10 MOTIVI PER CONTINUARE A VIVERE

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
sammy
Membro
Messaggi: 24
Iscritto il: mer 19 nov 2014, 18:08

Re: 10 MOTIVI PER CONTINUARE A VIVERE

Messaggio da sammy » sab 17 gen 2015, 20:22

vedi art,quando io mi sono permesso di dire la mia su qs pagina,ho letto la seguente frase: 10 MOTIVI PER CONTINUARE A VIVERE,.. non 10 MOTIVI PER CONTINUARE A VIVERE con o dopo il cancro.. pensavo appunto a talune riflessioni generali più che sulla vita proprio .. sull'ESISTENZA,che sono concetti differenti.. certo,poi nella vita purtroppo può esserci anche il cancro..
riguardo al destino invece,così tanto citato nel tuo intervento io sono completamente dalla parte dell'OMO FABER,dove il destino non esiste, è solo scorrere del tempo e la nostra costruzione costante.. a qs aggiungici un 15 percento di variabile fortuna o sfortuna e la minestra è pronta.. anche quando ci ammaliamo c'è tantissimo di nostro.. se fumi 2 pacchetti di sigarette al giorno è chiaro che dai terreno fertile alla neoplasia,te la cerchi,se mangi chili di carne uguale.. ( io da quando mi sono stati trovati i polipi al colon mangio quasi esclusivamente cereali,la carne solo la domenica).. noi siamo esattamente ciò che facciamo ogni giorno,costruiamo il ns destino secondo dopo secondo come un'ipotetico percorso in cui l'automobilista scende dall'auto va a costruire un pezzo di strada,poi rientra in auto,riparte,percorre quel pezzettino,riscende,costruisce un'altro pezzettino,riparte,e così via all'infinito.. quindi comprendi bene che ogni volta che l'autista scende x costruire il pezzettino di strada,da quella costruzione,e dal modo con cui la farà dipenderà il suo transito più o meno sicuro e tranquillo.. se avrà costruito assennatamente quel pezzettino di strada allora vi passerà sopra senza problemi,in caso contrario rischierà di franare,intoppare coi copertoni insomma di farsi del male.. questo è tutto..
le energie.. hai perfettamente ragione quando dici che è moralmente giusto utilizzarle,perchè noi siamo energia.. ma purtroppo come ben sai tali energie non sempre vengono utilizzate in maniera giusta e soprattutto dando le giuste priorità.. e q questo si mescola tutto,politica corrotta,interessi particolari,giochi di potere.. xchè ad esempio trovo inammissibile che nel 2015 ancora si muoia di cancro.. e posso assicurarti che il problema non riguarda le potenzialità dei ricercatori ( lo dico con cognizione xchè ho modo di discuterne con dei miei amici biologi) ma purtroppo gli scarsissimi finanziamenti,o meglio,i finanziamenti ci sono,il problema è che non arrivano a destinazione xchè vengono intercettati prima dalla politica corrotta e prelevati.. i ricercatori in Italia sono degli eroi veri,credetemi.. soprattutto i giovani che guadagnano non più di 700 euro al mese.. e ripeto,so di cosa parlo.. dopodicchè anche quando qs eroi,nonostante i pochissimi mezzi a disposizione riescono a scoprire qualcosa devono fare cmq i conti con gli interessi particolari delle grandi case farmaceutiche che pressano x far emergere i loro di ricercatori x avere l'esclusiva sull'eventuale medicinale e quindi fare guadagni astronomici.. x ccui non il bene comune ma gli interessi particolari.. cioè,mi chiedo,cosa significa fare il bene?.. di che natura è il bene e soprattutto come si può produrlo CORRETTAMENTE?..
così mi dico che tale bene autentico non ha nulla a che fare con la religione,con la mitologia,con le statuine che lacrimano,con la preghiera,con la sacra sindone,con i vangeli... penso che abbia a che fare con cose concrete e con la volontà di attuarle,ma cambiando il mondo sul serio,poichè siamo all'interno di un enorme circolo vizioso dove purtroppo si è talmente rassegnati che non ci si sgomenta nemmeno più x nulla...

