La mia mamma, il tumore ed il colloquio con l'oncologo ed la psiconcologa

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » gio 14 feb 2013, 3:52

Elywyn,

Cara la mia Elywyn è la scelta migliore il tenerlo a casa... alla mia mamma avevo detto che visto che ogni viaggio fino in ospedale per lei era devastante avevo preferito far venire dottori a casa... non so se aveva capito ma parlavamo anche di natale e di quando avremmo ripreso la chemio...

si è la parte più dura... quella dove devi trovare il coraggio di qualche bugia guardandolo go faccia...

sei una grande Elywyn e così anche la tua mamma

Vi stritolo immensamente

vs Ambra

dai un bacio a papà da parte mia...


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » gio 14 feb 2013, 5:58

Elywyn ti accompagno con il mio pensiero più caro..

La scelta di tenere a casa il tuo papa' e' difficile, ma e' molto umana. Ho molta stima per tutti voi che accettate una prova così, Ambretta mi ha insegnato che e' un atto di Amore e non solo una fatica.

Ti abbraccio,

Linetta


Claudyetta
Membro
Messaggi: 4
Iscritto il: ven 8 feb 2013, 19:16

Messaggio da Claudyetta » gio 14 feb 2013, 23:13

Elywyn sono nella tua stessa condizione. Anche mamma mia non cammina quasi più e dorme sempre; parla poco ed è irriconoscibile.
E'tanto doloroso, ti brucia il cuore e nello stomaco ho fissa quella terribile sensazione di paura.. non possiamo fare nulla.
Abbiamo attivato anche noi il servizio ADI ma solo per ciò che concerne la nutrizione; i medici hanno preferito farle prendere gli itnegratori alle sacche dato che ancora si sforza di mangiare qualcosina. Il dottore diceva che le sacche sono insispensabili ad un certo punto ma purtroppo vanno ad alimentare sia le cellure benighe che quelle maligne; qundi tutto sommato è meglio ricorrervi in estremo.
Io sono avvilita, sono ormai davvero tanti anni che tra primario e recidive viviamo il cancro di mia madre che combatte senza mai arrendersi. Siamo alla fine e ho tanta paura, sono cofusa, offuscata, smarrita. Sono impietrita dinanzi ala spietatezza di questa malattia che si risucchia la tua vita.. è atroce.
L'oncologo di mia madre dice che sarebbe preferibile che lei stesse a casa riservata e protetta, nessuno di noi inclusa io, ha avuto il coraggio di parlare di tempi.

Spero solo che non soffra, noi viviamo per lei.
Vi abbraccio affettuosamente augurandovi un San Valentino ricco di amore per la vostra coppia, per voi stessi e per l'amore verso i cari che soffrono.


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » gio 14 feb 2013, 23:52

CIAO CLA... CIA ELYWYN... SI... VEDERE LE NOSTRE MAMME, I NOSTRI PAPà, I NOSTRI CARI STARE MALE è VERAMENTE LA PARTE PIù BRUTTA DELLA MALATTIA, nelle ltime due settimane della mia mamma l'ho voluta a casa... Cla la bestia se l'è mangiata da dentro... tre giorni prima di andarsene quando la sua vita non era più vita, quando la sofferenza la faceva da padrone... i dolori... il vomito di continuo... claudia la mia paura piu grande non era dell'addio ma la voglia che finalmente fosse libera e finalmente in pace... di rabbia ce nè ancora adesso che il 24 faccio 3 mesi dalla sua mancanza... ma la mamma ha smesso di soffrire e anche se io ci sto male perchè lei non c'è più, lei ora non sente più dolore... UNA PICCOLA E MAGRA CONSOLAZIONE...

vi sono vicina ... care amiche mie...

se avete bisogno io ci sono sempre...

un caloroso abbraccio vs Ambra


GIORNOPERGIORNO
Membro
Messaggi: 1155
Iscritto il: lun 18 ott 2010, 16:08

Messaggio da GIORNOPERGIORNO » ven 15 feb 2013, 3:54

Care ragazze, siete due donne coraggiose con tanto amore da regalare e vi stimo e ammiro tanto.

Quando Ambra raccontava la sua decisione di tenere la mamma a casa, e di coccolarla negli ultimi momenti ... inizialmente pensavo fosse una follia .... poi ho capito quanto coraggio abbia comportato ... quanto dolore e fatica per regalare Amore ... e ho pensato che fosse una GRANDE donna ... come lo siete voi cosi vicino ai vostri cari.

Fatevi coraggio, se serve scrivete ... per quel poco che possiamo fare vi accoglieremo.

Un abbraccio


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » ven 15 feb 2013, 6:18

Grande gxg

se avessi potuto sarei stata una vita dietro alla mia mamma...

invidio quasi voi che ancora oggi potete stare con i vostri genitori anche se nel dolore...

