Noi e il cancro ... parliamone ...

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 1859
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Noi e il cancro ... parliamone ...

Messaggio da Franco953 » ven 25 set 2015, 10:51

Ciao Kapataz
mi spiace per tua nonna e anche se è successo parecchi anni fa , certi dolori, certe sofferenze restano per tutta la vita

Ti esprimo quindi la mia solidarietà e la mia vicinanza per l'esperienza che , anche tu , indirettamente , hai vissuto con questa brutta malattia

Mio padre è morto tre anni fa ed è stata una esperienza terribile e che non potrò mai dimenticare

Io sono credente. Credo nella presenza di un essere superiore. Chiamalo Dio, Buddha oppure Giuseppe, il nome non ha una grande importanza.

Non sono, tanto per capirci, una persona "bigotta". Vado in chiesa spesso ma non secondo quanto è previsto dalla mia religione e l'ultima confessione l'ho fatta a 30 anni da quella precedente. Considero la chiesa, come edificio, un luogo dove pregare dove raccogliere le proprie idee e ringraziare il Signore per ciò che abbiamo

Non approvo invece alcune decisioni e atteggiamenti della Chiesa ufficiale

Credo in Dio perchè in più occasioni ho avuto, ciò che io interpreto come segni della sua presenza, e perchè mi sono sempre sentito aiutato e indirizzato nei momenti di maggiore difficoltà.

Credo nella preghiera perché mi dà forza e mi aiuta ad affrontare i problemi della vita

Circa il tuo post , credo sia umano , ma non giustificabile dal mio punto di vista, dare la colpa a Dio, quando non si hanno argomenti validi per capire e motivare i comportamenti umani , quando non si riesce a capire e motivare l’esistenza di tante malattie, delle stragi ,delle ingiustizie che avvengono giornalmente

Si tratta di un modo comodo per scaricare su altri, le nostre responsabilità

Se sono un credente, so per certo che Dio è bontà , speranza, carità, perdono e amore e non è l’artefice delle malattie e delle catastrofi/ingiustizie che accadono su questa terra e se ,non sono credente, è inutile che incolpo Dio, dato che ritengo che non esista

La mia convinzione è che Dio non c'entra assolutamente nulla con le schifezze umane.

Inquinamento atmosferico, con l’ esposizione ad agenti chimici, suoni e rumori di elevata intensità., risorse idriche sprecate e in parte inutilizzabili e inquinate per interessi economici , speculazione del territorio con la costruzione di case sui letti dei fiumi, inquinamento degli ambienti con l’emissione di radiazioni, guerre con stragi di persone innocenti, interessi e mazzette nella sanità con speculazioni da parte delle case farmaceutiche, alimenti trattati con pesticidi chimici, e altro altro ancora

Questo è un piccolo ed esiguo riassunto di ciò che l’uomo riesce a realizzare

Poi ci chiediamo perché Dio ci ha fatto venire un tumore e probabilmente non pensiamo al fatto che abitiamo a 100 metri dall’ICMESA di Taranto che scarica quintali di inquinanti nell’aria, oppure che abbiamo lavorato in una azienda dove c’era l’amianto, oppure abbiamo mangiato per anni alimenti trattati con pesticidi chimici, oppure………… ecc

Circa 15 giorni fa, buona parte dell’opinione pubblica si è scandalizzata perché ha visto ,in televisione, la fotografia di un bambino migrante, di pochi anni morto su una spiaggia della Grecia

Sentivo persone che si chiedevano perché Dio avesse permesso che quel bambino morisse mentre ,avrebbero dovuto chiedersi, perché permettiamo alle case costruttrici europee di vendere le armi ai governi e ai terroristi dell’africa che, attraverso le guerre ,affamano la gente costretta e scappare per non morire dai propri paesi di origine. Avrebbero dovuto chiedersi perché non fermiamo gli scafisti che sfruttano e umiliano i migranti stipandoli in gommoni destinati, nella maggior parte dei casi, ad affondare ?

L’altro giorno sono passato vicino ad un fosso e ho visto un pesciolino morto sulla riva. Anche qui, la colpa avrebbe potuto essere di Dio che ha permesso che il pesciolino morisse anche se ,a 100 metri , c’era una fabbrica che scaricava nel fossi i rifiuti industriali.

Poi, naturalmente ognuno ha le sue idee e comunque, che ci sia oppure non ci sia un essere superiore, dobbiamo essere tutti uniti per tentare di battere questa brutta malattia, che colpisce credenti e non credenti, e che ha come obiettivo principale quello di distruggere fisicamente e psicologicamente, non solo la persona malata, ma anche l’intera famiglia

Ciao
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Fabio75
Membro
Messaggi: 301
Iscritto il: sab 23 apr 2016, 7:30

Re: Noi e il cancro ... parliamone ...