art
Membro
Messaggi: 520
Iscritto il: mer 15 mag 2013, 17:26
Località: oristano

Re: 10 MOTIVI PER CONTINUARE A VIVERE

Messaggio da art » sab 17 gen 2015, 21:32

Certo Sammy ,concordo con te su tanti punti sopra citati . Avevo nel post precedente fatto menzione alla mitologia greca che parlava appunto di destino ,vita che aveva un inizio ed una fine ma su questo per poggiare delle mie convinzioni basate sulle energie di noi uomini e , come tu giustamente citavi , possono essere e sono energie positive o negative ed hai fatto dei riferimenti calzanti in merito.
Però come dicevo nel post ero arrivato (stranamente) alla mitologia greca partendo da altri presupposti e pensieri che si basavano sulla filosofia sempre antica e classica che è quella greca ,che come tu sai,entrava con i suoi filosofi sul senso della vita e sulla vita degli uomini sino ad arrivare ai governi e via dicendo....ma non mi soffermerei assolutamente su questo perchè perderemmo spazio e tempo e divagherei molto anzi moltissimo. Poi parlavo brevemente del relativismo ed assolutismo per le quali la filosofia in generale ed il pensiero degli uomini si divide sulle cognizioni della vita che l'uomo potrebbe avere" tra l'essere e dimostrarlo" oppure credere in una entità assoluta della quale si fa principale riferimento senza dimostrare ma solo accettare perchè appunto assoluto .

"10 motivi per continuare a vivere" aperto da Sgru nel settembre del 2012 ha poi avuto in questi due anni e mezzo vari commenti ed io nel mio ultimo mi sono riferito soprattutto alla vita che vivono coloro dopo aver perso una cara persona per il cancro e mi collegavo ad altri forumisti che lo avevano fatto poco prima di me. Come alcuni di essi , con i quali ci conosciamo da tempo su questo forum, abbiamo avuto ,purtroppo per questo maledetto cancro delle perdite care io la mia moglie ,altri il marito , il compagno o parenti stretti come il padre ...un fratello.....e tutti ci accomuna" il dopo" che non sempre è facile gestire o vivere e soprattutto come me altri hanno fatto riferimento a quanto sia difficile a volte avere ,appunto , dei motivi e delle motivazioni a proseguire a vivere questa vita .
Io su questo ho espresso il mio pensiero che si basa su quelle energie interiori che possiamo o potremmo avere oppure a produrre dopo un dolore immenso che si vive o viviamo come penso anche che possono essere ereditate e donate anche da coloro che abbiamo perso per sempre e che amiamo ancora e citavo ,a livello esclusivamente personale, mia moglie.

Per quanto riguarda il cancro . anch'io mi domando spesso e mi rammarico come nel 2015 ancora numerosissime persone perdono la propria vita per il cancro come penso che dietro questa patologia così varia così difficile e così ramificata in varie altre patologie ci sono delle grandi speculazioni e profitti economici di grossi lobby farmaceutiche a livello globale ...a livello mondiale .

Ciao ti saluto ed auspico una serena e buona notte a te ed a tutti gli amici del forum ed a coloro che ne hanno bisogno tanta ma tanta forza .
Art

maddalena
Membro
Messaggi: 639
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05
Località: CREMONA

Re: 10 MOTIVI PER CONTINUARE A VIVERE

Messaggio da maddalena » dom 18 gen 2015, 0:24

Caro amico di sventura intanto grazie della buona notte, poi riferendomi all' ultima parte del tuo scritto vorrei invitarti se vuoi a leggere il best seller mondiale di T. Colin Campbell e Thomas M . figlio due Medici Americani IL titolo è THE CHINA STUDY, non soffermarti alla copertina il contenuto è a dir poco interessante. Se vorrai mi farai sapere. Buona notte .

