Non sono una fissata!

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Wasp
Membro
Messaggi: 314
Iscritto il: gio 25 ott 2012, 18:32

Messaggio da Wasp » lun 17 dic 2012, 17:39

Vista la cocciutaggine dell'oncologo che segue mia madre ho inviato ..... una email per sapere se mia madre poteva fare il test per la mutazione la sua risposta è stata: CAMBI ONCOLOGO!!!!


paolo60
Membro
Messaggi: 242
Iscritto il: ven 5 ott 2012, 16:34

Messaggio da paolo60 » lun 17 dic 2012, 17:53

Detta così come la hai descritta tu si capisce poco di quello che intendi dire. Probabile io sia di coccio ma se ci spieghi meglio quello che intendi forse capisco meglio.


Wasp
Membro
Messaggi: 314
Iscritto il: gio 25 ott 2012, 18:32

Messaggio da Wasp » lun 17 dic 2012, 22:52

Ok Paolo faccio un riepilogo della storia. A settembre dopo tre broncoscopie a mia madre viene diagnosticato un adenocarcinoma ai polmoni al IV stadio. Io leggendo sui vari siti ho saputo che esiste un test sulla mutazione genetica, vi è la mutazione del gene attivante M+ dell'EGRF. Ho consultato l'oncologo di mia madre e alla richiesta del test all'inizio ha parlato di problemi a livello sanitario ( impossibile è stato approvato dall'AIFA) poi nei giorni seguenti ha affermato che questa mutazione dei geni avveniva solo e principalmente sulla razza asiatica e non caucasica. Decido allora di arrendermi, infondo era lui l'oncologo. Purtroppo a causa dell'insufficienza renale mia madre non può fare la chemioterapia al cisplatino e le viene data la vinorelbina. Leggendo nel forum, in questo forum scopro che il test per la mutazione dei geni viene eseguita in quasi tutti gli ospedali italiani anche su ITALIANI, continuo ad informarmi e scopro che nell'Ospedale Oncologico di Cagliari ( a 50 km da casa mia) si effettuava la biopsia e il campione tumorale veniva inviato ad Alghero per il test. Per sicurezza invio una email al Prof. ...... spiegando minuziosamente il caso di mia madre. La sua risposta è stata chiara. Innanzitutto vi è il 30% di possibilita che il test sia positivo per i soggetti di razza caucasica di sesso femminile non fumatrice e che quindi era un diritto di mia madre essere sottoposta a questa analisi e mi consigliava vivamente di cambiare oncologo perchè anche la vinorelbina non andava bene come terapia. Premetto anche questa mattina ho chiesto con le lacrime agli occhi di far fare il test a mia madre e lui con uno sguardo pietoso mi ha detto che non cambiava nulla e poi che mia madre non poteva fare il test perchè funzina solo sugli asiatici... Il farmaco usato quando vi è la mutazione ( chiamato Gefitinib il nome commerciale è Iressa) non porta alla guarigione ma ha gli stessi risultati della chemioterapia al cisplatino, è molto efficace nelle metastasi. So bene che vi è il 70% di possibilità che mia madre non abbia questa mutazione del gene però perchè non tentare? Perchè non gli dà la possibilità di fare il test?


sgrausina
Membro
Messaggi: 1057
Iscritto il: lun 1 ott 2012, 22:31
Località: CAGLIARI

Messaggio da sgrausina » lun 17 dic 2012, 23:20

ma scherzi???

non bisogna negare nessuna possibilità porca miseria...wasp anche io son di cagliari..
qual'è l'oncologo che segue tua mamma ???
scrivi anche in pvt!

Gruppo Abbracciamo Un Sogno ... PERCHE' DI CANCRO SI VIVE!!!!

paolo60
Membro
Messaggi: 242
Iscritto il: ven 5 ott 2012, 16:34

Messaggio da paolo60 » mar 18 dic 2012, 0:06

Adesso è chiaro. ...mandalo a cagare !! Te lo dico senza mezzi termini.


sgrausina
Membro
Messaggi: 1057
Iscritto il: lun 1 ott 2012, 22:31
Località: CAGLIARI

Messaggio da sgrausina » mar 18 dic 2012, 0:54

bravo paolo!!!
eh che cavolo

Gruppo Abbracciamo Un Sogno ... PERCHE' DI CANCRO SI VIVE!!!!

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”