mio marito e il tumore

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
GiovyeDom
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: ven 25 mag 2012, 21:21

Messaggio da GiovyeDom » ven 25 mag 2012, 21:31

Sono una ragazza di 32 anni,sposata da un anno e mezzo.un mese fa è stato diagnosticato un tumore al testicolo a mio marito.subito si è sottoposto all'asportazione chirurgica ma nel frattempo le cellule tumorali hanno ingrossato un linfonodo all'addome e quindi sta seguendo dei cicli di chemioterapia.Sono terrorizzata.mi sento persa perchè non so a chi rivolgermi.Ho mille ansie e paure e vederlo stare male mi fa soffrire.Ecco non so come affrontare la chemioterapia ed ho tanta paura per lui....


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » ven 25 mag 2012, 22:32

Ciao, immagino la paura ed il panico, purtroppo vedere soffrire le persone che amiamo è un'esperienza molto dura. Lo so. Non credo ci siano ricette su "come fare", non ci sono rimedi universali. Ognuno di noi ha reazioni e tempi diversi. Io ti auguro di trovare persone qualificate ed emotivamente partecipi che ti spieghino bene quali saranno i passi da affrontare, che dividano con te almeno una parte di quel peso. NOn rimanere soli col panico è fondamentale.. Un grande abbraccio.


GiovyeDom
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: ven 25 mag 2012, 21:21

Messaggio da GiovyeDom » dom 27 mag 2012, 2:19

Grazie Linetta.Tutti mi dicono che sono molto forte ma nessuno sa quante lacrime stia versando in questi giorni.Mi sento molto triste e sola.mio marito è sempre stato la mia forza ed ora mi sento persa.Come faccio a non piangere davanti a lui?

Ho cercato su internet associazioni o forum sulle mogli di uomini col tumore ma non ho trovato niente...almeno per condividere gli stati d'animo, per sfogarsi un pò....

Se non si vivono queste situazioni non si capiscono...se conosci qualche sito magari fammi sapere...


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » dom 27 mag 2012, 6:18

Ciao GiovyeDom, capisco bene la "condanna" dell'essere considerate forti da tutti, talmente forti da piangere poi magari chiuse in bagno da sole...Spesso gli altri vedono di noi ciò che vogliono vedere. Ora, però, almeno tu sai che essere forti non significa non cedere mai, ma avere un misto di speranze, razionalità, amore e paure..Esserne consapevoli, questa è la vera forza. Dirsi "ho proprio paura" e riconoscersi in questo. Un pò si deve partire anche da lì. Poi, lo so, quanto sta accadendo travolge tutte le energie, è un'esperienza umana molto forte e totalizzante. Su questo forum incontrerai spesso persone che sanno trovare le parole giuste, persone che capisci che stanno scrivendo col cuore. Io avevo iniziato a leggere quando Dani era già molto malato, ci ero finita per caso cercando notizie sul cancro e mi aveva colpito la pacatezza del dolore dei vari scritti, la riservatezza nell'ascoltare senza fare domande...Dopo, mi sono iscritta perchè volevo scrivere a qualcuno che lui era stato qui, nella mia vita e volevo (voglio tutt'ora) dare un profondo senso e dignità alla sua... Fa molto bene scrivere, vedrai che aiuterà un pò anche te. Per ora ti basti un abbraccio speciale.


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » lun 28 mag 2012, 16:02

Tumore... questa orribile parola che ormai mi accompagna sempre in tutte le cose che faccio. Il tumore si è portato via la mia dorata mamma in pochissimo tempo e non c'è un giorno che io non maledica questa malattia. Oggi fuori piove. Mi sembra di nuotare nell'ovatta. Non c'è nebbia eppure tutti i suoni mi arrivano attutiti. Oggi sto male e mi manca più del solito.
GiovyeDom rova la forza partendo da te stessa. Non rinunciare a te perché, come dico sempre, non siamo molto utili se a disposizione abbiamo soltanto la metà della forza che potremmo dare.

Stai vicino a tuo marito ma ritagliati lo spazio per te, anche solo per fare una passeggiata, piangere tutte le lacrime che hai in corpo, farti un piccolo regalo per consolarti anche se sembra inutile ed egoista (ricorda che non lo è. Lo fai per stare meglio e poter essere più forte anche per lui). Diffondi ottimismo più che puoi, ma devi anche crederci perché niente è perduto e quel tipo di tumore si può curare. Avete delle speranze e dovete lottare insieme, come una squadra. Tutti insieme. Non state soli. Coinvolgi le persone intorno a voi soprattutto chi è in grado di farlo ridere e stare bene. Si parte anche da questo.

Vivete insieme e ciò ti richiede una dura prova da affrontare: farti carico di tutto. Proprio per questo ti dico: "Appoggiati ai familiari.Ai tuoi suoceri che sono i suoi genitori. Mettiti nei suoi panni"

Quando si sta male si vuole sempre la mamma vicino. Penso sia un bisogno fisiologico.

Spero che tutto vada per il meglio.

Vi sono vicina col cuore


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » mar 29 mag 2012, 0:36

Ha ragione Giulia, e' molto importante fare qualcosa x se'. Non e' egoismo, ne' togliere qualcosa ma dare a se stessi la possibilità di stare con l'altro nel miglior modo che si possa trovare. Bisogna imparare a farlo, non x tutti e' naturale. Io un po' l'ho imparato.. Un abbraccio.


mariasole
Membro
Messaggi: 82
Iscritto il: sab 23 apr 2011, 20:58

Messaggio da mariasole » ven 1 giu 2012, 3:11

Ciao giovyedom ti ho scritto in privato. Un abbraccio a tutti


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » lun 4 giu 2012, 4:02

Ciao GiovyeDom,

come stai? Un abbraccio grande


lory74
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: lun 9 lug 2012, 16:08

Messaggio da lory74 » lun 9 lug 2012, 16:41

Quando perdi il tuo familiare più caro,come ho perso io la mia amatissima moglie nel 28 maggio di quest'anno ogni giorno che passa diventa una sfida,cerchi di vivere anche se il dolore ti colpisce ogni attimo.Sono stato fiducioso nei medici e nella mia sorte che mi ha aiutato sempre,ho avuto coraggio di dare a me e a mia moglie per lottare contro la sua terribile malattia(LAM) adesso ho perso tutti i riferimenti e mi sento in caduta libera.Difficile dirti GiovyeDom cosa devi fare,io provo a trovare piccole cose quotidiane per distrarmi dai pensieri,cerco di rassicurarmi che solo il destino ci guida in questa vita,dobbiamo affrontare tutto con coraggio e speranza.


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » lun 9 lug 2012, 17:58

Ciao Lory lo so, si cercano piccole cose consolatorie da fare per occupare il tempo e per sentire un po' di calore.... Ma e' durissima.

Un abbraccio

Linetta


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 6 ospiti