art
Membro
Messaggi: 520
Iscritto il: mer 15 mag 2013, 17:26
Località: oristano

Re: 10 MOTIVI PER CONTINUARE A VIVERE

Messaggio da art » dom 18 gen 2015, 21:00

Maddalena : scrivimi l'editore ..proverò a cercarlo.
Ciao da Art

maddalena
Membro
Messaggi: 639
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05
Località: CREMONA

Re: 10 MOTIVI PER CONTINUARE A VIVERE

Messaggio da maddalena » dom 18 gen 2015, 23:13

Ciao art, è la Macro Edizioni.

Raf50
Membro
Messaggi: 115
Iscritto il: dom 4 mag 2014, 9:52

Re: 10 MOTIVI PER CONTINUARE A VIVERE

Messaggio da Raf50 » sab 7 feb 2015, 12:32

Tornando all'oggetto della discussione, ieri ho letto su facebook una notizia che mi ha molto colpito e che, nella mia situazione, costituisce una più che valida motivazione per continuare a vivere.
Partiamo dalla premessa che tutto quello che facciamo in vita, tutto quello che ci portiamo nel cuore, diventa privo di senso e col tempo diventa ombra e polvere se non abbiamo la possibilità di trasferirlo oltre la morte.
La notizia è questa: a Bari, in pieno centro, un sacco di gente ha fatto incetta di libri recuperandoli da alcuni cassonetti nei quali erano stati gettati a seguito della morte del loro proprietario, che abitava nei pressi.
Bene, io non voglio che le mie cose facciano questa fine.
Era già un problema latente quando viveva mia moglie dal momento che non abbiamo avuto figli, ma ora che sono rimasto solo esso si manifesta in tutta la sua drammaticità. Forse mio padre, sia pure nelle sue sempre più insistenti paranoie senili (ha 83 anni), ha ragione quando continua a ripetere che devo rifarmi una vita. Lui ha lavorato tanto per costruire tutto quello di cui ora anch'io godo, e non riesce a tollerare l'idea che un giorno lontano possa andare disperso (ho un'unica sorella che per di più è disabile mentale). Non più tardi di pochi giorni fa, coi suoi soliti modi burberi mi ha detto: "Mi spieghi quando morirai chi ti porterà al cimitero?"
Se, come qualcuno mi ha scritto in privato, noi che siamo sopravvissuti siamo stati condannati a vivere, allora forse la cosa migliore è fare in modo che resti qualcosa di noi quando anche noi saremo passati dall'altra parte, e in quel 'qualcosa di noi' potrà anche esserci la memoria di chi ci ha prematuramente lasciati. Un pensiero che mi è capitato di fare, e che forse avrei dovuto fare più spesso, è quello che, quando io, i suoi genitori ed i miei, suo fratello e sua sorella, saremo tutti morti, chi potrà rimanere a ricordarsi di mia moglie? I nostri morti continuano a vivere finchè c'è qualcuno a ricordarli, ed io non voglio che il suo ricordo vada disperso.
Mi rendo conto che, ragionando così, dovrei trovare un'altra donna soltanto come strumento per la perpetuazione della specie, perchè al momento non mi sento di amare nulla e nessuno che non sia il ricordo di mia moglie. Forse la cosa migliore sarebbe quella di adottare (ammesso che sia possibile adottare da single), ma la mia attuale condizione economica non mi consente un'adozione, nè d'altra parte voglio ferire l'amor proprio di nessuno, insegnando ad un eventuale figlio naturale ad amare, oltre alla madre, anche il ricordo di una donna che per lui, in fondo, non rappresenta nulla. Che dilemma......

