sia fissato in quegli ultimi pochi maledetti minuti. Maledetti per me, benedetti per te, che finalmente potevi dormire senza che i dolori lancinanti ti svegliassero, senza la paura di cadere a ogni passo, senza quei farmaci che ti stavano letteralmente distruggendo, quasi più di quanto aveva fatto la malattia. Quel giorno mi è sembrato di vederti volare, ho visto in quel tuo ultimo sorriso il desiderio di una libertà troppo a lunga negata. Non avevi paura di perdere nulla, perché in realtà la malattia ti aveva portato via già tutto, dignità, indipendenza e l'essere padre e marito, cose ormai impossibili. E allora, oggi t'immagino meravigliosamente bello, avvolto da una luce indescrivibile, troppo forte per i miei occhi, ma bellissima per i tuoi. T'immagino solare, con una camicia bianca e un paio di jeans e un sorriso che si nutre dei miei sogni, della serenità che cerco ogni giorno di regalarmi, dell'impegno che dedico ai progetti iniziati insieme, dell'amore per il nostro bambino e della nuova vita che mi sta travolgendo.

Continua a sorridere Dani, io sto bene, so che vorresti questo per me e io voglio continuare a vederti sorridere.

Un bacio grande

Errie


Air96
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: mar 12 nov 2013, 6:18

Messaggio da Air96 » lun 10 mar 2014, 22:47

Che parole fantastiche,riesci a stupirmi sempre di più..credo che non potrà mai smettere di sorridere dinnanzi ad una moglie così tanto speciale,non potrebbe esserne più fiero..fai bene a immaginarlo così sereno e così solare come un angelo,sì io credo che ormai lui è diventato un angelo che sta al vostro fianco in ogni momento e che vi protegge cercando di non farvi cadere mai e di trasmettervi tutta la tranquillità e l'amore che meritate.

Sei grande Erika!


chiarotta
Membro
Messaggi: 303
Iscritto il: gio 7 nov 2013, 21:41

Messaggio da chiarotta » mar 11 mar 2014, 0:16

Che bella persona che sei Erika,ti auguro tutto il bene possibile,a te e al tuo bambino,per la vita che verrà. Anche io ho provato a immaginarmi al posto del mio babbo...ma non si può immaginare..si vive il percorso insieme,vicini,ma ognuno è indipendente nel suo dolore e lo vive da sé. Probabilmente la natura fa sì che funzioni così, altrimenti si impazzirebbe no?


Franco zhu
Membro
Messaggi: 83
Iscritto il: mer 26 dic 2012, 19:48

Messaggio da Franco zhu » mar 11 mar 2014, 3:11

Cara Erika per te sono 8, per me poco più di 7.. Ma che differenza fa ? Manca a me mio papà come manca a te Dany.. Se fa così male a me sicuramente a te però fa più male.. Perdere il marito penso sia più difficile che perdere un padre infatti mia madre e distrutta e io non so come aiutarla.. Bene o male io ho la mia vita, la mia casa.. Lei invece è li.. E come te cercasi pensare ai ultimi giorni di papà e provare a rivivere gli ultimi attimi, proprio come te.. Però te sei più forte Erika.. Tua ti stimo! Se i una donna, mamma meravigliosa e Dany sarà fiero

Di te !! Baciotti


ernesto
Membro
Messaggi: 216
Iscritto il: lun 22 apr 2013, 21:53

Messaggio da ernesto » mar 11 mar 2014, 14:02

Ciao Erika che bella immagine jeans e camicia bianca....si deve essere così ......mi ha emozionato leggere le tue righe, buon proseguimento Cara Erika.Ernesto


Milena66
Membro
Messaggi: 265
Iscritto il: mer 29 gen 2014, 20:49

Messaggio da Milena66 » mar 11 mar 2014, 14:25

Erika, sei splendida e leggere le tue parole mi ha trasmesso una sensazione di profonda pace e serenità.

Ti ringrazio per quello che scrivi. Oggi sono a corto di parole e non riesco ad aggiungere molto altro, ma non posso sottrarmi dal dirti che l'immagine di Dani è bellissima e sicuramente lui è più con te adesso di quanto non lo fosse durante il periodo della terribile malattia.

La morte, in certi casi, è veramente la liberazione dal dolore.

Grazie Erika.


Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Messaggio da Erika76 » mar 11 mar 2014, 15:39

Grazie a tutti, ciascuno di voi per le parole che avete scritto. Sì io lo sento più vicino adesso di quanto non lo fosse prima. Prima, era solo malattia, tutto era intriso di malattia, angoscia, dolore e poco spazio era lasciato alla speranza tanto l'angoscia soffocava tutto come una nebbia che era calata all'improvviso sulle nostre vite infittendosi sempre di più fino al punto che quasi io e Dani non riuscivamo più a vederci immersi in quella coltre tremenda. Ora vedo il sole, e quando guardo il cielo al tramonto immagino il suo sorriso. L'ho sognato così, sorridente ed è così che dev'essere. I mesi passano, la nebbia si è dissolta. Al suo posto un ricordo fatto di coraggio, dedizione e amore. Pochi mesi fa un timido raggio di sole ha illuminato la mia vita, ora quel sole è diventato più caldo, bello, perché quel sole è il sorriso di chi non ha perso la battaglia contro il cancro, ma ha vinto lasciando in noi che restiamo un desiderio di amore e un coraggio che non si esauriscono, ma si alimentano insieme al suo meraviglioso e sereno sorriso.


art
Membro
Messaggi: 520
Iscritto il: mer 15 mag 2013, 17:26

Messaggio da art » mar 11 mar 2014, 15:46

Una bella immagine di Dani e belle sensazioni dopo un trascorso di dolore .
Ciao Erika ci hai dato un bel ricordo ed una immagine bella di Dani .
Art


Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Messaggio da Erika76 » mar 11 mar 2014, 15:55

Art, sei anche tu artefice di quel sorriso, fratellone mio!


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » mar 11 mar 2014, 16:54

Ciao Erika, ti abbraccio forte, questo tuo cammino e' dolce e pieno di sole!

Ciao Ernesto amico caro , mi fa piacere ogni tanto leggerti...come stai?

Serena giornata a tutti proprio tutti

Linetta


Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”