la mia esperienza

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
iside26
Membro
Messaggi: 118
Iscritto il: mer 17 lug 2013, 7:48

Messaggio da iside26 » mer 17 lug 2013, 20:59

Sono anni ormai che la mia famiglia convive con questa malattia, ma partiamo dall'inizio.

Dodici anni fa, a seguito di tosse persistente e dolori acuti alla schiena, a mio padre vengono prescritti degli esami diagnostici...

già dalla radiografia il mio medico sembra allarmato e difatto la diagnosi sarà infausta: carcinoma epidermoide al polmone sin.

Seguono vari ricoveri, ma qui a napoli sembra che mio padre sia spacciato, ha sei mesi di vita, ci dicono.

Non ci arrendiamo, i miei fratelli si attivano e trovano un chirurgo toracico che sembra darci buone speranze, infatti un mese dopo lo opererà con successo.

Passano gli anni e se non fosse per il follow up annuale, che ti fa risalire la paura, neanche ci ricorderemmo della malattia.

Arriviamo allo scadere del decimo anno, mio padre deve sostenere la visita di controllo, ci dicono che ormai è guarito, che morirà di tutto ma non di tumore..... ma dopo poichi mesi comincia ad avvertire dispnea, ricominciano i ricoveri, abbiamo paura ma, siamo fiduciosi.

Arriva una nuova batosta, recidiva locale... stavolta non è possibile operare, il tumore tocca l'aorta e bisogna fare della radioterapia.

Bene, mio padre si sottopone alle sedute di radio, al controllo successivo alla radio la malattia non c'è più. Fregati cancro, anche stavolta il mio papà è stato più forte di te.

Passano i mesi, arriva il momento della tac di controllo e.... SORPRESA!!! La malattia è di nuovo li, più piccola ma c'è.

Si prosegue con la chemioterapia (gemcetabina e carboplatino)... mio padre sembra aver perso uil sorriso, ma lotta forse più per non deludermi che per altro.

Io nel frattempo ho chiesto troppi permessi al lavoro per accompagnarlo nelle varie visite e perdo il lavoro.... per lui questa è l'ennesima batosta.

Bene, mi dedico completamente a lui, lo accompagno nel lungo cammimo chemioterapico eantalgico che sta compiendo.La malattia sembra regredire, è ormai rimpicciolita e dopo un anno e mezzo mio padre sta ancora combattendo.

Consulto il medico che in passato lo ha operato, mi dice di tornare li a milano, che forse si può fare qualcosa.

Andiamo a milano, mio padre sta peggio che mai.... è con tutti i suoi figli e mia madre, si è lasciato andare... ha tenuto duro perchè sapeva di dare un dolore enorme a me e mia madre ma ora che siamo tutti insieme e che sa che possimao godere del supporto dei miei fratelli si lascia nadare al suo dolore.

Ha metastasi epatiche che in una tac di un mese prima non c'erano, pian piano vengono coinvolte anche le ossa.

E' ridotto ad una larva umana, e io mi chiedo perchè chi è LASSU ci sta facendo questo. Perchè prenderselo piano piano, con una cattiveria assurda, facendo provare dolori atroci a lui e un dolore immenso a noi che gli stiamo vicino 24 ore al giorno.

Mio padre ad aprile. ci ha lasciati tra dolori e sofferenze atroci,ma aveva una grande voglia di vivere... ha combattuto la morte fino all'ultimo respiro e la cosa che mi fa più male è che se è andato scusandosi con me e mia madre per averci fatto passare questo inferno.

Papà, ovunque tu sia, sappi che non avevi alcuna colpa e nulla di cui scusarti!


paola51
Membro
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 15:08

Messaggio da paola51 » mer 17 lug 2013, 21:03

Cara Iside, le nostre storie di dolore si somigliano tutte eppure.... sono uniche e speciali. Che papa' meraviglioso, che famiglia bella, che grandi prove d'amore. Ora sta bene, lo sai vero?


canary86
Membro
Messaggi: 48
Iscritto il: gio 31 mag 2012, 2:16

Messaggio da canary86 » mer 17 lug 2013, 21:04

ciao iside sono addolorato.


iside26
Membro
Messaggi: 118
Iscritto il: mer 17 lug 2013, 7:48

Messaggio da iside26 » mer 17 lug 2013, 21:05

Lo spero Paola.... è l'unica cosa che ci aiuta ad andare avanti.... Ce lo ripetiamo ogni giorno!


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » mer 17 lug 2013, 21:24

Iside è difficile pensarlo che lui ora sta bene... Ma è vero!!

Il fatto che cmq ha combattuto per 12 anni... E L'ha fatto per voi... È già il top

tra alti e bassi ha vissuto e lottato per voi...

Di mio oltre al dispiacere per la tua/vostra perdita c'èanche un po d'invidia... La mia mamma due anni, a novembre ci ha lasciato... Sappi che io per quei due anni mi ritengo fortunata perché ho trovato persone che nel giro di mesi si sono visti portare via il proprio caro!!

Iside ora viviamo perché ci è consentito e perché glielo dobbiamo... Ma con nel cuore una voragine di dolore!!

Ti sono vicina mia cara Iside e ti stritolo fortissimo

Ambra


iside26
Membro
Messaggi: 118
Iscritto il: mer 17 lug 2013, 7:48

Messaggio da iside26 » mer 17 lug 2013, 21:28

hai ragione,Ambra,so di dovermi ritenere fortunata ad averlo avuto accanto alrri dodici anni... ma l'amore spesso,ci rende egoisti!

Mi spiace tanto per la tua mamma,un bacio grande.


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » mer 17 lug 2013, 21:46

Che grande verità Iside...

L'amore ci rende egoisti!!!

Poi se guardi anche cosa vi ha lasciato!! Un famiglia unita... E piena d'amore...

FORZAAA Iside è dura!! Ma noi siamo qui... E cosa facciamo?? Viviamo per loro!! Perché è questo quello che ogni genitore vuole per i propri figli...

Un grandissimo bacio

Ambra


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » gio 18 lug 2013, 0:56

Anche Dani chiedeva sempre scusa... Che beffa, povero tesoro...

Un abbraccio Iside, ti sono vicina!

Linetta


GIUSEPPE
Membro
Messaggi: 734
Iscritto il: gio 14 ott 2010, 20:26

Messaggio da GIUSEPPE » gio 18 lug 2013, 2:36

Ciao Iside, in apertura ti porgo un abbraccio di solidarietà.

A volte il cancro tende a riprodursi come è avvenuto per il tuo caro papà. Comune è l'affermazione " hai superato 5 anni, sei guarito"; non è verità assoluta, vi è sempre la imprevedibilità. Importante è non sprecare quel che ci rimane da vivere come del resto ha fatto tuo papà vivendo al meglio. A lui volgo un affettuoso pensiero.

Ciao!

Giuseppe


iside26
Membro
Messaggi: 118
Iscritto il: mer 17 lug 2013, 7:48

Messaggio da iside26 » gio 18 lug 2013, 19:01

grazie mille a tutti voi per le belle parole...

si,giuseppe,papà aveva una gran voglia di vivere e di sorridere.... strank ma,questa esperienza così dolorosa mi spunge a godere pienamente delle cosr belle che la vita puoó ancora regalarmi,regalarci!

Spero che tutti noi,nonostante il cuore diliato,potremmo capire quest'importante lezione.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”