incazzatanera
Membro
Messaggi: 47
Iscritto il: lun 12 gen 2015, 14:50

Re: 10 MOTIVI PER CONTINUARE A VIVERE

Messaggio da incazzatanera » sab 7 feb 2015, 16:35

Vivo solo ed esclusivamente per mia madre, mia forza e mio rifugio, l'unica che mi assiste, che soffre o sirallegra con me...anche se vivo con il dolore per essere la causa di tutti i suoi sacrifici e le sue delusioni. Aveva investito tutto su di me, sognava una figlia bella,in salute, con una laurea e un lavoro di rispetto...che magari un giorno le avrebbe regalato dei nipoti. Invece eccomi qua...sono il contrario di tutto ciò che desiderava

Simonetta64
Membro
Messaggi: 193
Iscritto il: mer 5 nov 2014, 10:45
Località: Pistoia

Re: 10 MOTIVI PER CONTINUARE A VIVERE

Messaggio da Simonetta64 » dom 8 feb 2015, 1:42

Caro Raf, ora sei preso dalla tristezza, dal dolore e non riesci a vedere niente in modo positivo......sicuramente se un giorno avessi un figlio, sia naturale che adottivo, riusciresti con tanto amore, sia da parte tua che della persona che avrai accanto, a trasmettergli, il ricordo dolce di una donna così buona che purtroppo non c'è più, ma che dall'alto vi segue e vi è vicino ogni istante......e sono sicura che lui capirebbe ed imparerebbe ad amarla, anche se non l'ha mai conosciuta e non era niente per lui.
Dobbiamo farci coraggio Raf e dobbiamo provare, mettercela tutta per riprendere a vivere e non a sopravvivere, anche se è dura, anche se fa tanto tanto male......un abbraccio.

incazzatanera
Membro
Messaggi: 47
Iscritto il: lun 12 gen 2015, 14:50

Re: 10 MOTIVI PER CONTINUARE A VIVERE

Messaggio da incazzatanera » dom 8 feb 2015, 8:08

"Mi spieghi quando muori chi ti porterà al cimitero?" me lo chiedo anchio, se lo chiede anche mia madre...prima si stare male non mi ponevo il problema, bastavo a me stessa, non mi sono mai fidanzata e trovsavo stupida la smania che le mie amichenavevano di uscire, buttarsi nella mischia ad ogni costo,per conoscere ragsazzi e trovare un fidanzato. Ora non la penso diversamente ma ho sperimentato cosa vuol dire dipendrre da qualcunovperchè non riuscivo a camminare, aver bisogno di qualcuno che venisse in ospedale per portare la biancheria pulita...ora c'è stata mia madre ma poi?(sempre se sopravvivo alla malattia). Comunque sia penso che oggi nessuno sarebbe disposto mai a stare con una ragazza ammalata,sterile e pelata.

Monica66
Membro
Messaggi: 66
Iscritto il: lun 2 feb 2015, 19:46

Re: 10 MOTIVI PER CONTINUARE A VIVERE

Messaggio da Monica66 » dom 8 feb 2015, 9:26

Carissima incazzatanera, sarebbe ingiusto, ipocrita e falso risponderti che sbagli. Hai ragione ed è più che comprensibile che tu pensi a tali angosce. Mi sento tanto sola anch'io, pur con un bambino ed i miei cari genitori. Ma posso solo ricordarti che, anche se nessuno di noi potrà dire con certezza cosa il futuro abbia in serbo, pur nelle condizioni precarie di malato, solo tu potrai e dovrai avere cura di te stessa. E questo te lo devi, dovrai sbatterlo con forza in faccia alla malattia, alla solitudine e alla paura. Te lo devi con rabbia per la tua giovane età, per quello che hai perso, ma soprattutto per quello che la vita ancora ti deve, e credimi, è immensamente grande. Dovrai cominciare a chiedere questo risarcimento a te stessa, curandoti con metodo e disciplina, con le tue forze anche se ti sembreranno esaurite, perché, cara, nessun'altro può farlo al tuo posto. Continua a combattere, ti prego per la tua vita. Un abbraccio, Monica

Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”