Invece ho potuto starci solo 2 settimane...

dai cara Claudia e cara Elywyn è dura... ma il cuore che avete voi non tutti ce l'hanno

Io anche se solo per 2 settimane piene... dove mi sono eliminata dal mondo per lei...

È stato il periodo più bello anche se il più duro... perché ora mi ritrovo con molti meno se e molti ma

Vi stritolo forte

Ambra


Avatar utente
Monik
Membro
Messaggi: 720
Iscritto il: ven 2 dic 2011, 17:48
Località: Lignano Sabbiadoro (Ud) Friuli Venezia Giulia
Contatta:

Messaggio da Monik » ven 15 feb 2013, 15:51

Ciao ragazze mie, mi sento veramente vicina a tutte voi. Mi sento vicina con le sensazioni, con le paure, con il dolore e con tutto ciò che state attraversando. Ogni giorno accendo il pc per leggeVi, ma mi è difficile intervenire perchè quello che scrivete è -l'orrore vero e proprio- di chi accompagna il proprio caro nella malattia.

Ho ancora questo peso. Ogni giorno mi accompagna questa sensazione di non aver fatto abbastanza..in tutti i sensi..sia affettivamente, sia meccanicamente, sia psicologicamente.

Ma quando lo smarrimento che mi attanaglia lascia spazio alla razionalità, analizzo passo per passo ciò che ho vissuto,fatto e scelto e mi ripeto: ora non soffre più.

Ambra noi, la vediamo diversamente adesso che abbiamo già trascorso il momento del "trapasso".

Ambra abbiamo la sofferta consapevolezza del poi..

FORZA, forza e ancora forza. Qui in questo forum non siamo soli.

Scrivere ci aiuta ad alleggerire un pochino di dolore, quel dolore che nessuno riesce ad assopire.

Semplicemente Monik


Monik

elywyn
Membro
Messaggi: 44
Iscritto il: ven 21 set 2012, 21:24

Messaggio da elywyn » sab 16 feb 2013, 1:33

Grazie veramente a tutti per il sostegno e le parole..Non riesco a dire altro..Sto arrivando a casa,oggi è il primo giorno che passava il dottore x l assistenza domiciliare.Non so quanto mi resta,ma non vorrei bruciare un secondo.Anche io non vorrei avere rimpianti e far sentire il mio papà solo..propongo un bell abbraccio di gruppo


Delusa71
Membro
Messaggi: 42
Iscritto il: dom 6 gen 2013, 20:28

Messaggio da Delusa71 » mar 19 feb 2013, 3:15

Sono qui... Ma non ci sono...

Dal mio ultimo messaggio le cose sono precipitate.

Prima una flebile speranza (dalle analisi del 17/01 il marcatore era sceso dal 300 a 59) e poi il crollo: il 04/02 era di nuovo salito a 143 e dalla TAC si rilevano "massa al fegato, massa sul l'intestino e numerose lesioni in tutto l'addome"...

Ed ora? Ora che accade?

Come fare a dare speranza? Viaggia veloce... Troppo veloce...

Avevo iniziato ad informarmi x avere assistenza di basa a casa ma poi mia sorella ed io abbiamo deciso di occuparcene da sole: quando sarà il momento avremo assistenza infermieristica ma x il resto... Stiamo noi con mamma.

Sempre se ce la facciamo...

Io chiederò aspettativa dal lavoro e mia sorella si destreggerà come meglio potrà.
La cosa più difficile è fare finta... Per 24 ora al giorno fare finta... Farle speranza... Ingannarla... Proprio io che a mia madre non sono mai stata capace di mentire...
Amo la mia mamma... Farei di tutto perché non si rendesse conto... Ma la mia mamma non è stupida, e Dio solo sa quanto vorrei che lo fosse.
Io volevo confrontarmi con voi perché volevo sapere, da chi ci è passato: riusciremo a farcela da sole noi due? O diventerà impossibile?

Io voglio che mia madre se ne vada sapendo che noi due non l'abbiamo abbandonata, voglio che senta tutto il nostro amore... Basterà l'amore e l'impegno per starle accanto?


GIORNOPERGIORNO
Membro
Messaggi: 1155
Iscritto il: lun 18 ott 2010, 16:08

Messaggio da GIORNOPERGIORNO » mar 19 feb 2013, 3:32

Ciao Delusa. ti invito a leggere il libretto aimac I DIRTTI DEL MALATO. Anche per noi famigliari c'è la possibilità di avere dei congedi e delle aspettative retribuite.

Basta far partire certi iter brocratici , piuttosto veloci devo dire per i malati oncologici. Prova ad informarti alla tua asl.

Per il resto, non ci sono ancora passata ... ma ammiro tutti coloro che provano a tenere il proprio caro a casa. E sono certa che ce la farete. L'amore è alla base di ogni grande impresa.

Quello che ti prego è di attivare l'assistenza domiciliare. Le cure sono fondamentali.

Ti abbraccio


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”