Messaggio da Fabio75 » dom 24 apr 2016, 9:16

Buongiorno a tutti,
Mi chiamo Fabio, ho 40 anni e sono affetto da carcinoma a cellule renali non classificato metastatico. Vorrei condividere con voi lo stato di disperazione che a volte mi travolge pensando ai miei familiari, specialmente i miei bambini, e a tutto quello che questa terribile diagnosi mi ha portato via, soprattutto la prospettiva del futuro. Ultimamente non sento piu' desiderio ad esprimere quello che provo a chi non e' in una situazione analoga alla mia, con le dovute eccezioni si intende. Sento che non sarei compreso, io stesso un anno fa non avrei compreso qualcuno in questa situazione. In piu' la vita non ti lascia mai in pace, la malattia non basta, le preoccupazioni per lavoro e quant'altro sono sempre in agguato e in questo momento anche loro si affacciano prepotentemente. Sono una persona religiosa, negli ultimi sette mesi la fede in Gesu' Cristo e' stata il mio sostegno ad eccezione delle ultime settimane in cui, a causa di ulteriori difficolta' sopraggiunte nella mia vita, mi sono sentito abbandonato a me stesso e la rabbia e' riaffiorata in tutta la sua brutalita'. Ora mi sento ancora scosso, anche se un po' meglio, ma ho paura pensando a cos'altro possa ancora accadere, sono in ansia per le minime cose e soprattutto non ho alcun desiderio di parlare a chi non sta vivendo quello che vivo io...
Grazie per l'ascolto e un caro saluto a tutti voi, compagni di viaggio.
Fabio
"Il Signore ti custodirà da ogni male:
egli custodirà la tua vita." Sal 121, 7

davide72
Membro
Messaggi: 262
Iscritto il: lun 4 apr 2016, 15:19

Re: Noi e il cancro ... parliamone ...

Messaggio da davide72 » dom 24 apr 2016, 16:28

Bella questa discussione. Noi, Dio ed il cancro... Si potrebbe discuterne per sempre...
Ammiro chi ha fede, perché sapere che c'è un dopo aiuta sicuramente a vivere i momenti di sconforto in maniera più serena.
E se sei cattolico praticante accetti la morte come un momento di passaggio per la vita eterna accanto ai nostri cari.
Purtroppo sono una persona che non accetta mai per partito preso quello che gli altri mi dicono. Io devo capire il "perché" delle cose. Non posso avere fede in qualcosa che non vedo, non sento, non tocco e non sono sicuro che esiste solo perché mi dicono che è così.
Però negli anni mi sono fatto una mia concezione personale della religione e credo che in effetti ci sia qualcosa al di là del mondo che noi conosciamo di immensamente grande. Tutta la materia di cui è fatto l'universo esiste da miliardi di anni, noi compresi, e continuerà ad esistere anche quando il genere umano si sarà estinto. Ogni particella di cui siamo composti è formata da energia.. energia che non si può distruggere, ma che si trasforma come ci trasformiamo noi nel tempo. Io credo che una forma di esistenza molto diversa da quella che conosciamo pervada tutto l'universo. Alle volte se chiudo gli occhi ed apro la mente mi sembra quasi di percepirla.. l'energia che scorre... il tempo che avanza... Magari tutto questo è veramente Dio!!
Poi penso a quanto è grande il cosmo, a quanta materia esiste, a quanti miliardi di miliardi di mondi si stanno formando e si stanno distruggendo ogni momento e penso che, in fondo, la mia vita è veramente una goccia nel mare di questo universo sconfinato.
Siamo convinti di essere quasi eterni.. i dominatori di questo mondo.. ma non ci rendiamo conto che basta una mutazione genetica causale di un batterio o di un virus per spazzarci via tutti quanti. Basta un asteroide un po' più grande per annientare il genere umano e tutto quello che conosciamo.
In passato abbiamo rischiato di estinguerci centinaia di volte a causa di guerre, malattie, eventi atmosferici. Probabilmente se non fosse caduto sulla terra quel meteorite che ha spazzato via i dinosauri permettendo ai mammiferi di evolversi oggi non saremmo qui.
La storia dell'uomo è un battito di ciglia se paragonata a quella del nostro pianeta... Quindi mi domando: se anche ci fosse un dio, perché dovrei prendermela con lui perché mi sta facendo penare? Quanti miliardi di uomini sono nati e morti prima di me e quanti altri ne verranno? Quanti hanno sofferto e quanti soffriranno ancora? Perché io dovrei essere così speciale da chiedergli di non soffrire?
Penso che a prescindere bisogna essere felici di essere vivi cercando di apprezzare giorno per giorno le cose buone che ci arrivano. La vita, in fondo, è fatta di piccoli piaceri quotidiani. Si devono fare progetti ovviamente anche a lunga scadenza ma sempre ben consapevoli che nulla, ma proprio nulla, dura per sempre. E quando arriverà la mia ora... beh... sono curioso di sapere cosa c'è dall'altra parte!! Perché se anche non ci fosse nulla tornerei ad essere quello che ero prima di nascere.. una manciata di atomi in questo universo ed in qualche modo continuerò ad esistere.
Un abbraccio a tutti.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 1859
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Noi e il cancro ... parliamone ...

Messaggio da Franco953 » dom 24 apr 2016, 22:03

Esprimo solo un mio giudizio personale per quello che vale naturalmente
Quello di Davide è un intervento intelligente, calibrato e stimolante .
Esprime , come è giustamente che faccia, delle teorie personali , ancorché, condivisibili , evidenziando, nello stesso tempo, una buona dose di umiltà, ed oggi averla non è certamente facile.
Mi piace perchè non ci sono frasi tipiche di coloro che "si considerano portatori della verità assoluta"
Mi piace perchè, leggendo tra le righe, vedo molto tolleranza e una forte disponibilità verso gli altri
Non dà nulla per scontato e soprattutto cita teorie che sono l'opposto e l'esatto contrario di ciò in cui lui crede, senza esprimere giudizi ma riportando, semplicemente quale sarebbe il suo comportamento, se fossero vere.
Bravo Davide, bravo davvero

Un abbraccio

Franco

L’umiltà non significa pensare di valere meno degli altri, nè aver poca stima di se stessi. Significa piuttosto totale libertà dal pensare a se stessi.
(William Temple)
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Fabio75
Membro
Messaggi: 301
Iscritto il: sab 23 apr 2016, 7:30

Re: Noi e il cancro ... parliamone ...

Messaggio da Fabio75 » mar 26 apr 2016, 7:13

Cito dalle regole di questa discussione: "Questa stanza è un luogo virtuale d’incontro per coloro che affrontano la malattia oncologica in “prima linea”." (cioe' i malati non i familiari).
"Il Signore ti custodirà da ogni male:
egli custodirà la tua vita." Sal 121, 7

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 1859
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Noi e il cancro ... parliamone ...

Messaggio da Franco953 » mar 26 apr 2016, 8:35

Grazie Fabio delle tue inidicazioni.
Ne terremo conto per il futuro
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Maria81
Membro
Messaggi: 28
Iscritto il: ven 17 giu 2016, 5:47

Re: Noi e il cancro ... parliamone ...

Messaggio da Maria81 » sab 18 giu 2016, 8:02

Ciao a tutti mi sono mi sono iscritta al forum per avere un confronto e dei consigli in merito a quale sarebbe la cosa più corretta da fare nel mio caso dato che ho come l'impressione che i medici che mi stanno seguendo mi stiano solo facendo perdere tempo... La settimana scorsa il mio mondo cambia perché prima da una radiografia e successivamente da una tac esce fuori che ho al polmone sx una massa di 7cm per 6,5 più altre più piccole sempre sempre nello stesso, mi sottopongono ad una broncoscopia di cui aspetto l'esito che mi dovrebbero dare tra un paio di settimane e intanto ho prenotato un altro tac totale body con mdc e una scintigrafia ossea... Io ho 34 anni e ho smesso di fumare parecchi anni fa, sono mamma di un bellissimo bambino di 10 mesi, mi sembra ovvio io non possa arrendermi a questa triste realtà che mi sta succedendo almeno non senza combattere! Come mai non mi stanno facendo fare qualche trattamento chemioterapico o radioterapico? In questo casi la tempestività non dovrebbe essere la priorità ? Scusate ma io non ne capisco molto e ho molta paura, voi che fareste al mio posto ? Grazie a tutti coloro troveranno il tempo per alleggerire le pene di questa giovane mamma ❤️

Faby76
Membro
Messaggi: 277
Iscritto il: sab 12 mar 2016, 17:04

Re: Noi e il cancro ... parliamone ...

Messaggio da Faby76 » sab 18 giu 2016, 9:04

Maria io non ho esperienza a riguardo posso solo dirti di non disperare e di aspettare l'esito degli esami. Vedrai una soluzione si troverà si deve trovare. Qui nel forum qualcuno saprà darti un consiglio. Forza e coraggio
Papà ti voglio bene, sei la mia vita. Ti penso ogni momento della giornata. PROTEGGIMI

Maria81
Membro
Messaggi: 28
Iscritto il: ven 17 giu 2016, 5:47

Re: Noi e il cancro ... parliamone ...

Messaggio da Maria81 » sab 18 giu 2016, 9:37

Grazie Faby, lo spero con tutto il cuore per me e per tutti coloro si trovano a vivere con questa angoscia...

Fabio75
Membro
Messaggi: 301
Iscritto il: sab 23 apr 2016, 7:30

Re: Noi e il cancro ... parliamone ...

Messaggio da Fabio75 » sab 18 giu 2016, 13:01

Cara Maria, capisco il tuo stato d'animo per esserci passato anch'io. Purtroppo la medicina richiede i suoi tempi e non è possibile stabilire un piano terapeutico senza aver elaborato in modo definitivo una diagnosi. Mi rendo conto che la testa gira a mille ma devi cercare di portare pazienza. Fa' prima tutti gli esami e quant'altro, poi la terapia se necessaria seguirà. Non è detto che tu debba fare la chemio o la radio, ormai ci sono tantissime diverse possibilità e terapie a disposizione. Oppure potrebbe non essere nulla di maligno e quindi niente terapia in assoluto. Ma prima i medici devono sapere con ragionevole certezza cosa hai. Ti sono vicino e solidale. Un abbraccio.
"Il Signore ti custodirà da ogni male:
egli custodirà la tua vita." Sal 121, 7

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 5 ospiti